Clicca qui e scopri le nostre eccellenze
Scopri dove trovare le nostre eccellenze
Ricerca per:
Riduci
Riduci
Riduci
Notizie

Agricoltura e risparmio energetico

22.02.18

Dalla terra un’importante sostegno al risparmio energetico

Agricoltura e risparmio energetico

Secondo i dati dell’ ENEA i consumi totali di energia finale del sistema agricolo-alimentare, rappresentano il 32% su scala mondiale, il 26% nell’Unione Europea e circa il 13% nel 2013 a livello nazionale (circa 3% il solo settore agricolo). Le filiere agroalimentari richiedono energia in termini di combustibili fossili per i macchinari, di fitosanitari per il controllo delle patologie vegetali e di fertilizzanti per la crescita e lo sviluppo delle coltivazioni in pieno campo e in serra. Ulteriori richieste di energia sono dovute alla preparazione, alla distribuzione e alla conservazione degli alimenti di origine animale e vegetale.
L’agricoltura può dare il suo contributo al risparmio energetico in vari modi. Da un lato consumando meno: l’ENEA ritiene che attraverso interventi di efficienza energetica e tecnologie verdi da applicare in tutte le fasi della lavorazione compresi fitosanitari, fertilizzanti e climatizzazione degli ambienti di lavoro sia possibile risparmiare il 25% dei consumi nell’irrigazione, il 70% nella ventilazione degli ambienti industriali e il 20% nella produzione e trasformazione agroalimentare. Si tratta di soluzioni con un tempo di ritorno dell’investimento da 5 a 7 anni basate principalmente su impianti di solar cooling, led ad alta efficienza e software per l’autodiagnosi energetica.
Gli impianti di solar cooling sfruttano la radiazione solare per produrre acqua refrigerata per la climatizzazione estiva dei sistemi serra. Le serre sostenibili (serra building), alimentate con energia fotovoltaica e illuminate a led, permettono di abbattere il consumo energetico delle coltivazioni in serra che rappresentano un settore molto energivoro con un rapporto tra energia nel prodotto/energia immessa per produrre pari a 0,04 contro 1,23 delle coltivazioni in pieno campo.
Anche la scelta di un metodo di coltivazione biologico permette un notevole risparmio energetico: si stima infatti che il consumo di energia sia inferiore di circa un terzo per unità di prodotto realizzato rispetto all’agricoltura tradizionale, grazie all’utilizzo di mezzi e tecniche meno intensive e a canali di vendita a livello locale. Inoltre l’agricoltura può contribuire a creare nuova energie attraverso l’utilizzo dei propri scarti. Paglia, stocchi di mais, potature, gusci di nocciole e tutto ciò che l’agricoltura non usa può diventare combustibile per produrre calore ed energia elettrica. Questa pratica è stata per lungo tempo accantonata ma ora diventa sempre più urgente tornare al passato, rileggendo il modello contadino tradizionale alla luce delle nuove tecnologie.

TAGS
ambienteconsumigiornata nazionalerisparmio energeticosostenibilità

Continuando con la navigazione in questo sito, accordi l'utilizzo dei nostri cookie. Approfondisci

COOKIE POLICY

I cookie sono piccoli file di testo che i siti visitati inviano al terminale dell'utente, dove vengono memorizzati, per poi essere ritrasmessi agli stessi siti alla visita successiva.
Il Sito utilizza cookie tecnici, sia propri che di terze parti. Tali cookie, essendo di natura tecnica, non richiedono il preventivo consenso dell’Utente per essere installati ed utilizzati.
Il Sito utilizza, inoltre, cookie di profilazione di terze parti. Con riguardo a tali cookie, il consenso dell’Utente si assume prestato ogniqualvolta l’utente faccia click sul tasto “Accetto”, presente all’interno del banner che appare nella homepage. L’Utente può, in ogni caso, revocare in un secondo momento il proprio consenso all’installazione di tali cookie.

In particolare, i cookie utilizzati nel Sito sono riconducibili alle seguenti sottocategorie:
- cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del Sito. Non essendo memorizzati sul computer dell’utente, svaniscono con la chiusura del browser;
- cookie analitici, con cui sono raccolte e analizzate informazioni statistiche sul numero degli utenti e sulle visite al Sito;
- social widgets e plugin: alcuni widgets e plugin messi a disposizione dai social network possono utilizzare propri cookies per facilitare l’interazione con il sito di riferimento;
- cookie di profilazione, che sono utilizzati per raccogliere informazioni sulle preferenze e abitudini espresse dall’utente durante la propria navigazione e quindi rendere le inserzioni pubblicitarie fornite dalle terze parti più coinvolgenti e mirate.

Di seguito sono elencati i cookie di terze parti installati sul Sito. Per ciascuno di essi è riportato il link alla relativa informativa sul trattamento dei dati personali effettuato e sulle modalità per l’eventuale disattivazione dei cookie utilizzati. In merito ai cookie di terze parti, il Titolare ha unicamente l'obbligo di inserire nella presente policy il link al sito della terza parte. È a carico di tale soggetto, invece, l'obbligo dell'informativa e dell'indicazione delle modalità per l'eventuale consenso e/o disattivazione dei cookie.
- Google Analytics: Informativa | Opt Out

I cookie possono essere disabilitati dall’utente modificando le impostazioni del browser sulla base delle istruzioni rese disponibili dai relativi fornitori ai link elencati di seguito.

- Internet Explorer
- Mozilla Firefox
- Google Chrome
- Apple Safari
- Opera

Chiudi