Clicca qui e scopri le nostre eccellenze
Scopri dove trovare le nostre eccellenze
Ricerca per:
Riduci
Riduci
Riduci
Prepara il tuo orto

Le semine d’inizio inverno

30.01.18

Nell’orto iniziano le attività di semina a dimora in coltura protetta, semina in semenzaio riscaldato e semina o trapianto all’aperto.

Le semine d'inizio inverno

Gennaio è un mese dedicato alla progettazione dell’orto primaverile e alla manutenzione di strumenti e spazi. Infatti dal punto di vista vegetativo le piante sono in una sorta di stasi. Solo le insalate più resistenti e quelle adattate al freddo possono accrescersi, sempre molto lentamente rispetto agli standard dei periodi più caldi. Comunque esistono alcune specie che devono essere seminate in vista dei primi calori primaverili. Per questo potremmo dividere le nostre attività in semina a dimora in coltura protetta, semina in semenzaio riscaldato e semina o trapianto all’aperto.

Nel caso della semina a dimora ma in coltura protetta, è possibile seminare gli agretti, la cicoria, la lattuga da taglio, radicchio da taglio, rapa, ravanello, rucola, sedano e valeriana.

Per il semenzaio riscaldato si considerino alcune specie come il basilico, lattuga a cappuccio, melanzane, peperoni, pomodori, cetrioli, angurie e meloni. Queste specie saranno trapiantate poi a inizio marzo in coltura protetta in modo da avere i primi raccolti già a inizio/metà maggio.

Infine è possibile trapiantare all’aperto aglio e cipolla solo se il clima non è troppo rigido altrimenti è necessario ricorrere comunque alla copertura.

Nel procedere con le semine considerate sempre gli spazi che occuperete progettando in modo attento l’orto. In tal senso calcolate le vostre necessità di consumo, i gusti e concedete sempre un’attenzione alla “bellezza dell’orto” e all’ordine.

Coraggio, l’inverno è quasi terminato e l’orto si prepara ad una stagione ricchissima!

TAGS
insalateinvernoortopiantesemenzaiosemisemina