Clicca qui e scopri le nostre eccellenze
Scopri dove trovare le nostre eccellenze
Ricerca per:
Riduci
Riduci
Riduci
Agricoltura sociale

Agricoltura Sociale: il territorio in cammino

02.10.19

L’incontro a Verona per tracciare il percorso della normativa regionale del Veneto

Agricoltura Sociale: il territorio in cammino

Nuovi passi verso la rete di Agricoltura Sociale di Coldiretti. Questa mattina a Verona in Camera di Commercio, agricoltori, tecnici e responsabili legali si sono confrontati sulla materia alla luce del nuovo Decreto Attuativo della legge 141/2105.

Nel formulare la prima legge sull’agricoltura sociale, la Regione Veneto  ha intuito la necessità di disciplinare il settore e riconoscere il ruolo strategico della azienda agricola per il welfare – ha detto in apertura dei lavori il presidente di Coldiretti Veneto Daniele Salvagno –  A distanza di qualche anno occorre un ulteriore sforzo da parte del legislatore per dare un profilo professionale agli operatori agricoli che scelgono l’integrazione e la terapia per sostenere l’inserimento lavorativo di emarginati o disagiati. Prevedere nella normativa socio sanitaria l’offerta delle fattorie sociali è lo snodo che può portare al successo una normativa ancora pioniera in Italia”.

La discussione a cui hanno partecipato il Direttore della Fondazione Campagna Amica, Carmelo Troccoli, Mario Giuseppe Paolucci, Servizio Autonomie Territoriali Coldiretti e Gianfranco Calabria, Responsabile del Servizio Autonomie Territoriali è proseguita con la descrizione del decreto attuativo e il passaggio sugli sforzi che la Fondazione Campagna Amica sta mettendo in campo per rendere riconoscibili le aziende agricole che si occupano di agricoltura sociale anche attraverso l’idea di un marchio etico della Fondazione Campagna Amica. Il decreto indica la strada a tutte le istituzioni pubbliche locali su nuove competenze e campi di applicazione per poter meglio esprimere la capacità multifunzionale dell’impresa. Jacopo Testoni del Dipartimento Agroalimentare Regione Veneto ha delineato lo stato dell’arte dell’elenco delle fattorie sociali e le vicissitudini per il conseguimento dei titoli per intraprendere questo mestiere.

Coldiretti nell’istituire una rete nazionale – ha detto Roberto Moncalvo della Giunta Confederale – crede in questa frontiera tanto da aver lavorato per la miglioria dei provvedimenti. Difficile armonizzare testi e documenti in base all’avanguardia della realtà rurale. È indubbio il servizio prestato dalle fattorie come modello tradizionale che si espone in versione innovativa. Per questo l’intervento deve essere politico, costruito in una visione aperta, nell’ottica di creazione di nuova occupazione, di strutture alternative verso una sicura competitiva aziendale”. L’Agricoltura Sociale cresce e sempre più occasioni di discussione saranno organizzate nelle regioni del nostro Belpaese.

TAGS
agricoltura socialeterritorioveneto

Continuando con la navigazione in questo sito, accordi l'utilizzo dei nostri cookie. Approfondisci

COOKIE POLICY

I cookie sono piccoli file di testo che i siti visitati inviano al terminale dell'utente, dove vengono memorizzati, per poi essere ritrasmessi agli stessi siti alla visita successiva.
Il Sito utilizza cookie tecnici, sia propri che di terze parti. Tali cookie, essendo di natura tecnica, non richiedono il preventivo consenso dell’Utente per essere installati ed utilizzati.
Il Sito utilizza, inoltre, cookie di profilazione di terze parti. Con riguardo a tali cookie, il consenso dell’Utente si assume prestato ogniqualvolta l’utente faccia click sul tasto “Accetto”, presente all’interno del banner che appare nella homepage. L’Utente può, in ogni caso, revocare in un secondo momento il proprio consenso all’installazione di tali cookie.

In particolare, i cookie utilizzati nel Sito sono riconducibili alle seguenti sottocategorie:
- cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del Sito. Non essendo memorizzati sul computer dell’utente, svaniscono con la chiusura del browser;
- cookie analitici, con cui sono raccolte e analizzate informazioni statistiche sul numero degli utenti e sulle visite al Sito;
- social widgets e plugin: alcuni widgets e plugin messi a disposizione dai social network possono utilizzare propri cookies per facilitare l’interazione con il sito di riferimento;
- cookie di profilazione, che sono utilizzati per raccogliere informazioni sulle preferenze e abitudini espresse dall’utente durante la propria navigazione e quindi rendere le inserzioni pubblicitarie fornite dalle terze parti più coinvolgenti e mirate.

Di seguito sono elencati i cookie di terze parti installati sul Sito. Per ciascuno di essi è riportato il link alla relativa informativa sul trattamento dei dati personali effettuato e sulle modalità per l’eventuale disattivazione dei cookie utilizzati. In merito ai cookie di terze parti, il Titolare ha unicamente l'obbligo di inserire nella presente policy il link al sito della terza parte. È a carico di tale soggetto, invece, l'obbligo dell'informativa e dell'indicazione delle modalità per l'eventuale consenso e/o disattivazione dei cookie.
- Google Analytics: Informativa | Opt Out

I cookie possono essere disabilitati dall’utente modificando le impostazioni del browser sulla base delle istruzioni rese disponibili dai relativi fornitori ai link elencati di seguito.

- Internet Explorer
- Mozilla Firefox
- Google Chrome
- Apple Safari
- Opera

Chiudi