Scopri dove trovare le nostre eccellenze
Scopri dove trovare le nostre eccellenze
Notizie

Ferie d’agosto, la tradizione resiste

11.08.14

​Il 49 per cento degli italiani ha scelto questo mese per trascorrere le ferie estive. In 13 milioni trascorreranno almeno un giorno di vacanza fuori casa

Ferie d’agosto, la tradizione resiste
Circa la metà degli italiani in vacanza (49 per cento) ha scelto di trascorrere le ferie nel mese di agosto che si conferma il preferito dai vacanzieri con quasi 13 milioni di abitanti del Belpaese che trascorreranno almeno un giorno di vacanza fuori casa durante l’agosto 2014. È quanto emerge da una analisi Coldiretti/Ixè nel primo grande esodo, dalla quale si evidenzia che la crisi ha tagliato le vacanze degli italiani, ma non sembra aver cambiato  l’abitudine, tutta nazionale, di concentrarle nel mese di agosto, nonostante le criticità. Criticità che, comunque, per quanto riguarda la viabilità stradale, dovrebbero essere limitate, al punto che Autostrade per l’Italia ha previsto un unico bollino nero per l’estate 2014, nella mattina di sabato 9 agosto. Le partenze di agosto costano care ai vacanzieri che sono costretti ad affrontare le tariffe dell’alta stagione che nelle strutture ricettive e nelle varie attività di svago possono essere pari anche al doppio di quelle degli altri periodi dell’anno. Tuttavia, complice anche il maltempo di giugno e di luglio, quest’anno i vacanzieri hanno preferito tagliare su altro: il 12 per cento ha accorciato la durata mentre il 10 per cento ha scelto destinazioni più vicine e il 9 per cento ha fatto una riduzione lineare di tutti i costi, secondo Coldiretti/Ixè. Per il 43 per cento degli italiani la vacanza dura meno di una settimana, per il 33 per cento da una a due settimane, per il 15 per cento da due a tre settimane e solo per il 9 per cento più di 3 settimane. Tra le destinazioni gli italiani quest’estate continuano a preferire il mare dove si recheranno il 71 per cento dei vacanzieri, ma un corposo 18 per cento ha scelto la montagna, il 6 per cento le città d’arte, il 5 per cento il lago e il 3 per cento la campagna che fa segnare un aumento rispetto allo scorso anno anche grazie alla qualificazione e diversificazione dell’offerta agrituristica, ma anche all’ottimo rapporto tra prezzi/qualità con la scelta che avviene sempre più di frequente attraverso siti come il nostro e www.terranostra.it.
TAGS
mare; vacanze; campagna; CRISI; montagna; agriturismo;