Scopri dove trovare le nostre eccellenze
Scopri dove trovare le nostre eccellenze
Notizie

A Expo il weekend ha il gusto delle carni made in Umbria

19.06.15

Nelle serate di venerdì e sabato educational e degustazioni con “Chianina by Night”, precedute a pranzo dagli sfizi del “Suino Umbria Day”

Anche sua maestà la Chianina e il maiale 100% Umbria, tra i protagonisti della movida milanese all’Expo nel prossimo fine settimana, con una serie di iniziative incentrate sulla carne umbra, in collaborazione con l’Associazione Regionale Allevatori dell’Umbria, il CCBI Consorzio Produttori Carne Bovina Pregiata delle Razze Italiane, Co.pro.car. San Nicolò e Agrigest Società Cooperativa Agricola di Montecastrilli, che interverranno con educational e degustazioni nel padiglione Coldiretti.
Una fondamentale opportunità per valorizzare la zootecnia umbra al di fuori dei confini regionali e a livello internazionale, per conoscerne le peculiarità, la qualità e anche gli usi più gustosi nella cucina tipica nostrana. Spazio dunque nelle serate di venerdì e sabato ad educational e ricche degustazioni con l’appuntamento “Chianina by Night”, precedute a pranzo, negli stessi giorni, da sfiziosi “Suino Umbria Day”. Tra i piatti proposti, hamburger e tagliate di chianina, ma anche salumi e carni fresche di maiale 100% made in Umbria.
Si tratta delle due principali eccellenze della zootecnia umbra che rappresenta il 42% della Produzione Lorda Vendibile dell’agricoltura regionale.
La chianina in Umbria conta circa 14mila capi in 530 allevamenti (oltre il 30% del patrimonio nazionale), distribuiti soprattutto nelle aree più svantaggiate, dove questa razza garantisce presidio del territorio e gestione sostenibile dell’ambiente grazie all’allevamento semibrado che utilizza gran parte dei pascoli di collina e montagna. Proprio questo tipo di allevamento e le caratteristiche della razza assicurano al consumatore un alimento dietetico, di grande salubrità, grazie al basso contenuto di colesterolo e di grassi saturi, simili a quello del pollo e del pesce.
Anche l’allevamento del suino, seppure abbia vissuto una consistente riduzione negli ultimi anni (180mila i capi rimasti), rappresenta ancora un fondamentale caposaldo della zootecnia regionale e della gastronomia di qualità. Il “Suino Umbria” è un fiore all’occhiello di questa realtà: ottenuto da genetica italiana, allevato attraverso una filiera certificata e controllata, interamente umbra, unisce la qualità della tradizione con l’innovazione nella gestione, grazie ad un rigoroso disciplinare di produzione attento all’alimentazione, alla sanità e al benessere degli animali.
TAGS
Expo 2015; suino; chianina; carne; umbria;