Clicca qui e scopri le nostre eccellenze
Scopri dove trovare le nostre eccellenze
Ricerca per:
Riduci
Riduci
Riduci
Notizie

La campagna ci aiuta a trovare la nostra idea di felicità

25.08.14

La densa conversazione tra Carlo Petrini e Luis Sepúlveda (Un’idea di felicità, Slow Food Edizioni) ci regala spunti e argomenti interessanti nei più disparati capi del sapere, dalla storia all’economia, dall’etica all’ambiente, spesso, attraverso il filtro di storie e personaggi formidabili anche se sconosciuti.  Il primo risultato è, dunque, quello di amalgamare politica e poesie […]

La campagna ci aiuta a trovare la nostra “idea di felicità”

La densa conversazione tra Carlo Petrini e Luis Sepúlveda (Un’idea di felicità, Slow Food Edizioni) ci regala spunti e argomenti interessanti nei più disparati capi del sapere, dalla storia all’economia, dall’etica all’ambiente, spesso, attraverso il filtro di storie e personaggi formidabili anche se sconosciuti.  Il primo risultato è, dunque, quello di amalgamare politica e poesie e di conciliare attivismo e letteratura perché “attraverso il cibo si può fare tutto” (p. 37).
In effetti, la ricerca della felicità che guida gli autori, nel ricordo anche biografico di vicende minori o nella cornice collettiva di scelte istituzionali procede attraverso il racconto del cibo e dei mestieri che lo rendono disponibile e condiviso in ogni angolo del globo: dalle favelas brasiliane, alle griglierie cilene, alle panetterie d Amburgo.

IL RISCATTO DELL’ENOGASTRONOMIA
Così, parlando di piccole cose che ruotano attorno alla memoria di comunità povere o ribelli ma sempre entusiaste ed
accoglienti, si mette a punto un vero programma rivoluzionario: quello di liberare il mondo dalla fame e dalla malnutrizione, mentre, in contemporanea, siamo “tutti imbalsamati intorno alla spettacolarizzazione televisiva del cibo che spopola a ogni latitudine” (p. 38). È il riscatto della dimensione gastronomica che possiamo piegare in vista del concreto cambiamento dell’economia di mercato capace, oggi, di emarginare i più poveri e umili dalla tavola, in modo da restituire il diritto alla autosufficienza e alla diversità alimentare soppiantato dalla redditività. Occorre, infatti, acquistare consapevolezza che l’intensificazione produttiva celebrata dalle multinazionali con l’ausilio di tecnologie transgeniche continua a provocare povertà e devastazione dell’ambiente e, in particolare, a privare della cultura dello stare assieme, di essere comunità che condivide qualcosa che è stato fatto con amore: “ogni pasto, per quanto
semplice, contiene una molteplicità di storie. C’è la storia del contadino che ha piantato e coltivato la pianta e magari la storia del viaggio della patata da un  paese all’altro. Quello del vignaiolo che ha coltivato la vite e prodotto il vino, e magari quello del viaggio del vino da un continente all’altro”(p. 74).
 
BUONO, PULITO E GIUSTO
Ma se si persegue un’idea forte, sottolineano gli autori, è possibile vincere, tanto che è proprio nelle tappe di  avvicinamento al cibo buono, pulito e giusto che si rintraccia la felicità attraverso un’inedita alleanza tra agricoltori, pescatori e consumatori, che allestiscono orti urbani e inaugurano mercati di vendita diretta, interpretano vecchi saperi ed esercitano nuovi mestieri. Insomma, assumono importanti decisioni politiche, ribellandosi ad un sistema che sotto
la copertura di loghi e marchi celebri tende ad appropriarsi della fonte di benessere più importante che abbiamo: ciò che
mangiamo.
 
Articolo di Stefano Masini pubblicato sul numero 36 de “Il Punto di Campagna Amica”
TAGS
campagna; cibo;

Continuando con la navigazione in questo sito, accordi l'utilizzo dei nostri cookie. Approfondisci

COOKIE POLICY

I cookie sono piccoli file di testo che i siti visitati inviano al terminale dell'utente, dove vengono memorizzati, per poi essere ritrasmessi agli stessi siti alla visita successiva.
Il Sito utilizza cookie tecnici, sia propri che di terze parti. Tali cookie, essendo di natura tecnica, non richiedono il preventivo consenso dell’Utente per essere installati ed utilizzati.
Il Sito utilizza, inoltre, cookie di profilazione di terze parti. Con riguardo a tali cookie, il consenso dell’Utente si assume prestato ogniqualvolta l’utente faccia click sul tasto “Accetto”, presente all’interno del banner che appare nella homepage. L’Utente può, in ogni caso, revocare in un secondo momento il proprio consenso all’installazione di tali cookie.

In particolare, i cookie utilizzati nel Sito sono riconducibili alle seguenti sottocategorie:
- cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del Sito. Non essendo memorizzati sul computer dell’utente, svaniscono con la chiusura del browser;
- cookie analitici, con cui sono raccolte e analizzate informazioni statistiche sul numero degli utenti e sulle visite al Sito;
- social widgets e plugin: alcuni widgets e plugin messi a disposizione dai social network possono utilizzare propri cookies per facilitare l’interazione con il sito di riferimento;
- cookie di profilazione, che sono utilizzati per raccogliere informazioni sulle preferenze e abitudini espresse dall’utente durante la propria navigazione e quindi rendere le inserzioni pubblicitarie fornite dalle terze parti più coinvolgenti e mirate.

Di seguito sono elencati i cookie di terze parti installati sul Sito. Per ciascuno di essi è riportato il link alla relativa informativa sul trattamento dei dati personali effettuato e sulle modalità per l’eventuale disattivazione dei cookie utilizzati. In merito ai cookie di terze parti, il Titolare ha unicamente l'obbligo di inserire nella presente policy il link al sito della terza parte. È a carico di tale soggetto, invece, l'obbligo dell'informativa e dell'indicazione delle modalità per l'eventuale consenso e/o disattivazione dei cookie.
- Google Analytics: Informativa | Opt Out

I cookie possono essere disabilitati dall’utente modificando le impostazioni del browser sulla base delle istruzioni rese disponibili dai relativi fornitori ai link elencati di seguito.

- Internet Explorer
- Mozilla Firefox
- Google Chrome
- Apple Safari
- Opera

Chiudi