Clicca qui e scopri le nostre eccellenze
Scopri dove trovare le nostre eccellenze
Ricerca per:
Riduci
Riduci
Riduci
Notizie

Cos’è l’Earth Overshoot Day?

18.10.19

Questa espressione segna la data in cui la domanda di risorse ecologiche e servizi naturali in un dato giorno eccede ciò che gli ecosistemi terrestri sono in grado di rigenerare in quell’anno stesso

Cos’è l’Earth Overshoot Day?

Questa espressione, non molto diffuso nel linguaggio quotidiano, segna la data in cui la domanda di risorse ecologiche e servizi naturali in un dato giorno eccede ciò che gli ecosistemi terrestri sono in grado di rigenerare in quell’anno stesso. Il sovrasfruttamento naturale continua ad aumentare di anno in anno, prosciugando le nostre ricchezze naturali e mostrando le sue conseguenze nell’accumulo di rifiuti, deforestazione, erosione del suolo, perdita di biodiversità, e immissione di anidride carbonica in atmosfera che porta ai cambiamenti climatici e a seri fenomeni di siccità, incendi e uragani. Gli ultimi 20 anni hanno visto il sovrasfruttamento delle risorse aumentare sempre più, anticipando l’Earth Overshoot Day fino a tre mesi; nel 2019 questo giorno è caduto il 29 luglio, mai così presto da quando ha avuto inizio questo fenomeno devastante. In poche parole l’uomo sta utilizzando 1,75 pianeti terra all’anno, non permettendo agli ecosistemi di rigenerarsi in tempo.

Secondo i dati del Global Footprint Network, associazione no profit fondata da Mathis Wackernagel e co-ideatore dell’Impronta Ecologica, l’impronta ecologica dei paesi in via di svilippo è molto più bassa in quanto le popolazioni hanno meno accesso alle risorse naturali. È emblematico il caso dei paesi africani, molti dei quali non presenti tra le statistiche in quanto i livelli di povertà  sono altissimi e l’accesso delle popolazioni locali alle risorse naturali sono scarse. Ma nonostante non siano presenti nelle tabelle dell’impronta ecologica non bisogna dimenticare che il continente africano è sfruttato e prosciugato dall’ingordigia dei paesi più ricchi e industrializzati.

L’esigenza di trovare un equilibrio costante tra uomo e natura è costante e imprescindibile dalla nostra esistenza. Il vero punto su cui focalizzarsi è se si vuole raggiungere questo equilibrio in seguito alle catastrofi naturali che già hanno iniziato a colpire il nostro pianeta o se si sceglie consapevolmente di cambiare per non avere un pianeta morente. Invertire rotta è possibile se si collaborasse su temi strategici come energia, alimentazione, città e popolazioni, risorse etc etc.. Le azioni e le opportunità di cambiamento potrebbero essere molte e potrebbero essere applicate molte buone pratiche su temi come lo spreco alimentare o l’agricolturale sostenibile, petizioni per la gestione delle risorse naturali in modo sostenibile, oppure discutere sul problema della sovrapopolazione e della povertà diffusa.

E sono proprio le tematiche agroalimentari che in primis interessano Fondazione Campagna Amica. Il suo impegno costante sul territorio cerca di diffondere e sviluppare un tipo di cultura agricola e alimentare differente, basata sulla sostenibilità e sul rispetto dell’ambiente e la rigenerazione ecosistemica, che contrasti gli sprechi alimentari e che recuperi la tradizione e le sue tecniche per cercare di ottimizzare le risorse  naturali usate e non inquinare. Tramite una spesa sostenibile e consapevole presso la rete dei mercati di vendita diretta di Campagna Amica è possibile iniziare ad agire per invertire rotta e posticipare così l’Earth Overshoot Day. Un piccolo gesto che se attuato da migliaia di persone può realmente cambiare le sorti del nostro pianeta.

TAGS
ambientebiodiversitàecologiaecosistemamercato contadinorisorse

Continuando con la navigazione in questo sito, accordi l'utilizzo dei nostri cookie. Approfondisci

COOKIE POLICY

I cookie sono piccoli file di testo che i siti visitati inviano al terminale dell'utente, dove vengono memorizzati, per poi essere ritrasmessi agli stessi siti alla visita successiva.
Il Sito utilizza cookie tecnici, sia propri che di terze parti. Tali cookie, essendo di natura tecnica, non richiedono il preventivo consenso dell’Utente per essere installati ed utilizzati.
Il Sito utilizza, inoltre, cookie di profilazione di terze parti. Con riguardo a tali cookie, il consenso dell’Utente si assume prestato ogniqualvolta l’utente faccia click sul tasto “Accetto”, presente all’interno del banner che appare nella homepage. L’Utente può, in ogni caso, revocare in un secondo momento il proprio consenso all’installazione di tali cookie.

In particolare, i cookie utilizzati nel Sito sono riconducibili alle seguenti sottocategorie:
- cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del Sito. Non essendo memorizzati sul computer dell’utente, svaniscono con la chiusura del browser;
- cookie analitici, con cui sono raccolte e analizzate informazioni statistiche sul numero degli utenti e sulle visite al Sito;
- social widgets e plugin: alcuni widgets e plugin messi a disposizione dai social network possono utilizzare propri cookies per facilitare l’interazione con il sito di riferimento;
- cookie di profilazione, che sono utilizzati per raccogliere informazioni sulle preferenze e abitudini espresse dall’utente durante la propria navigazione e quindi rendere le inserzioni pubblicitarie fornite dalle terze parti più coinvolgenti e mirate.

Di seguito sono elencati i cookie di terze parti installati sul Sito. Per ciascuno di essi è riportato il link alla relativa informativa sul trattamento dei dati personali effettuato e sulle modalità per l’eventuale disattivazione dei cookie utilizzati. In merito ai cookie di terze parti, il Titolare ha unicamente l'obbligo di inserire nella presente policy il link al sito della terza parte. È a carico di tale soggetto, invece, l'obbligo dell'informativa e dell'indicazione delle modalità per l'eventuale consenso e/o disattivazione dei cookie.
- Google Analytics: Informativa | Opt Out

I cookie possono essere disabilitati dall’utente modificando le impostazioni del browser sulla base delle istruzioni rese disponibili dai relativi fornitori ai link elencati di seguito.

- Internet Explorer
- Mozilla Firefox
- Google Chrome
- Apple Safari
- Opera

Chiudi