Clicca qui e scopri le nostre eccellenze
Scopri dove trovare le nostre eccellenze
Ricerca per:
Riduci
Riduci
Riduci
I consigli del nutrizionista

Fragole, quanto fanno bene?

06.04.21

Ricche di antiossidanti, sono utili per contrastare l’ipertensione e l’invecchiamento. E sono tra gli alimenti più buoni e sani della primavera

Fragole, quanto fanno bene?

La fragole sono tra i frutti più amati e dalla tarda primavera e in estate le troviamo a disposizione come frutti di stagione. Proprio in questo periodo dell’anno possiamo godere dei loro numerosi benefici per la salute.  Le fragole sono un frutto ricco di vitamine e antiossidanti. Sono uno dei più potenti rimedi naturali per proteggere il cuore, la circolazione e la pelle, soprattutto dal punto di vista dell’invecchiamento. Infatti gli antiossidanti presenti nelle fragole ci aiutano a contrastare i radicali liberi così come avviene nel caso di altri frutti rossi, come i lamponi, i ribes e i mirtilli. Le fragole sono una fonte preziosa di vitamina C, forse un po’ sottovalutata. Infatti non molti sanno che 8 fragole possono contenere più vitamina C di una sola arancia.

Diventa molto semplice, dunque, scegliere tra le fonti di vitamina C da assumere in modo naturale a seconda delle stagioni: kiwi e agrumi in autunno-inverno, fragole e altra frutta estiva durante la stagione calda. Le fragole godono inoltre di proprietà antinfiammatorie che le rendono benefiche per il nostro organismo.  Per approfittare delle proprietà antinfiammatorie delle fragole dovremmo consumare questi frutti tre volte alla settimana. Ecco allora un buon motivo per approfittare della presenza abbondante di fragole fresche quando sono di stagione.

Le fragole sono anche una fonte di pro-vitamina A oltre che di vitamine del gruppo B, con particolare riferimento alla vitamina B1 e alla vitamina B2. Il loro contenuto vitaminico, soprattutto di vitamina C, è importante per facilitare l’assorbimento del ferro da parte del nostro organismo. Chi è sempre molto attento alle calorie o chi segue una dieta particolare che ne prevede il conteggio, sarà felice di sapere che le fragole sono un alimento davvero poco calorico. Infatti 100 grammi di fragole contengono soltanto 33 calorie. Le fragole sono anche piuttosto povere di zuccheri. Solo 4,9 grammi ogni 100 grammi. Dunque potrete considerare una normale porzione di fragole uno spuntino leggero e salutare.

Le fragole sono un frutto ricco di preziosi benefici per la salute a cui la scienza negli ultimi anni ha dedicato diversi studi e uno recente  ha associato per la prima volta le fragole alla capacità di ridurre il colesterolo, mentre le loro proprietà antiossidanti erano già state evidenziate da studi precedenti. Inoltre le fragole aiutano a proteggere il nostro organismo dai danni provocati dai raggi UV, agiscono come antiossidanti anche sul sangue, rendono più forti i globuli rossi e riducono i danni alla mucosa gastrica provocati dall’alcool. Fragole e mirtilli potrebbero risultare utili per prevenire gli attacchi di cuore e le malattie cardiovascolari.

Inoltre, le fragole vengono considerate un vero e proprio elisir di lunga vita contro l’invecchiamento ed è stato evidenziato che mangiando mezzo chilo di fragole al giorno, cioè due coppe da macedonia abbondanti, si può combattere l’azione dei radicali liberi e contribuire a mantenere l’organismo in salute e giovane.

Per aumentare il nostro consumo di fragole basta aggiungere questi frutti freschi alla nostra colazione, a uno spuntino di metà mattina o alla merenda nel pomeriggio, a una macedonia o a un frullato. Senza contare che con una centrifuga o un estrattore possiamo preparare un ottimo succo di fragole fresco e fatto in casa.

Vediamo di seguito le proprietà dei micronutrienti principali, concentrandoci su quelli maggiormente rappresentati.

