Clicca qui e scopri le nostre eccellenze
Scopri dove trovare le nostre eccellenze
Ricerca per:
Riduci
Riduci
Riduci
Prepara il tuo orto

Piantaggine, non chiamatela erbaccia!

02.07.18

Pianta spontanea e molto comune, ha proprietà astringenti e antinfiammatorie oltre che essere un ottimo rimedio naturale per la cura delle ferite

Piantaggine, non chiamatela erbaccia!
La piantaggine è un vero toccasana per la salute. E pensare che si trova praticamente ovunque sotto i duemila metri, ma viene comunemente considerata un’erbaccia. Contiene invece preziose molecole che possono aiutare il nostro organismo a vivere bene. In questo periodo dell’anno, caratterizzato dalle fioriture, è facile riconoscere la pianta e raccoglierla per utilizzarla sia in cucina (ad esempio, per preparare un pesto  con mandorle o noci) che come rimedio naturale.
La piantaggine ha proprietà astringenti e antinfiammatorie, oltre che antianemiche. Ha la capacità di bloccare le emorragie e di favorire la guarigione delle ferite per via delle mucillagini che sono presenti nelle sue foglie. Addirittura, spremendo le foglie è possibile ottenere un succo fenomenale contro le punture di insetti. Se vi trovate in campagna senza altri rimedi, potete stringere per qualche minuto la foglia di piantaggine e applicare la linfa sulla puntura. Le sue proprietà benefiche la rendono utile per prevenire e trattare raffreddore e malanni invernali. Queste mucillagini sono ancora più concentrate nelle sommità fiorite, a cui conferiscono delle proprietà lassative.
La piantaggine è una pianta perenne, molto diffusa lungo i bordi di prati e sentieri in campagna, in collina e in montagna. Data la sua resistenza a condizioni difficili, si raccomanda di procedere alla raccolta in luoghi salubri e lontani da fonti di inquinamento. La pianta è facilmente riconoscibile dall’infiorescenza a spiga con petali bianchi e dalle foglie lanceolate (a forma allungata) caratterizzate da 3-5 nervature verticali. Dato che di specie del genere plantago ne esistono diverse, le caratteristiche descritte possono subire variazioni, ma sono generalmente valide per la stragrande maggioranza dei casi. Una volta riconosciuta, il consiglio è di cogliere le foglie centrali della rosetta fogliare.
Un’ultima raccomandazione: se non siete più che certi che la pianta che avete tra le mani sia proprio piantaggine, evitate di utilizzarla.
TAGS
erbe spontanee; rimedi naturali; piantaggine; ricette; salute;

Continuando con la navigazione in questo sito, accordi l'utilizzo dei nostri cookie. Approfondisci

COOKIE POLICY

I cookie sono piccoli file di testo che i siti visitati inviano al terminale dell'utente, dove vengono memorizzati, per poi essere ritrasmessi agli stessi siti alla visita successiva.
Il Sito utilizza cookie tecnici, sia propri che di terze parti. Tali cookie, essendo di natura tecnica, non richiedono il preventivo consenso dell’Utente per essere installati ed utilizzati.
Il Sito utilizza, inoltre, cookie di profilazione di terze parti. Con riguardo a tali cookie, il consenso dell’Utente si assume prestato ogniqualvolta l’utente faccia click sul tasto “Accetto”, presente all’interno del banner che appare nella homepage. L’Utente può, in ogni caso, revocare in un secondo momento il proprio consenso all’installazione di tali cookie.

In particolare, i cookie utilizzati nel Sito sono riconducibili alle seguenti sottocategorie:
- cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del Sito. Non essendo memorizzati sul computer dell’utente, svaniscono con la chiusura del browser;
- cookie analitici, con cui sono raccolte e analizzate informazioni statistiche sul numero degli utenti e sulle visite al Sito;
- social widgets e plugin: alcuni widgets e plugin messi a disposizione dai social network possono utilizzare propri cookies per facilitare l’interazione con il sito di riferimento;
- cookie di profilazione, che sono utilizzati per raccogliere informazioni sulle preferenze e abitudini espresse dall’utente durante la propria navigazione e quindi rendere le inserzioni pubblicitarie fornite dalle terze parti più coinvolgenti e mirate.

Di seguito sono elencati i cookie di terze parti installati sul Sito. Per ciascuno di essi è riportato il link alla relativa informativa sul trattamento dei dati personali effettuato e sulle modalità per l’eventuale disattivazione dei cookie utilizzati. In merito ai cookie di terze parti, il Titolare ha unicamente l'obbligo di inserire nella presente policy il link al sito della terza parte. È a carico di tale soggetto, invece, l'obbligo dell'informativa e dell'indicazione delle modalità per l'eventuale consenso e/o disattivazione dei cookie.
- Google Analytics: Informativa | Opt Out

I cookie possono essere disabilitati dall’utente modificando le impostazioni del browser sulla base delle istruzioni rese disponibili dai relativi fornitori ai link elencati di seguito.

- Internet Explorer
- Mozilla Firefox
- Google Chrome
- Apple Safari
- Opera

Chiudi