Clicca qui e scopri le nostre eccellenze
Scopri dove trovare le nostre eccellenze
Ricerca per:
Riduci
Riduci
Riduci
Notizie

Clima, patto per il compost salva ambiente

15.10.19

Ogni anno 7 milioni di tonnellate di rifiuti organici dei centri urbani vengono trasformati in compost di qualità per concimare in modo naturale e sostenibile i campi agricoli contribuendo così ad abbattere l’inquinamento e a gestire al meglio la raccolta differenziata

Clima, patto per il compost salva ambiente

Ogni anno 7 milioni di tonnellate di rifiuti organici dei centri urbani vengono trasformati in compost di qualità per concimare in modo naturale e sostenibile i campi agricoli contribuendo così ad abbattere l’inquinamento e a gestire al meglio la raccolta differenziata. È quanto emerge dall’accordo siglato a Cernobbio al Forum internazionale dell’agricoltura della Coldiretti da parte del presidente di Coldiretti Ettore Prandini e dal presidente del Consorzi Italiano Compostatori (Cic) Flavio Bizzoni per la creazione di una filiera virtuosa sulla produzione di compost di qualità Made in Italy per contribuire ad raggiungere l’obiettivo del 65% di raccolta differenziata a livello nazionale incentivando il riutilizzo della frazione organica.

Entro i prossimi 5 anni si prevede un aumento di circa due milioni di tonnellate all’anno di raccolta differenziata del rifiuto organico rispetto ai quantitativi attuali con un sistema di riciclo che si stima possa creare alcune migliaia di nuovi posti di lavoro diretti oltre all’indotto.

In Europa i rifiuti organici di origine urbana sono circa 96 milioni di tonnellate di cui il 66% finisce in discarica contro il 23% dell’Italia. L’utilizzo di questi scarti può dare un grosso contributo alla difesa dell’ambiente attraverso la creazione di compost di qualità in grado di arricchire naturalmente i terreni agricoli che sono fra i principali bacini di cattura del carbonio oltre a produrre il 95% del cibo che serve a sfamare una popolazione globale che negli ultimi 50 anni è raddoppiata passando da 3,5 a 7,6 miliardi di persone.

I sistemi alimentari e le pratiche agricole sono elementi cruciali di un nuovo modello di sviluppo che permetta di vivere nei limiti della natura puntando sulla qualità del cibo e dei terreni che lo producono. Il suolo è una risorsa non rinnovabile e per questo c’è bisogno di pratiche rigenerative per evitare la perdita di fertilità.

Al fine di potenziare il riciclo del rifiuto organico di qualità, Coldiretti e Consorzio italiano compostatori si impegnano a sostenere campagne e progetti di sensibilizzazione e di raccolta differenziata fra i cittadini, a sviluppare piani per la realizzazione di compost e biometano, attuare un sistema di monitoraggio sulla qualità degli scarti organici utilizzati attraverso meccanismi di tracciabilità del compost e con una etichetta d’origine dei rifiuti e dello stabilimento di lavorazione oltre a informazioni sul miglior uso agronomico del compost in base al tipo di coltivazione e terreno.

All’interno di un sistema di economia circolare sostenibile oltre a contrastare tutti i possibili fenomeni di illegalità è necessario arrivare a una norma condivisa sulla gestione del suolo oltre a promuovere strumenti all’interno della Pac (Politica agricola comunitaria) e degli accordi Climate Change e Horizon Future per un ritorno di risorse all’agricoltura per il mantenimento della qualità dei suoli, la decarbonizzazione e l’uso di prodotti biodegradabili.

TAGS
accordoclimacompostorganicorifiuti

Continuando con la navigazione in questo sito, accordi l'utilizzo dei nostri cookie. Approfondisci

COOKIE POLICY

I cookie sono piccoli file di testo che i siti visitati inviano al terminale dell'utente, dove vengono memorizzati, per poi essere ritrasmessi agli stessi siti alla visita successiva.
Il Sito utilizza cookie tecnici, sia propri che di terze parti. Tali cookie, essendo di natura tecnica, non richiedono il preventivo consenso dell’Utente per essere installati ed utilizzati.
Il Sito utilizza, inoltre, cookie di profilazione di terze parti. Con riguardo a tali cookie, il consenso dell’Utente si assume prestato ogniqualvolta l’utente faccia click sul tasto “Accetto”, presente all’interno del banner che appare nella homepage. L’Utente può, in ogni caso, revocare in un secondo momento il proprio consenso all’installazione di tali cookie.

In particolare, i cookie utilizzati nel Sito sono riconducibili alle seguenti sottocategorie:
- cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del Sito. Non essendo memorizzati sul computer dell’utente, svaniscono con la chiusura del browser;
- cookie analitici, con cui sono raccolte e analizzate informazioni statistiche sul numero degli utenti e sulle visite al Sito;
- social widgets e plugin: alcuni widgets e plugin messi a disposizione dai social network possono utilizzare propri cookies per facilitare l’interazione con il sito di riferimento;
- cookie di profilazione, che sono utilizzati per raccogliere informazioni sulle preferenze e abitudini espresse dall’utente durante la propria navigazione e quindi rendere le inserzioni pubblicitarie fornite dalle terze parti più coinvolgenti e mirate.

Di seguito sono elencati i cookie di terze parti installati sul Sito. Per ciascuno di essi è riportato il link alla relativa informativa sul trattamento dei dati personali effettuato e sulle modalità per l’eventuale disattivazione dei cookie utilizzati. In merito ai cookie di terze parti, il Titolare ha unicamente l'obbligo di inserire nella presente policy il link al sito della terza parte. È a carico di tale soggetto, invece, l'obbligo dell'informativa e dell'indicazione delle modalità per l'eventuale consenso e/o disattivazione dei cookie.
- Google Analytics: Informativa | Opt Out

I cookie possono essere disabilitati dall’utente modificando le impostazioni del browser sulla base delle istruzioni rese disponibili dai relativi fornitori ai link elencati di seguito.

- Internet Explorer
- Mozilla Firefox
- Google Chrome
- Apple Safari
- Opera

Chiudi