Scopri dove trovare le nostre eccellenze
Scopri dove trovare le nostre eccellenze
Prepara il tuo orto

Terriccio, quale scegliere?

17.08.18

Breve glossario per muoversi nel mondo dei substrati

Terriccio, quale scegliere?

Sentiamo parlare sempre di terricci, ma spesso leggiamo termini che non capiamo o di cui non sappiamo esattamente e con precisione il significato.

Il terriccio universale (sempre certificato e di provenienza sicura ci raccomandiamo) è un substrato misto di sostanza organica, torba e argilla. Quindi è pronto già per l’utilizzo senza troppe operazioni aggiuntive. Garantirà un buon drenaggio e l’apporto si nutrienti alle piante in crescita.

La torba è una sostanza molto leggera con un buon contenuto sostanza organica, ma mai come il compost la cui caratteristica è proprio quella di risultare come “cioccolata” per le piante. La torba ha la necessità di essere inumidita mentre tendenzialmente il buon compost ha un grado di umidità intrinseco.

L’argilla espansa è costituita da sassolini molto leggeri che garantiscono il drenaggio, l’areazione delle radici e la porosità del terreno. In più si imbibisce di acqua e la rilascia lentamente nel cuore del terreno. Il basso peso permette il suo utilizzo in grandi vasi su terrazzi e balconi.

Quando acquistate un terriccio attenzione all’etichetta. Dovete leggere la provenienza e le caratteristiche chimico/fisiche come ph, conducibilità e rapporto azoto/carbonio.

TAGS
consigligiardinaggioortoterricciotutor