Clicca qui e scopri le nostre eccellenze
Scopri dove trovare le nostre eccellenze
Ricerca per:
Riduci
Riduci
Riduci
Cibi e ricette

Clementine, piccoli spicchi ricchi di benessere e vitalità

17.01.18

Tonde e profumate, sono antinfiammatori e antivirali naturali, perfette per prevenire e combattere i malanni di stagione. Ma si prestano anche in numerose ricette di pasticceria

Clementine, piccoli spicchi ricchi di benessere e vitalità

Reginette degli agrumi, le clementine spuntano da un incrocio particolarmente riuscito. Questi profumatissimi frutti di color arancione, nascono dall’unione tra arancio amaro e mandarino e hanno trovato il loro habitat ideale tra le temperature miti e i terreni fertili del Sud Italia, dove vengono raccolte da ottobre a febbraio.
Provengono probabilmente da Orano in Algeria: pare infatti che per la prima volta siano state rinvenute nell’orto di padre Clément Rodier, presso il convento di Misserghin, dal quale presero il nome.
L’albero è simile a quello del mandarino: il frutto è rotondo e rosso aranciato, con buccia sottile e staccabile, apirene (cioè senza semi) e facilmente divisibile a spicchi.

Proprietà e benefici

Il contenuto calorico delle clementine è basso, solo 47 calorie per 100 grammi, avendo una bassa concentrazione di zuccheri e media di fibre. Hanno però un elevato contenuto di vitamina C (48,8 mg per 100 grammi) insieme a carotene, vitamine del gruppo B e vitamina A, ferro, magnesio e acido folico, mentre la buccia è ricchissima di limonane, un potente antiossidante che ha la caratteristica di ritardare l’invecchiamento della pelle e sempre dalla buccia si estrae un olio essenziale in grado di calmare l’ansia e combattere insonnia e ritenzione idrica. Polpa succosa, dolce, aromatica e priva di semi: il mix di vitamine e sali minerali di cui è ricca la clementina la rende una pozione di salute. Grazie alla vitamina C che contiene, è utilissima nel prevenire l’influenza e curarne i primi sintomi, agevola l’assorbimento del ferro, rendendola un buon alleato in caso di anemia. La ricchezza di potassio tipica di questo frutto aiuta nella prevenzione dei crampi muscolari e dei disturbi legati all’ipertensione, alla depressione e alla stanchezza; carotene e vitamina A proteggono il corpo dagli effetti negativi dei radicali liberi mentre calcio e fosforo aiutano a combattere l’osteoporosi.
Sono particolarmente indicate nelle diete povere di sodio per chi soffre di pressione alta, ma anche, in generale, nelle diete dimagranti: dolci e gustose ma ipocaloriche, rappresentano uno spezzafame ideale. Le vitamine C e A contenute in abbondanza nelle clementine sono poi validissime nel contrastare i radicali liberi.

In cucina

Le clementine si gustano fresche o trasformate in canditi, marmellata, succhi, sorbetti, dolci e liquori. Dal sapore molto gustoso e invitante, si prestano alla realizzazione di numerose e facili ricette. Si conservano a temperatura ambiente per 2 o 3 giorni, ma se si vuole conservarli più a lungo vanno riposti in frigo.

Biscotto di clementine e cioccolato

Ingredienti

3 uova
150 gr di farina
80 gr di zucchero
25 gr di burro fuso
2 cucchiai di cacao
9 clementine
200 ml di latte
1 pizzico di sale
un pizzico di cannella

Procedimento

Disponete all’interno di un recipiente abbastanza capiente i tuorli di uovo insieme al latte e al burro. Dopodiché dovete montare gli albumi a neve aggiungendo il sale, il cacao, la scorza delle clementine, il succo, la farina, il lievito e un pizzico di cannella. Amalgamate bene tutti gli ingredienti in modo tale da evitare la formazione di fastidiosi grumi. Quando il composto risulterà ben omogeneo mettetelo in un recipiente e cuocete in forno.

TAGS
benessereclementinecucinafruttaproprietàricettastagione