Clicca qui e scopri le nostre eccellenze
Scopri dove trovare le nostre eccellenze
Ricerca per:
Riduci
Riduci
Riduci
Notizie

Il segreto della qualità: prezzo giusto, marchio e trasparenza

29.01.18

In presenza di un brand, il gradimento finale dei consumatori è superiore: i prodotti alimentari riconoscibili sono ritenuti più affidabili, genuini e gustosi

Il segreto della qualità: prezzo giusto, marchio e trasparenza

Quanto vale il prezzo?
In una ricerca sul vino del 2008, è stato chiesto a un campione di consumatori di esprimere un giudizio “al buio” (blind assessment), assaggiando alcuni vini rossi senza conoscere alcuna informazione sul prodotto. Se i giudizi erano inizialmente equivalenti o con poco scarto tra loro, dopo aver ricevuto qualche informazione in più sul prodotto, la valutazione del gradimento è stata in gran parte “corretta”. Al momento del secondo assaggio è stato quindi comunicato il prezzo dei singoli vini: i consumatori hanno gradito maggiormente i vini di cui consideravano il prezzo leggermente più “giusto”. Un prezzo troppo basso, infatti, può essere un sintomo di una minore qualità percepita.

E un brand riconoscibile e distintivo?
Rispetto alla riconoscibilità di un Marchio di Qualità o un brand, come quello di Campagna Amica, uno studio del 2004 sulla pasta ha valutato come le “aspettative” dei consumatori sono influenzate dal contesto sociale. Senza entrare nei dettagli dell’indagine sensoriale, in presenza di un brand, il gradimento finale dei consumatori è mediamente superiore, in quanto i prodotti alimentari riconoscibili sono ritenuti più affidabili, genuini e gustosi.

E la trasparenza sui processi produttivi?
Altri ricercatori nel 2008 sono riusciti a dimostrare come la trasparenza delle informazioni sui processi produttivi (ad esempio biologico, OGM Free, senza sfruttamento di manodopera illegale, ecc.) oppure forme “libere e giuste” di commercializzazione (Km zero, Vendita diretta in un Farmer’s Market, Fair Trade, …) influenzano il comportamento di acquisto dei consumatori, migliorandone il gradimento.Le conclusioni dell’indagine hanno infatti dimostrato altri due aspetti importanti:
a. I consumatori modificano il proprio giudizio e aspettative quando vengono a conoscenza come viene prodotto l’alimento assaggiato, (per esempio biologico o OGM Free);
b. La variazione tra una valutazione “al buio” e una “informata” ha un trend positivo per il prodotto alimentare considerato più “sostenibile” (ad es. se commercializzato tramite i canali della vendita diretta o Km 0).
La conoscenza dei processi di produzione è ancora più importante quando si fanno acquisti su internet (ad esempio e-commerce) perché non è possibile assaggiare il prodotto, diversamente da quanto avviene nei mercati degli agricoltori di Campagna Amica, dove è anche possibile conoscere direttamente dai produttori la “storia” del cibo che si sta per comprare. Si ringrazia la professoressa Luisa Torri dell’Università degli Studi di Scienze Gastronomiche di Pollenzo per la collaborazione con INIPA-Coldiretti Education.

TAGS
brandmarchiomercati prezzoqualitàtrasparenza

Continuando con la navigazione in questo sito, accordi l'utilizzo dei nostri cookie. Approfondisci

COOKIE POLICY

I cookie sono piccoli file di testo che i siti visitati inviano al terminale dell'utente, dove vengono memorizzati, per poi essere ritrasmessi agli stessi siti alla visita successiva.
Il Sito utilizza cookie tecnici, sia propri che di terze parti. Tali cookie, essendo di natura tecnica, non richiedono il preventivo consenso dell’Utente per essere installati ed utilizzati.
Il Sito utilizza, inoltre, cookie di profilazione di terze parti. Con riguardo a tali cookie, il consenso dell’Utente si assume prestato ogniqualvolta l’utente faccia click sul tasto “Accetto”, presente all’interno del banner che appare nella homepage. L’Utente può, in ogni caso, revocare in un secondo momento il proprio consenso all’installazione di tali cookie.

In particolare, i cookie utilizzati nel Sito sono riconducibili alle seguenti sottocategorie:
- cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del Sito. Non essendo memorizzati sul computer dell’utente, svaniscono con la chiusura del browser;
- cookie analitici, con cui sono raccolte e analizzate informazioni statistiche sul numero degli utenti e sulle visite al Sito;
- social widgets e plugin: alcuni widgets e plugin messi a disposizione dai social network possono utilizzare propri cookies per facilitare l’interazione con il sito di riferimento;
- cookie di profilazione, che sono utilizzati per raccogliere informazioni sulle preferenze e abitudini espresse dall’utente durante la propria navigazione e quindi rendere le inserzioni pubblicitarie fornite dalle terze parti più coinvolgenti e mirate.

Di seguito sono elencati i cookie di terze parti installati sul Sito. Per ciascuno di essi è riportato il link alla relativa informativa sul trattamento dei dati personali effettuato e sulle modalità per l’eventuale disattivazione dei cookie utilizzati. In merito ai cookie di terze parti, il Titolare ha unicamente l'obbligo di inserire nella presente policy il link al sito della terza parte. È a carico di tale soggetto, invece, l'obbligo dell'informativa e dell'indicazione delle modalità per l'eventuale consenso e/o disattivazione dei cookie.
- Google Analytics: Informativa | Opt Out

I cookie possono essere disabilitati dall’utente modificando le impostazioni del browser sulla base delle istruzioni rese disponibili dai relativi fornitori ai link elencati di seguito.

- Internet Explorer
- Mozilla Firefox
- Google Chrome
- Apple Safari
- Opera

Chiudi