Clicca qui e scopri le nostre eccellenze
Scopri dove trovare le nostre eccellenze
Ricerca per:
Riduci
Riduci
Riduci
Notizie

Foreste e boschi, la situazione in Italia

21.03.20

Negli ultimi 40 anni nel nostro Paese è aumentato progressivamente

Foreste e boschi, la situazione in Italia

Le foreste in Italia ricoprono il 36,4% dell’intero territorio nazionale, pari a quasi 11 milioni di ettari. Un patrimonio verde che negli ultimi 40 anni è aumentato progressivamente, ma non per politiche forestali illuminate, quanto piuttosto per la sua espansione naturale nei terreni abbandonati delle aree montane e rurali e negli spazi incolti e abbandonati delle zone peri-urbane.

Nonostante questo, i nostri boschi sono una straordinaria ricchezza ambientale e naturalistica, poiché ospitano una componente floristica e faunistica tra le più ricche a livello europeo: la flora forestale italiana, infatti, è stimata in 61 fami­glie, 133 generi, 469 specie; gli arbusti legnosi costituiscono il 74% della flora, gli alberi il 23% e liane il 3%. Nei nostri boschi troviamo quasi metà del numero di specie animali e vegetali d’Europa.

La ricchezza ambientale delle nostre foreste, in termini di diversità biolo­gica e di ecosistemi, porta l’Italia ad essere un paese unico e allo stesso tempo fragile poiché l’attuale pae­saggio forestale italiano è il risultato di profonde trasformazioni territoriali e socio-economiche avvenute nei secoli e ancora in corso. Per proteggere tale patrimonio fin dagli anni 70 le migliori foreste sono oggetto di protezione e oggi, secondo i dati di Legambiente, il 27,5% della superficie forestale è sottoposta a vincoli ambientali (in Europa il 21%), con punte superiori al 50% in alcune regioni. Il 100% delle foreste sono soggette a vincolo paesaggistico, l’87,1% a vincolo idrogeologico, e sono 160mila gli ettari considerati lembi di boschi vetusti, veri e propri scrigni di biodiversità in cui non vi sono segni di alterazione antropica e i processi ecologici risultano inalterati.

Oltre ad un valore ambientale, le nostre foreste sono preziose anche dal punto di vista culturale, sociale ed occupazionale. Il ruolo produttivo del bosco è fondamentale per l’Italia se pensiamo che attraverso le industrie di trasformazioni crea occupazione per circa 400 mila persone. Inoltre la corretta gestione di boschi e la sua valorizzazione socioculturale può sviluppare un indotto di oltre 300 mila posti di lavoro in particolare per le aree rurali e interne del paese.

Per tutti questi aspetti è essenziale attuare una corretta gestione e una pianificazione attiva del patrimonio boschivo per conservarlo e valorizzarlo.

TAGS
ambienteGiornata Mondiale Foreste e Boschiitaliapatrimoniosalvaguardia

Continuando con la navigazione in questo sito, accordi l'utilizzo dei nostri cookie. Approfondisci

COOKIE POLICY

I cookie sono piccoli file di testo che i siti visitati inviano al terminale dell'utente, dove vengono memorizzati, per poi essere ritrasmessi agli stessi siti alla visita successiva.
Il Sito utilizza cookie tecnici, sia propri che di terze parti. Tali cookie, essendo di natura tecnica, non richiedono il preventivo consenso dell’Utente per essere installati ed utilizzati.
Il Sito utilizza, inoltre, cookie di profilazione di terze parti. Con riguardo a tali cookie, il consenso dell’Utente si assume prestato ogniqualvolta l’utente faccia click sul tasto “Accetto”, presente all’interno del banner che appare nella homepage. L’Utente può, in ogni caso, revocare in un secondo momento il proprio consenso all’installazione di tali cookie.

In particolare, i cookie utilizzati nel Sito sono riconducibili alle seguenti sottocategorie:
- cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del Sito. Non essendo memorizzati sul computer dell’utente, svaniscono con la chiusura del browser;
- cookie analitici, con cui sono raccolte e analizzate informazioni statistiche sul numero degli utenti e sulle visite al Sito;
- social widgets e plugin: alcuni widgets e plugin messi a disposizione dai social network possono utilizzare propri cookies per facilitare l’interazione con il sito di riferimento;
- cookie di profilazione, che sono utilizzati per raccogliere informazioni sulle preferenze e abitudini espresse dall’utente durante la propria navigazione e quindi rendere le inserzioni pubblicitarie fornite dalle terze parti più coinvolgenti e mirate.

Di seguito sono elencati i cookie di terze parti installati sul Sito. Per ciascuno di essi è riportato il link alla relativa informativa sul trattamento dei dati personali effettuato e sulle modalità per l’eventuale disattivazione dei cookie utilizzati. In merito ai cookie di terze parti, il Titolare ha unicamente l'obbligo di inserire nella presente policy il link al sito della terza parte. È a carico di tale soggetto, invece, l'obbligo dell'informativa e dell'indicazione delle modalità per l'eventuale consenso e/o disattivazione dei cookie.
- Google Analytics: Informativa | Opt Out

I cookie possono essere disabilitati dall’utente modificando le impostazioni del browser sulla base delle istruzioni rese disponibili dai relativi fornitori ai link elencati di seguito.

- Internet Explorer
- Mozilla Firefox
- Google Chrome
- Apple Safari
- Opera

Chiudi