Notizie

05.06.2021

Giornata mondiale ambiente: è il momento della natura!

Il motto di quest'anno è un tema scottante: l'erosione degli ambienti, ma l’agricoltura può essere fonte di conservazione

Cos’è la Giornata mondiale dell’ambiente

Festività indetta nel 1972 dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite in occasione dell’istituzione del Programma delle Nazioni Unite per l’ambiente e denominata World Environment Day (WED) , viene celebrata ogni anno il 5 giugno. Ogni edizione ha un tema ambientale specifico, filo conduttore che unisce associazioni e Stati che sensibilizzano e organizzano iniziative in giro per il mondo.

Programma delle Nazioni Unite per l’ambiente

Il Programma delle Nazioni Unite per l’ambiente (UN Environment Programme) è la principale autorità ambientale globale che definisce l’agenda ambientale internazionale e promuove l’attuazione coerente della dimensione ambientale nello sviluppo sostenibile all’interno del sistema delle Nazioni Unite. La loro mission è di fornire una leadership e incoraggiare la costruzione di reti e collaborazioni nelle attività che hanno come scopo la cura dell’ambiente ispirando, informando e consentendo alle nazioni e ai popoli di migliorare la qualità della loro vita senza compromettere quella delle generazioni future.

Il Programma opera su sette grandi assi tematici: cambiamenti climatici, disastri e conflitti, gestione degli ecosistemi, governance ambientale, sostanze chimiche e rifiuti, efficienza delle risorse e ambienti sotto controllo. Di fatto, le sue principali priorità sono controllo, valutazione e allarme rispetto ai possibili danni ambientali, promozioni di attività e sensibilizzazione sulla questione ambientale sia all’interno del sistema delle Nazioni Unite sia tra la società, l’agevolazione di scambio di informazioni sulle nuove tecnologie ecologicamente compatibili e consulenza tecnica, legale e istituzionale ai governi.

Il ripristino degli ecosistemi

Il tema della giornata mondiale dell’ambiente 2021 ci rimanda ad un tema scottante. L’erosione degli ambienti con le loro risorse è un dato di fatto. Oltre a salvare ciò che è rimasto (che è ancora molto), come possiamo riparare i danni fatti? Qui entrano in gioco professionalità, competenze, sensibilità politiche ed economiche, attivismo e davvero molta buona volontà. Tanti angeli della natura si battono al fine di raggiungere questi scopi. Tra gli altri gli agricoltori sono quelli che soffrono maggiormente la scomparsa di un ambiente sano e integro. L’agricoltura infatti può davvero essere fonte di conservazione così come in alcuni casi purtroppo diviene causa di devastazione. Parliamo di due visioni completamente diverse: da una parte le piccole aziende e gli agricoltori legati al territorio che vedono nel cibo non solo fonte di sostentamento ma soprattutto elemento decisivo per la società giusta ed equa; dall’altra la visione mercificante del cibo e dell’alimentazione. Parliamo dell’agro-industria che mira al profitto massimo, impadronendosi di immagini rurali e vendendo cibi spesso scadenti.

Ebbene con la spesa settimanale ogni famiglia può scegliere: cibo di qualità acquistato nei mercati contadini per una società giusta o cibo anonimo acquistato in “non luoghi” con il loro bagaglio di distruzione ed erosione ambientale?

Ripristinare gli ecosistemi può e deve essere un’azione che coinvolga gli abitanti dei luoghi. Spesso questi sono gli unici che realmente possono intervenire per “riparare” il mondo. Ci vuole volontà politica, visione e un pizzico di pazienza. Una volta che la natura parte, non c’è nulla che possa contenerla!

È il momento della natura! Che dunque non sia solo un momento!

LEGGI IL NOSTRO APPROFONDIMENTO

Giornata mondiale ambiente, la ricetta di Campagna Amica

Giornata mondiale ambiente, vacanze nei parchi

Continuando con la navigazione in questo sito, accordi l'utilizzo dei nostri cookie. Approfondisci

COOKIE POLICY

I cookie sono piccoli file di testo che i siti visitati inviano al terminale dell'utente, dove vengono memorizzati, per poi essere ritrasmessi agli stessi siti alla visita successiva.
Il Sito utilizza cookie tecnici, sia propri che di terze parti. Tali cookie, essendo di natura tecnica, non richiedono il preventivo consenso dell’Utente per essere installati ed utilizzati.
Il Sito utilizza, inoltre, cookie di profilazione di terze parti. Con riguardo a tali cookie, il consenso dell’Utente si assume prestato ogniqualvolta l’utente faccia click sul tasto “Accetto”, presente all’interno del banner che appare nella homepage. L’Utente può, in ogni caso, revocare in un secondo momento il proprio consenso all’installazione di tali cookie.

In particolare, i cookie utilizzati nel Sito sono riconducibili alle seguenti sottocategorie:
- cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del Sito. Non essendo memorizzati sul computer dell’utente, svaniscono con la chiusura del browser;
- cookie analitici, con cui sono raccolte e analizzate informazioni statistiche sul numero degli utenti e sulle visite al Sito;
- social widgets e plugin: alcuni widgets e plugin messi a disposizione dai social network possono utilizzare propri cookies per facilitare l’interazione con il sito di riferimento;
- cookie di profilazione, che sono utilizzati per raccogliere informazioni sulle preferenze e abitudini espresse dall’utente durante la propria navigazione e quindi rendere le inserzioni pubblicitarie fornite dalle terze parti più coinvolgenti e mirate.

Di seguito sono elencati i cookie di terze parti installati sul Sito. Per ciascuno di essi è riportato il link alla relativa informativa sul trattamento dei dati personali effettuato e sulle modalità per l’eventuale disattivazione dei cookie utilizzati. In merito ai cookie di terze parti, il Titolare ha unicamente l'obbligo di inserire nella presente policy il link al sito della terza parte. È a carico di tale soggetto, invece, l'obbligo dell'informativa e dell'indicazione delle modalità per l'eventuale consenso e/o disattivazione dei cookie.
- Google Analytics: Informativa | Opt Out

I cookie possono essere disabilitati dall’utente modificando le impostazioni del browser sulla base delle istruzioni rese disponibili dai relativi fornitori ai link elencati di seguito.

- Internet Explorer
- Mozilla Firefox
- Google Chrome
- Apple Safari
- Opera

Chiudi