Clicca qui e scopri le nostre eccellenze
Scopri dove trovare le nostre eccellenze
Ricerca per:
Riduci
Riduci
Riduci
Notizie

Villaggio Coldiretti, ecco il giardino taglia-afa

06.07.19

Dal leccio al mirabolano, dal tasso alla fotinia, fino all’alloro e al viburno sono solo alcune delle essenze capaci ripulire l’aria da migliaia di chili di anidride carbonica e sostanze inquinanti come le polveri PM10

Villaggio Coldiretti, ecco il giardino taglia-afa

Con il caldo record che assedia le città e fa aumentare lo smog nasce il primo giardino terapeutico che aiuta i cittadini a respirare aria pulita e a combattere l’afa, oltre a difendere la salute. La novità è stata presentata al Villaggio contadino della Coldiretti a Milano al Castello Sforzesco, da piazza del Cannone a piazza Castello, dove è stata allestita un’area verde con piante antismog in grado di “catturare” le sostanze inquinanti bloccando anche le pericolose polveri sottili PM10 e abbassando la temperatura dell’ambiente circostante. Un’iniziativa importante per un paese come l’Italia che vede ogni abitante disporre nelle città capoluogo di appena 31 metri quadrati di verde urbano ma la situazione peggiora per le metropoli con valori che vanno dai 22 di Torino ai 17,9 di Milano fino ai 13,6 di Napoli.

Dal leccio al mirabolano, dal tasso alla fotinia, fino all’alloro e al viburno sono solo alcune delle essenze capaci ripulire l’aria da migliaia di chili di anidride carbonica e sostanze inquinanti come le polveri PM10 che ogni anno in Italia causano circa 80.000 morti premature secondo l’Agenzia europea dell’Ambiente.

Una delle piante antismog più efficaci è il Leccio, che raggiunge un’altezza di 35 metri, è in grado di assorbire fino a 3100 chili di Co2 in vent’anni e ha un’ottima capacità complessiva di mitigazione dell’inquinamento e di abbattimento delle isole di calore negli ambienti urbani. Elevate “prestazioni” sono assicurate anche dal Tasso e dal Mirabolano, che eliminano rispettivamente 1800 e 1700 kg di Co2, pur restando su altezze inferiore (fino a 10 metri). Importante anche il ruolo di Fotinia, Alloro e Viburno che catturano 400 kg di Co2 a testa.

Una opportunità interessante per oltre la metà degli italiani che ha il pollice verde nei giardini, negli orti e sui terrazzi, secondo l’indagine Coldiretti/Ixè, spinta oggi anche dalle misure di defiscalizzazione degli interventi su giardini e terrazzi, anche condominiali, come il Bonus Verde del 36%. In questo modo tutti i cittadini possono impegnarsi in prima persona, a partire dai propri giardini, per combattere gli effetti dei cambiamenti del clima in atto contribuendo alla diffusione del verde pubblico e privato nelle città.

Ma oltre a ripulire l’aria, il giardino al Villaggio Coldiretti a Milano ha anche un effetto terapeutico. Studi scientifici dimostrano, infatti, che camminare a piedi nudi sul prato è importante per la riabilitazione motoria nei malati di Alzheimer.

“Le possibilità offerte dal giardino antismog sono un esempio della grande vitalità imprenditoriale che contraddistingue il florovivaismo italiano”, ha affermato il presidente della Coldiretti Ettore Prandini nel sottolineare che “si tratta di un settore da primato del Made in Italy che solo in Italia vale complessivamente oltre 2,5 miliardi di euro di fatturato di piante e fiori e oltre 200mila addetti tra produzione, impianto e manutenzione del verde”.

TAGS
afagiardnimilanovillaggio coldiretti

Continuando con la navigazione in questo sito, accordi l'utilizzo dei nostri cookie. Approfondisci

COOKIE POLICY

I cookie sono piccoli file di testo che i siti visitati inviano al terminale dell'utente, dove vengono memorizzati, per poi essere ritrasmessi agli stessi siti alla visita successiva.
Il Sito utilizza cookie tecnici, sia propri che di terze parti. Tali cookie, essendo di natura tecnica, non richiedono il preventivo consenso dell’Utente per essere installati ed utilizzati.
Il Sito utilizza, inoltre, cookie di profilazione di terze parti. Con riguardo a tali cookie, il consenso dell’Utente si assume prestato ogniqualvolta l’utente faccia click sul tasto “Accetto”, presente all’interno del banner che appare nella homepage. L’Utente può, in ogni caso, revocare in un secondo momento il proprio consenso all’installazione di tali cookie.

In particolare, i cookie utilizzati nel Sito sono riconducibili alle seguenti sottocategorie:
- cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del Sito. Non essendo memorizzati sul computer dell’utente, svaniscono con la chiusura del browser;
- cookie analitici, con cui sono raccolte e analizzate informazioni statistiche sul numero degli utenti e sulle visite al Sito;
- social widgets e plugin: alcuni widgets e plugin messi a disposizione dai social network possono utilizzare propri cookies per facilitare l’interazione con il sito di riferimento;
- cookie di profilazione, che sono utilizzati per raccogliere informazioni sulle preferenze e abitudini espresse dall’utente durante la propria navigazione e quindi rendere le inserzioni pubblicitarie fornite dalle terze parti più coinvolgenti e mirate.

Di seguito sono elencati i cookie di terze parti installati sul Sito. Per ciascuno di essi è riportato il link alla relativa informativa sul trattamento dei dati personali effettuato e sulle modalità per l’eventuale disattivazione dei cookie utilizzati. In merito ai cookie di terze parti, il Titolare ha unicamente l'obbligo di inserire nella presente policy il link al sito della terza parte. È a carico di tale soggetto, invece, l'obbligo dell'informativa e dell'indicazione delle modalità per l'eventuale consenso e/o disattivazione dei cookie.
- Google Analytics: Informativa | Opt Out

I cookie possono essere disabilitati dall’utente modificando le impostazioni del browser sulla base delle istruzioni rese disponibili dai relativi fornitori ai link elencati di seguito.

- Internet Explorer
- Mozilla Firefox
- Google Chrome
- Apple Safari
- Opera

Chiudi