Clicca qui e scopri le nostre eccellenze
Scopri dove trovare le nostre eccellenze
Ricerca per:
Riduci
Riduci
Riduci
Basilicata

Matera e i sapori della cultura rurale

09.04.19

Testimonianze, feste e assaggi  della tradizione contadina materana: un viaggio tra i gusti e i riti, dalla cialledda alla cràpiata.

Matera e i sapori della cultura rurale

Sono davvero tanti gli spunti di scoperta e arricchimento culturale che offre Matera, il suo territorio e la sua storia millenaria. La versione contadina della cultura materana trova la sua migliore espressione nelle  eccellenze enogastronomiche, testimonianze di tradizioni agricole tramandate per secoli e della “creatività” di una cucina semplice (povera secondo alcuni parametri) ma talmente radicata nelle persone tanto da sfidare il tempo… e vincere la sfida!

Una tradizione secolare e autentica dunque quella della cucina contadina materana, che trova materie prime e ispirazione nell’agricoltura e nelle sue stagioni, nella pastorizia e nei suoi rituali. Troviamo allora tra i tanti piatti la cialledda o colazione dei mietitori, ricetta semplice un tempo consumata nei campi, a base di pane di Matera raffermo con aggiunta di cipolle, patate e odori, erbe spontanee o anche fiori (asfodeli in particolare);  poi tra i piatti a base di agnello, il cazzomarro, preparato con le interiora di agnello (cuore, fegato e polmone) avvolte nelle budella, un sorta di involtino gigante riempito con le frattaglie condite con aglio, prezzemolo e pecorino; altro piatto storicamente legato alla pastorizia è la pignata di pecora, uno stufato preparato in una tipica pentola di terracotta (la pignata) chiusa con un coperchio fatto di pasta (acqua e semola) dove si cuoce per diverse ore la carne della pecora più anziana e non più produttiva, insaporita con pecorino, origano, timo e finocchietto, patate e pezzetti di salumi. E ancora la strazzata, una focaccia tipica o le lagane, una pasta fresca simile alle tagliatelle ma più larga, spessa e corta, e poi quello che forse è il piatto più rappresentativo della cucina materana e piatto simbolo del forte legame dei contadini materani con la propria terra: la crapiata.

La “crapiet” – come si dice nel dialetto locale – è una particolare zuppa di legumi, patate e cereali, una ricetta tramandata da generazioni che veniva preparata alla fine della trebbiatura, per festeggiare la buona resa del nuovo raccolto e la comunità del vicinato. La crapiata aveva – ed ha tuttora – un grande valore rituale, l’intera preparazione avveniva in maniera collettiva e cominciava il 31 luglio, quando tutte le donne del vicinato raccoglievano e pulivano quanto era rimasto del vecchio raccolto: grano, farro, lenticchie, ceci, fagioli, fave, patate e piselli, li mettevano a bagno per tutta la notte per poi cuocerli la mattina del primo agosto in un paiolo posto su un treppiedi al centro del cortile. Era un’occasione molto attesa e ricca di emozioni, una festa che durava da sera, dopo la preparazione e la messa a bagno degli ingredienti, fino a notte, ore di allegria e convivialità, in cui si mangiava, si beveva e si ballava.

Una festa antichissima, come tante altre di origine pagana, che riporta con ogni probabilità alle panspermìe, zuppe di legumi e cereali offerti nell’antica Grecia a Demetra o a Dioniso per propiziare la fertilità. Una festa che ancora oggi a Matera rappresenta una tradizione molto sentita, in particolare nei rioni Sassi e nel borgo La Martella dove (il primo agosto) si svolge una sorta di “sagra” e si cucinano quintali di legumi per i visitatori, come è successo anche il 19 gennaio scorso all’indomani delle celebrazioni inaugurali di Matera Capitale della Cultura 2019 quando Coldiretti ha organizzato una crapiata da record.

Matera Capitale della Cultura 2019 è dunque una bella occasione per scoprire le usanze della cucina contadina, semplice e genuina negli Agriturismi di Campagna Amica per assaporare il gusto e vivere il rito collettivo di una tradizione che ha attraversato indenne i secoli.

Cerca il tuo agriturismo in Basilicata, agriturismo a Matera, agriturismo a Potenza

 

 

TAGS
agricolturacontadinicucinalegumimateratradizione

Continuando con la navigazione in questo sito, accordi l'utilizzo dei nostri cookie. Approfondisci

COOKIE POLICY

I cookie sono piccoli file di testo che i siti visitati inviano al terminale dell'utente, dove vengono memorizzati, per poi essere ritrasmessi agli stessi siti alla visita successiva.
Il Sito utilizza cookie tecnici, sia propri che di terze parti. Tali cookie, essendo di natura tecnica, non richiedono il preventivo consenso dell’Utente per essere installati ed utilizzati.
Il Sito utilizza, inoltre, cookie di profilazione di terze parti. Con riguardo a tali cookie, il consenso dell’Utente si assume prestato ogniqualvolta l’utente faccia click sul tasto “Accetto”, presente all’interno del banner che appare nella homepage. L’Utente può, in ogni caso, revocare in un secondo momento il proprio consenso all’installazione di tali cookie.

In particolare, i cookie utilizzati nel Sito sono riconducibili alle seguenti sottocategorie:
- cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del Sito. Non essendo memorizzati sul computer dell’utente, svaniscono con la chiusura del browser;
- cookie analitici, con cui sono raccolte e analizzate informazioni statistiche sul numero degli utenti e sulle visite al Sito;
- social widgets e plugin: alcuni widgets e plugin messi a disposizione dai social network possono utilizzare propri cookies per facilitare l’interazione con il sito di riferimento;
- cookie di profilazione, che sono utilizzati per raccogliere informazioni sulle preferenze e abitudini espresse dall’utente durante la propria navigazione e quindi rendere le inserzioni pubblicitarie fornite dalle terze parti più coinvolgenti e mirate.

Di seguito sono elencati i cookie di terze parti installati sul Sito. Per ciascuno di essi è riportato il link alla relativa informativa sul trattamento dei dati personali effettuato e sulle modalità per l’eventuale disattivazione dei cookie utilizzati. In merito ai cookie di terze parti, il Titolare ha unicamente l'obbligo di inserire nella presente policy il link al sito della terza parte. È a carico di tale soggetto, invece, l'obbligo dell'informativa e dell'indicazione delle modalità per l'eventuale consenso e/o disattivazione dei cookie.
- Google Analytics: Informativa | Opt Out

I cookie possono essere disabilitati dall’utente modificando le impostazioni del browser sulla base delle istruzioni rese disponibili dai relativi fornitori ai link elencati di seguito.

- Internet Explorer
- Mozilla Firefox
- Google Chrome
- Apple Safari
- Opera

Chiudi