Clicca qui e scopri le nostre eccellenze
Scopri dove trovare le nostre eccellenze
Ricerca per:
Riduci
Riduci
Riduci
Notizie

Il clima chiama, l’inverno non risponde

14.02.20

La natura è in tilt a macchia di leopardo lungo la Penisola dove si sono verificate fioriture anticipate da Nord a Sud

Il clima chiama, l'inverno non risponde

Non è esagerato affermare che quest’anno l’inverno ha deciso di non visitarci. Le buone premesse di novembre, da un punto di vista delle precipitazioni nevose in montagna, si sono rivelate purtroppo non veritiere e oggi, a metà febbraio, le montagne dell’Appennino, in particolare, appaiono praticamente spoglie dal candido velo. Al Nord è presente la neve autunnale che resiste, ma poca se ne è aggiunta nei successivi mesi. Questo potrebbe determinare un impoverimento delle falde acquifere con conseguente carenza idrica nei mesi primaverili ed estivi.

Parliamo di un’altra spia dei cambiamenti climatici in atto. Ripetiamo, l’evento in sé non può essere la prova delle modificazioni del clima, ma l’insieme di tutte le stranezze che di anno in anno si susseguono dipinge un quadro purtroppo preoccupante. Le piante e gli animali non riescono ad adattarsi a un cambiamento così drastico e rapido. Perciò non ci deve stupire la fioritura anticipata degli alberi da frutto o la comparsa delle primizie sui tavoli dei mercati. Siamo solo a metà febbraio, ma è come se fosse fine marzo. Il timore reale è che, come è avvenuto a maggio dell’anno scorso, possano esserci fenomeni invernali tardivi con il serio rischio che germogli, fiori, frutti in maturazione subiscano danni dal meteo impazzito. Su questo è necessario un adattamento degli agricoltori per mettere a punto tutte le strategie per mitigare eventuali fenomeni estremi.

Dall’altra è fondamentale la consapevolezza del consumatore che dovrebbe aver chiaro l’impatto che il clima ha sull’offerta di prodotti e sulle fluttuazioni dei prezzi. Un clima regolare permette la programmazione e la riduzione di costi, un offerta ricca e diversificata di prodotti. Al contrario con un meteo impazzito si potrebbe verificare la distruzione di interi raccolti lavorati per mesi e cancellati a pochi giorni dalla raccolta. In tal senso i consumatori possono scegliere di acquistare i prodotti degli agricoltori italiani per supportarli in periodi difficili. Senza perciò voler fare i “profeti di sventura”, però dovremmo tutti essere coscienti dei rischi e della frequenza che comunque aumenterà, dei fenomeni metereologici estremi.

Altra storia è intervenire sulle cause di questi disastri. Ma di questo abbiamo parlato davvero spesso! Adattamento e prevenzione non possono non viaggiare insieme. Solo così si potrà costruire un futuro per la nostra società.

TAGS
ambientecambiamenti climaticiclimainvernoprimavera

Continuando con la navigazione in questo sito, accordi l'utilizzo dei nostri cookie. Approfondisci

COOKIE POLICY

I cookie sono piccoli file di testo che i siti visitati inviano al terminale dell'utente, dove vengono memorizzati, per poi essere ritrasmessi agli stessi siti alla visita successiva.
Il Sito utilizza cookie tecnici, sia propri che di terze parti. Tali cookie, essendo di natura tecnica, non richiedono il preventivo consenso dell’Utente per essere installati ed utilizzati.
Il Sito utilizza, inoltre, cookie di profilazione di terze parti. Con riguardo a tali cookie, il consenso dell’Utente si assume prestato ogniqualvolta l’utente faccia click sul tasto “Accetto”, presente all’interno del banner che appare nella homepage. L’Utente può, in ogni caso, revocare in un secondo momento il proprio consenso all’installazione di tali cookie.

In particolare, i cookie utilizzati nel Sito sono riconducibili alle seguenti sottocategorie:
- cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del Sito. Non essendo memorizzati sul computer dell’utente, svaniscono con la chiusura del browser;
- cookie analitici, con cui sono raccolte e analizzate informazioni statistiche sul numero degli utenti e sulle visite al Sito;
- social widgets e plugin: alcuni widgets e plugin messi a disposizione dai social network possono utilizzare propri cookies per facilitare l’interazione con il sito di riferimento;
- cookie di profilazione, che sono utilizzati per raccogliere informazioni sulle preferenze e abitudini espresse dall’utente durante la propria navigazione e quindi rendere le inserzioni pubblicitarie fornite dalle terze parti più coinvolgenti e mirate.

Di seguito sono elencati i cookie di terze parti installati sul Sito. Per ciascuno di essi è riportato il link alla relativa informativa sul trattamento dei dati personali effettuato e sulle modalità per l’eventuale disattivazione dei cookie utilizzati. In merito ai cookie di terze parti, il Titolare ha unicamente l'obbligo di inserire nella presente policy il link al sito della terza parte. È a carico di tale soggetto, invece, l'obbligo dell'informativa e dell'indicazione delle modalità per l'eventuale consenso e/o disattivazione dei cookie.
- Google Analytics: Informativa | Opt Out

I cookie possono essere disabilitati dall’utente modificando le impostazioni del browser sulla base delle istruzioni rese disponibili dai relativi fornitori ai link elencati di seguito.

- Internet Explorer
- Mozilla Firefox
- Google Chrome
- Apple Safari
- Opera

Chiudi