Clicca qui e scopri le nostre eccellenze
Scopri dove trovare le nostre eccellenze
Ricerca per:
Riduci
Riduci
Riduci
Notizie

I cambiamenti climatici: la quota di sole che l’uomo immette in natura!

15.11.19

Alluvioni in Europa e in Italia, caldo infernale in Australia, uragani che si spostano in pieno Atlantico, minacciando addirittura l’Europa del Nord. Sono solo alcune delle “stranezze climatiche” a cui abbiamo assistito nell’ultimo mese

I cambiamenti climatici: la “quota di sole” che l’uomo immette in natura!

Alluvioni in Europa e in Italia, caldo infernale in Australia con roghi spaventosi e indomabili, uragani che si spostano in pieno Atlantico minacciando addirittura l’Europa del Nord. Sono solo alcune delle “stranezze” dei cambiamenti climatici a cui abbiamo assistito nell’ultimo mese. È evidente una modificazione dell’equilibrio del clima che deve interrogarci. La correlazione tra modificazioni e attività umane sono evidenti, solo alcuni fanno finta di non accorgersene.

Il ragionamento è tutto sommato semplice: nel corso delle ere geologiche immensi quantitativi di materiale organico sono state “incamerate” nelle profondità del suolo e lì, sotto pressioni altissime, l’attività di batteri anaerobi ha trasformato le molecole in idrocarburi e combustibili fossili (carbone, petrolio e metano principalmente). Queste sostanze sono “energia solare” conservata in milioni di anni e sottratta ai cicli bio-geo-chimici. L’utilizzo di queste molecole per far funzionare i nostri macchinari, scaldarci, illuminare le nostre città ha come prodotto di scarto l’anidride carbonica. Questa è anche lo scarto dei processi fisiologici che portano alla produzione di energia negli organismi viventi. Normalmente, nel ciclo del carbonio, essa viene ricatturata e immessa nuovamente in circolo dalle piante attraverso la fotosintesi clorofilliana.

Questo processo permette alle piante di produrre zuccheri a partire dall’anidride carbonica. Oggi questo gas, inodore e incolore aumenta per le nostre attività e impedisce, in quote sempre maggiori, alla radiazione solare di essere dispersa nell’universo. Ecco perché ci troviamo di fronte a un fenomeno in buona parte causato dall’uomo. Bastano piccole concentrazioni di anidride carbonica (e altri gas climalteranti come metano, anidridi dello zolfo e vapore acqueo) in più in atmosfera per avviare processi che si autoalimentano e che portano a squilibri sempre maggiori. È come se usassimo una quota di energia solare “nascosta” dalla natura.

È indubbio che questo sia un regalo grandissimo per lo sviluppo umano. Gli idrocarburi sono materiali eccezionali, ma finiti. Per questo andrebbero conservati scrupolosamente e non sprecati. Oggi abbiamo le tecnologie per ridurre drasticamente l’utilizzo di queste molecole e fornire il mondo di energia rinnovabile. È una scelta politica ed economica.
Campagna Amica è favorevole allo sviluppo sempre maggiore di tecnologie per ridurre gli sprechi energetici e per produrre energia in modo pulito. Pensiamo ad esempio all’utilizzo degli scarti della zootecnia per produrre biogas o al mini eolico.

Oggi possiamo invertire una rotta che rende incerto il futuro dell’umanità. Facciamolo!

TAGS
ambientecambiamenti climaticiclimasole

Continuando con la navigazione in questo sito, accordi l'utilizzo dei nostri cookie. Approfondisci

COOKIE POLICY

I cookie sono piccoli file di testo che i siti visitati inviano al terminale dell'utente, dove vengono memorizzati, per poi essere ritrasmessi agli stessi siti alla visita successiva.
Il Sito utilizza cookie tecnici, sia propri che di terze parti. Tali cookie, essendo di natura tecnica, non richiedono il preventivo consenso dell’Utente per essere installati ed utilizzati.
Il Sito utilizza, inoltre, cookie di profilazione di terze parti. Con riguardo a tali cookie, il consenso dell’Utente si assume prestato ogniqualvolta l’utente faccia click sul tasto “Accetto”, presente all’interno del banner che appare nella homepage. L’Utente può, in ogni caso, revocare in un secondo momento il proprio consenso all’installazione di tali cookie.

In particolare, i cookie utilizzati nel Sito sono riconducibili alle seguenti sottocategorie:
- cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del Sito. Non essendo memorizzati sul computer dell’utente, svaniscono con la chiusura del browser;
- cookie analitici, con cui sono raccolte e analizzate informazioni statistiche sul numero degli utenti e sulle visite al Sito;
- social widgets e plugin: alcuni widgets e plugin messi a disposizione dai social network possono utilizzare propri cookies per facilitare l’interazione con il sito di riferimento;
- cookie di profilazione, che sono utilizzati per raccogliere informazioni sulle preferenze e abitudini espresse dall’utente durante la propria navigazione e quindi rendere le inserzioni pubblicitarie fornite dalle terze parti più coinvolgenti e mirate.

Di seguito sono elencati i cookie di terze parti installati sul Sito. Per ciascuno di essi è riportato il link alla relativa informativa sul trattamento dei dati personali effettuato e sulle modalità per l’eventuale disattivazione dei cookie utilizzati. In merito ai cookie di terze parti, il Titolare ha unicamente l'obbligo di inserire nella presente policy il link al sito della terza parte. È a carico di tale soggetto, invece, l'obbligo dell'informativa e dell'indicazione delle modalità per l'eventuale consenso e/o disattivazione dei cookie.
- Google Analytics: Informativa | Opt Out

I cookie possono essere disabilitati dall’utente modificando le impostazioni del browser sulla base delle istruzioni rese disponibili dai relativi fornitori ai link elencati di seguito.

- Internet Explorer
- Mozilla Firefox
- Google Chrome
- Apple Safari
- Opera

Chiudi