Clicca qui e scopri le nostre eccellenze
Scopri dove trovare le nostre eccellenze
Ricerca per:
Riduci
Riduci
Riduci
Cibi e ricette

Fico d’India, frutto antico e prezioso

11.09.18

Buono in cucina e ricco di sostanze nutritive, si presta a ricette dolci e salate

Fico d'India, frutto antico e prezioso

Il fico d’India o Opuntia ficus-indica, è una pianta grassa, originaria del Messico e giunta in Europa nel 1500. In Italia la troviamo soprattutto in Sicilia e in Calabria. Questo frutto, dall’aspetto che incuriosisce, nel nostro Paese non è molto conosciuto, ma nella macchia mediterranea spopola, soprattutto in quelle zone dove le piogge sono scarse, come appunto la Sicilia.
La pianta del fico d’india può raggiungere i 3 metri di altezza, i suoi frutti sono di colore giallo-arancio dalla forma allungata e sono ricoperti di spine. Nonostante l’aspetto poco invitante, in realtà è un alimento ricco di vitamina C e consumarlo significa fare il pieno di benessere.

Proprietà

La polpa è carnosa e succosa, estremamente ricca di acqua, vitamine, sali minerali, zuccheri e altre sostanze nutritive notevoli. I benefici per il corpo sono molteplici: prevengono il diabete, hanno proprietà antinfiammatorie e antiossidanti, ma anche diuretiche e dimagranti. Il contenuto di potassio è di aiuto nel controllo della pressione arteriosa e il calcio è di fondamentale importanza per la cura di denti e ossa. Questo frutto, inoltre, dona un senso di sazietà utile per chi ha sempre voglia di sgranocchiare qualcosa.
Le pale (per intenderci le foglie verdi e spinose) sono ricche di fibre e hanno pochissime calorie, ma come per tutti gli alimenti, se mangiati in gran quantità possono avere controindicazioni: essendo diuretici sono sconsigliati a chi fa uso di farmaci particolari.

In cucina

La parte rossa del fico d’india può essere consumata sotto forma di marmellate, per guarnire deliziose crostate, oppure a tocchetti in fresche insalate estive. Un’alternativa culinaria potrebbe essere anche un prelibato risotto, dove il fico d’india, che rappresenta l’ingrediente principale: viene dapprima fatto rosolare in padella con cipolla a tocchetti, sfumato con vino bianco e, infine, mantecato il tutto con burro e formaggio grattugiato.
Le pale sono ottime se cucinate come i comuni fagiolini, quindi private delle spine, lessate e infine condite con olio evo, aceto e una presa di sale.
E se avete voglia di un dolcetto sfizioso, provate le frittelle fatte con la buccia del fico d’india: basta la pastella e lo zucchero a velo e potrete servire un dessert davvero alternativo.
Anche il delicato filetto di pollo si sposa bene con la polpa del fico d’india che, passata in colino e aggiunta al pollo in cottura, rappresenta una gustosa alternativa alla più comune passata di pomodoro.

TAGS
benesserecucinaestatefico d'Indiafruttaproprietà

Continuando con la navigazione in questo sito, accordi l'utilizzo dei nostri cookie. Approfondisci

COOKIE POLICY

I cookie sono piccoli file di testo che i siti visitati inviano al terminale dell'utente, dove vengono memorizzati, per poi essere ritrasmessi agli stessi siti alla visita successiva.
Il Sito utilizza cookie tecnici, sia propri che di terze parti. Tali cookie, essendo di natura tecnica, non richiedono il preventivo consenso dell’Utente per essere installati ed utilizzati.
Il Sito utilizza, inoltre, cookie di profilazione di terze parti. Con riguardo a tali cookie, il consenso dell’Utente si assume prestato ogniqualvolta l’utente faccia click sul tasto “Accetto”, presente all’interno del banner che appare nella homepage. L’Utente può, in ogni caso, revocare in un secondo momento il proprio consenso all’installazione di tali cookie.

In particolare, i cookie utilizzati nel Sito sono riconducibili alle seguenti sottocategorie:
- cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del Sito. Non essendo memorizzati sul computer dell’utente, svaniscono con la chiusura del browser;
- cookie analitici, con cui sono raccolte e analizzate informazioni statistiche sul numero degli utenti e sulle visite al Sito;
- social widgets e plugin: alcuni widgets e plugin messi a disposizione dai social network possono utilizzare propri cookies per facilitare l’interazione con il sito di riferimento;
- cookie di profilazione, che sono utilizzati per raccogliere informazioni sulle preferenze e abitudini espresse dall’utente durante la propria navigazione e quindi rendere le inserzioni pubblicitarie fornite dalle terze parti più coinvolgenti e mirate.

Di seguito sono elencati i cookie di terze parti installati sul Sito. Per ciascuno di essi è riportato il link alla relativa informativa sul trattamento dei dati personali effettuato e sulle modalità per l’eventuale disattivazione dei cookie utilizzati. In merito ai cookie di terze parti, il Titolare ha unicamente l'obbligo di inserire nella presente policy il link al sito della terza parte. È a carico di tale soggetto, invece, l'obbligo dell'informativa e dell'indicazione delle modalità per l'eventuale consenso e/o disattivazione dei cookie.
- Google Analytics: Informativa | Opt Out

I cookie possono essere disabilitati dall’utente modificando le impostazioni del browser sulla base delle istruzioni rese disponibili dai relativi fornitori ai link elencati di seguito.

- Internet Explorer
- Mozilla Firefox
- Google Chrome
- Apple Safari
- Opera

Chiudi