Clicca qui e scopri le nostre eccellenze
Scopri dove trovare le nostre eccellenze
Ricerca per:
Riduci
Riduci
Riduci
Cibi e ricette

Ravanelli, piccoli ma pieni di salute

10.06.15

Noti fin dai tempi dei Romani per le loro virtù rilassanti, fanno bene anche al fegato, alle vie respiratorie e ai reni

Ravanelli, piccoli ma pieni di salute
Il ravanello è una pianta che è possibile trovare in ogni parte del mondo, dall’Europa all’Africa fino alle Americhe. In Italia, nonostante la diffusione lungo tutto il territorio, è un ortaggio poco apprezzato e consumato generalmente crudo, mentre in altre nazioni il suo utilizzo in cucina è molto più diffuso, anche per la preparazione di pietanze calde.
Esistono diverse tipologie di ravanelli, che si distinguono in base al colore: quello più diffuso in Italia, è rosso con polpa bianca.
Dei ravanelli si mangiano soprattutto le radici rotonde. Il sapore è leggermente piccante ed è possibile mangiare anche le foglie, se fresche e non ingiallite.
Per controllare che i ravanelli che state comprando siano freschi, verificate sempre lo stato delle foglie, che non devono risultare appassite. È un ortaggio molto resistente, che si mantiene fino a circa una settimana, ma è consigliato consumarli prima che le foglie si affloscino.
Alimento ideale per chi segue una dieta ipocalorica, questo ortaggio apporta solo 11 calorie per 100 grammi. I ravanelli sono composti per lo più di acqua, che li rende degli ottimi diuretici, e tra i nutrienti sono ricchi di ferro, fosforo, calcio, acido folico e vitamine del gruppo B e C.
Le loro proprietà terapeutiche sono conosciute e apprezzate fin dall’antichità, in particolare per la loro caratteristica di conciliare il sonno, grazie alla capacità di rilassare i muscoli e il sistema nervoso: sono infatti considerati rimedi naturali contro l’ansia oltre che ottimi alleati di fegato, via respiratorie e reni.
I ravanelli si consumano generalmente crudi nelle insalate, nei sandwich, in pinzimonio o come contorno. Se trovate che il loro sapore sia troppo amaro, potete inciderli e lasciarli a bagno in acqua fredda per circa un’ora, prima di consumarli. Consigliamo anche di aggiungere del succo di limone alle vostre ricette con i ravanelli, per facilitarne la digestione.
In diversi paesi europei, vengono consumati anche cotti e stufati.
Sono usati in infusi e decotti come sedativo della tosse e contro le infezioni delle vie respiratorie, ma un’ottima soluzione per gustarli mantenendo inalterati tutti i loro preziosi nutrienti, soprattutto con l’avvicinarsi dell’estate e l’arrivo del caldo, è sotto forma di centrifugati. Si abbinano perfettamente sia a frutta che verdura, ad esempio con carote, sedano, mele, arance e mandarini, senza dimenticare mai un po’ di prezzemolo e di succo di limone.
TAGS
ortaggi; nutrienti; vitamine; ravanelli;

Continuando con la navigazione in questo sito, accordi l'utilizzo dei nostri cookie. Approfondisci

COOKIE POLICY

I cookie sono piccoli file di testo che i siti visitati inviano al terminale dell'utente, dove vengono memorizzati, per poi essere ritrasmessi agli stessi siti alla visita successiva.
Il Sito utilizza cookie tecnici, sia propri che di terze parti. Tali cookie, essendo di natura tecnica, non richiedono il preventivo consenso dell’Utente per essere installati ed utilizzati.
Il Sito utilizza, inoltre, cookie di profilazione di terze parti. Con riguardo a tali cookie, il consenso dell’Utente si assume prestato ogniqualvolta l’utente faccia click sul tasto “Accetto”, presente all’interno del banner che appare nella homepage. L’Utente può, in ogni caso, revocare in un secondo momento il proprio consenso all’installazione di tali cookie.

In particolare, i cookie utilizzati nel Sito sono riconducibili alle seguenti sottocategorie:
- cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del Sito. Non essendo memorizzati sul computer dell’utente, svaniscono con la chiusura del browser;
- cookie analitici, con cui sono raccolte e analizzate informazioni statistiche sul numero degli utenti e sulle visite al Sito;
- social widgets e plugin: alcuni widgets e plugin messi a disposizione dai social network possono utilizzare propri cookies per facilitare l’interazione con il sito di riferimento;
- cookie di profilazione, che sono utilizzati per raccogliere informazioni sulle preferenze e abitudini espresse dall’utente durante la propria navigazione e quindi rendere le inserzioni pubblicitarie fornite dalle terze parti più coinvolgenti e mirate.

Di seguito sono elencati i cookie di terze parti installati sul Sito. Per ciascuno di essi è riportato il link alla relativa informativa sul trattamento dei dati personali effettuato e sulle modalità per l’eventuale disattivazione dei cookie utilizzati. In merito ai cookie di terze parti, il Titolare ha unicamente l'obbligo di inserire nella presente policy il link al sito della terza parte. È a carico di tale soggetto, invece, l'obbligo dell'informativa e dell'indicazione delle modalità per l'eventuale consenso e/o disattivazione dei cookie.
- Google Analytics: Informativa | Opt Out

I cookie possono essere disabilitati dall’utente modificando le impostazioni del browser sulla base delle istruzioni rese disponibili dai relativi fornitori ai link elencati di seguito.

- Internet Explorer
- Mozilla Firefox
- Google Chrome
- Apple Safari
- Opera

Chiudi