Scopri dove trovare le nostre eccellenze
Scopri dove trovare le nostre eccellenze
Prepara il tuo orto

La tradizione ortolana delle semine con la luna

29.05.18

Alcuni agricoltori si affidano alla tradizione. E seguono le sue fasi per coltivare in modo ottimale le loro piante. Vediamo come

La tradizione ortolana delle semine con la luna

La luna da sempre ha “guidato” molte attività dell’uomo: i naviganti la scrutavano insieme alle stelle, i poeti traevano ispirazione per le loro opere, gli innamorati per i loro sogni. La luna è sempre stata propizia anche per curare, per seminare e per riprodursi. L’influenza della luna sulla crescita delle piante è sempre stata liquidata come “superstizione”, anche se nessuno si è mai preso l’incarico di misurarla: non esistono studi scientifici, ma solo sperimentazioni pratiche. Anche gli agricoltori si affidano a lei e alle sue fasi per coltivare in modo ottimale le loro colture. La ragione è che la luna ascendente favorisce la salita della linfa verso le sommità della pianta, quindi questo è il periodo migliore per innestare e per il raccolto dei frutti. Viceversa, il periodo discendente favorisce lo sviluppo radicale, quindi vanno eseguiti i lavori di potatura degli alberi e delle siepi così si perde meno linfa, i trapianti, la concimazione e la raccolta delle radici.

D’inverno, con la luna crescente, se avete un orto, vi consigliamo di seminare le verdure che saranno mature in primavera-estate come le melanzane, i peperoni, i pomodori e le zucchine. Con la luna calante invece si seminano i vari tipi di cavolo, il finocchio, le lattughe.
In primavera, sempre con la luna crescente, si seminano le bietole, le cipolle, le rape e gli spinaci. Invece con la luna calante si seminano i fagiolini, la zucca, il radicchio e il cetriolo.
Anche d’estate le semine sono legate alla luna: si seminano la cicoria, l’indivia e la barbabietola con la luna calante, mentre con quella crescente il prezzemolo, il fagiolo, il cardo e la rucola.
In autunno c’è ancora molto da fare in un orto: con la luna calante si seminano il cavolo cappuccio, la rapa, la cipolla e le lattughe. Ma con la luna crescente è meglio seminare il pisello nei climi miti o il ravanello.

In particolare vediamo cosa si può fare nei mesi di maggio e giugno.

Maggio

Luna nuova: seminare a dimora zucca, sedano e rapa; piantare i gerani; seminare le piante biennali come primule, althee, digitalis, nontiscordardimè.

Luna crescente: seminare a dimora carote, cicoria, scarola, radicchio, fagioli e fagiolini, spinaci, cicoria; trapiantare peperoni, cavoli, melanzane e pomodori.

Luna piena: potare i getti del fusto delle piante da frutto.

Luna calante: innestare meli e peri; estirpare le piante infestanti; trapiantare la lattuga; mettere a dimora basilico, borragine, cerfoglio, maggiorana; seminare la melissa.

Giugno

Luna crescente: raccogliere le piante aromatiche da essiccare.

Luna piena: seminare a dimora lattuga e radicchio estivi, cicoria e scarola invernali; seminare direttamente in piena terra, bietole, carote, cetrioli, cicorie e radicchi, Indivie, fagioli, lattughe, meloni, prezzemolo, rucola, scarole, zucchini.

TAGS
lunaortopiantesemina