Vitamina C: le fragole sono ricche di vitamina C, sostanza antiossidante fondamentale per il nostro sistema immunitario. La vitamina C inoltre è coinvolta nella sintesi del collagene ed è importante per l’assimilazione del ferro da parte dei globuli rossi;

Manganese: minerale implicato in numerose reazioni enzimatiche e fondamentale per la crescita delle ossa e delle articolazioni, per la sintesi del collagene e per il metabolismo di glucidi, grassi, steroidi e alcuni ormoni proteici. È inoltre colatore di un enzima fondamentale per la sua azione antiossidante: la super ossido dismutasi;

Iodio: minerale fondamentale per il funzionamento della tiroide, una ghiandola endocrina posta alla base del collo che produce ormoni contenenti iodio fondamentali per numerosi processi metabolici e per il processo di crescita;

Folati: vitamina fondamentale per le donne nel primo trimestre di gravidanza, la sua carenza rallenta la sintesi del DNA e la divisione cellulare, provoca diverse forme di anemia e può creare problemi alla spina dorsale. Infine, numerosissimi sono i composti fenolici presenti nelle fragole: tra i flavonoidi i più presenti sono il campferolo e la quercitina, tra gli acidi fenolici, l’acido gallico, l’acido caffeico, l’acido cumarinico e l’acido ellagico e sono inoltre presenti diverse antocianine, responsabili del colore tipico di questi frutti. È doveroso tuttavia sottolineare che il contenuto totale di composti fenolici decresce con la maturazione dei frutti.

A cura di Giorgio e Cinzia Myriam Calabrese

TAGS
alimentazionebeneficiciboGiorgio Calabreseproprietàstagionalità

Continuando con la navigazione in questo sito, accordi l'utilizzo dei nostri cookie. Approfondisci

COOKIE POLICY

I cookie sono piccoli file di testo che i siti visitati inviano al terminale dell'utente, dove vengono memorizzati, per poi essere ritrasmessi agli stessi siti alla visita successiva.
Il Sito utilizza cookie tecnici, sia propri che di terze parti. Tali cookie, essendo di natura tecnica, non richiedono il preventivo consenso dell’Utente per essere installati ed utilizzati.
Il Sito utilizza, inoltre, cookie di profilazione di terze parti. Con riguardo a tali cookie, il consenso dell’Utente si assume prestato ogniqualvolta l’utente faccia click sul tasto “Accetto”, presente all’interno del banner che appare nella homepage. L’Utente può, in ogni caso, revocare in un secondo momento il proprio consenso all’installazione di tali cookie.

In particolare, i cookie utilizzati nel Sito sono riconducibili alle seguenti sottocategorie:
- cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del Sito. Non essendo memorizzati sul computer dell’utente, svaniscono con la chiusura del browser;
- cookie analitici, con cui sono raccolte e analizzate informazioni statistiche sul numero degli utenti e sulle visite al Sito;
- social widgets e plugin: alcuni widgets e plugin messi a disposizione dai social network possono utilizzare propri cookies per facilitare l’interazione con il sito di riferimento;
- cookie di profilazione, che sono utilizzati per raccogliere informazioni sulle preferenze e abitudini espresse dall’utente durante la propria navigazione e quindi rendere le inserzioni pubblicitarie fornite dalle terze parti più coinvolgenti e mirate.

Di seguito sono elencati i cookie di terze parti installati sul Sito. Per ciascuno di essi è riportato il link alla relativa informativa sul trattamento dei dati personali effettuato e sulle modalità per l’eventuale disattivazione dei cookie utilizzati. In merito ai cookie di terze parti, il Titolare ha unicamente l'obbligo di inserire nella presente policy il link al sito della terza parte. È a carico di tale soggetto, invece, l'obbligo dell'informativa e dell'indicazione delle modalità per l'eventuale consenso e/o disattivazione dei cookie.
- Google Analytics: Informativa | Opt Out

I cookie possono essere disabilitati dall’utente modificando le impostazioni del browser sulla base delle istruzioni rese disponibili dai relativi fornitori ai link elencati di seguito.

- Internet Explorer
- Mozilla Firefox
- Google Chrome
- Apple Safari
- Opera

Chiudi