Clicca qui e scopri le nostre eccellenze
Scopri dove trovare le nostre eccellenze
Ricerca per:
Riduci
Riduci
Riduci
Notizie

Giornata mondiale alimentazione, le nostre azioni sono il futuro di tutti

16.10.20

Si celebra ogni anno dal 1979 per ricordare l’anniversario della data di fondazione della FAO, istituita a Québec il 16 ottobre 1945

Giornata mondiale alimentazione, le nostre azioni sono il futuro di tutti

GUARDA IL VIDEO E LEGGI I NOSTRI APPROFONDIMENTI IN FONDO ALL’ARTICOLO

Il 16 ottobre 1945, quarantadue paesi si riunirono in Quebec con l’obiettivo di agire contro la fame e la malnutrizione e di occuparsi del sistema alimentare globale. In quella data nacque l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Alimentazione e l’Agricoltura (FAO) e dal 1979 questa data fu scelta per celebrare la Giornata Mondiale dell’Alimentazione.

Quest’anno, oltre a ricorrere i 75 anni della fondazione della FAO, la giornata ha un significato ancora più importante se pensiamo al particolare momento che il mondo sta vivendo e alla centralità che sempre di più ha il tema dell’alimentazione in uno scenario globale fatto di povertà, carestie, guerre, emergenze sanitarie.

Secondo il Rapporto ONU sull’alimentazione (2020), nel 2019 quasi 690 milioni di abitanti del pianeta hanno sofferto la fame: un numero superiore di 10 milioni di unità rispetto all’anno precedente e di quasi 60 milioni in più rispetto a cinque anni fa. Le persone che affrontano livelli moderati o gravi di insicurezza alimentare arrivano a 2 miliardi se si considera anche chi non ha accesso a una dieta sana o nutriente a causa dell’aumento dei costi dei beni alimentari e della scarsa disponibilità economica.

Il rapporto lancia anche un allarme relativo all’ emergenza sanitaria che sta acuendo la vulnerabilità e l’inadeguatezza dei sistemi alimentari globali, intesi come l’insieme delle attività e dei processi che influenzano la produzione, la distribuzione e il consumo di generi alimentari.

Anche se è ancora presto per valutare l’impatto reale del lockdown e delle altre misure restrittive, il rapporto stima che entro la fine dell’anno da 83 a 132 milioni di persone in più, nel mondo, potrebbero soffrire la fame a causa della recessione economica innescata dalla crisi.

Il fatto che quest’anno il Premio Nobel per la pace sia stato assegnato al World Food Programme, la principale organizzazione umanitaria e agenzia delle Nazioni Unite impegnata a salvare vite fornendo assistenza alimentare e nutrizionale, dimostra quanto sicurezza alimentare, pace e stabilità siano strettamente interconnesse. Inoltre questo riconoscimento è un segnale etico importante dal punto di vista ambientale, economico e sociale: è un’esortazione alla lotta allo spreco, alla conservazione della biodiversità, al sostegno ai piccoli produttori agricoli per abbattere i costi di produzione e distribuzione.

La lezione più grande che la FAO ha imparato nei suoi 75 anni di attività è che non è sufficiente produrre più cibo ma bisogna anche garantire sistemi alimentari sostenibili e capaci di fornire diete sane e a prezzi accessibili per tutti, compresi i più vulnerabili.

Fonti

FAO (2020) – Stato della Sicurezza Alimentare e della nutrizione nel mondo

LEGGI I NOSTRI APPROFONDIMENTI

Coltivare, nutrire, preservare. Insieme.

Giornata mondiale alimentazione, rincaro dei prezzi mondiali

Giornata mondiale alimentazione, impara a non sprecare

 

TAGS
alimentazionecibodirettoemergenza sanitariagiornata mondiale alimentazione

Continuando con la navigazione in questo sito, accordi l'utilizzo dei nostri cookie. Approfondisci

COOKIE POLICY

I cookie sono piccoli file di testo che i siti visitati inviano al terminale dell'utente, dove vengono memorizzati, per poi essere ritrasmessi agli stessi siti alla visita successiva.
Il Sito utilizza cookie tecnici, sia propri che di terze parti. Tali cookie, essendo di natura tecnica, non richiedono il preventivo consenso dell’Utente per essere installati ed utilizzati.
Il Sito utilizza, inoltre, cookie di profilazione di terze parti. Con riguardo a tali cookie, il consenso dell’Utente si assume prestato ogniqualvolta l’utente faccia click sul tasto “Accetto”, presente all’interno del banner che appare nella homepage. L’Utente può, in ogni caso, revocare in un secondo momento il proprio consenso all’installazione di tali cookie.

In particolare, i cookie utilizzati nel Sito sono riconducibili alle seguenti sottocategorie:
- cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del Sito. Non essendo memorizzati sul computer dell’utente, svaniscono con la chiusura del browser;
- cookie analitici, con cui sono raccolte e analizzate informazioni statistiche sul numero degli utenti e sulle visite al Sito;
- social widgets e plugin: alcuni widgets e plugin messi a disposizione dai social network possono utilizzare propri cookies per facilitare l’interazione con il sito di riferimento;
- cookie di profilazione, che sono utilizzati per raccogliere informazioni sulle preferenze e abitudini espresse dall’utente durante la propria navigazione e quindi rendere le inserzioni pubblicitarie fornite dalle terze parti più coinvolgenti e mirate.

Di seguito sono elencati i cookie di terze parti installati sul Sito. Per ciascuno di essi è riportato il link alla relativa informativa sul trattamento dei dati personali effettuato e sulle modalità per l’eventuale disattivazione dei cookie utilizzati. In merito ai cookie di terze parti, il Titolare ha unicamente l'obbligo di inserire nella presente policy il link al sito della terza parte. È a carico di tale soggetto, invece, l'obbligo dell'informativa e dell'indicazione delle modalità per l'eventuale consenso e/o disattivazione dei cookie.
- Google Analytics: Informativa | Opt Out

I cookie possono essere disabilitati dall’utente modificando le impostazioni del browser sulla base delle istruzioni rese disponibili dai relativi fornitori ai link elencati di seguito.

- Internet Explorer
- Mozilla Firefox
- Google Chrome
- Apple Safari
- Opera

Chiudi