Clicca qui e scopri le nostre eccellenze
Scopri dove trovare le nostre eccellenze
Ricerca per:
Riduci
Riduci
Riduci
Il cibo giusto

Le rotazioni che rendono fertile il suolo

21.06.17

I segreti di una pratica antica e fondamentale per mantenere il terreno ricco di nutrienti??

Le rotazioni che rendono fertile il suolo
?    
Il suolo è una risorsa importantissima. Per questo va conservato e gestito in modo saggio e lungimirante, in modo da non ricorrere agli input esterni (fertilizzanti e concimi chimici) in modo costante. Alla lunga, infatti, queste sostanze mineralizzano il terreno, rendendolo sterile e inquinano le falde e le acque di superficie. Al contrario, la natura ci regala tutti i segreti per sfruttare le qualità e le peculiarità del suolo senza stressarlo e a lungo andare distruggerlo. L’indicatore di benessere del suolo risiede nella presenza di insetti, lombrichi e altri piccoli animali che altrimenti non potrebbero vivere in condizioni di drastico impoverimento di nutrienti. Sopravvivono meglio in suoli dalle condizioni positive e, come in un ciclo virtuoso, ne migliorano costantemente la qualità.
Per far sì che il substrato sia sempre fertile, è necessario suddividere le coltivazioni in tre categorie: piante ad alto, a medio e a basso consumo di nutrienti. Le prime, depauperanti, sono ad esempio le graminacee, i cavoli, melanzane e peperoni, zucche, zucchini e porri. Le seconde, di mantenimento, trovano esempi nella bieta, aglio, pomodori, aromatiche, carote e cicoria. Mentre le leguminose, la rucola e gli spinaci arricchiscono il terreno di azoto
La rotazione evita nel tempo la piantumazione, nello stesso lotto, di piante con apparato radicale o fogliare simile. Inoltre, consente anche di mitigare l’impatto dei parassiti in quanto modifica le presenze vegetative in quel suolo, impedendo di fatto il proliferare di agenti patogeni di una singola specie. 
Per questi motivi quando inizierete a cambiare le coltivazioni in vista dell’autunno bisognerà seguire uno schema temporale di questo tipo: primo periodo – alto consumo, secondo periodo – medio consumo e infine terzo periodo basso consumo. Ad esempio si può piantare il cavolo, successivamente la bieta e infine, la prossima primavera, i fagiolini. Dividendo l’orto in settori, ad ogni stagione avremo il succedersi di frutti e verdure tipiche del periodo.
TAGS
orto; legumi; rotazione colture; terreno;

Continuando con la navigazione in questo sito, accordi l'utilizzo dei nostri cookie. Approfondisci

COOKIE POLICY

I cookie sono piccoli file di testo che i siti visitati inviano al terminale dell'utente, dove vengono memorizzati, per poi essere ritrasmessi agli stessi siti alla visita successiva.
Il Sito utilizza cookie tecnici, sia propri che di terze parti. Tali cookie, essendo di natura tecnica, non richiedono il preventivo consenso dell’Utente per essere installati ed utilizzati.
Il Sito utilizza, inoltre, cookie di profilazione di terze parti. Con riguardo a tali cookie, il consenso dell’Utente si assume prestato ogniqualvolta l’utente faccia click sul tasto “Accetto”, presente all’interno del banner che appare nella homepage. L’Utente può, in ogni caso, revocare in un secondo momento il proprio consenso all’installazione di tali cookie.

In particolare, i cookie utilizzati nel Sito sono riconducibili alle seguenti sottocategorie:
- cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del Sito. Non essendo memorizzati sul computer dell’utente, svaniscono con la chiusura del browser;
- cookie analitici, con cui sono raccolte e analizzate informazioni statistiche sul numero degli utenti e sulle visite al Sito;
- social widgets e plugin: alcuni widgets e plugin messi a disposizione dai social network possono utilizzare propri cookies per facilitare l’interazione con il sito di riferimento;
- cookie di profilazione, che sono utilizzati per raccogliere informazioni sulle preferenze e abitudini espresse dall’utente durante la propria navigazione e quindi rendere le inserzioni pubblicitarie fornite dalle terze parti più coinvolgenti e mirate.

Di seguito sono elencati i cookie di terze parti installati sul Sito. Per ciascuno di essi è riportato il link alla relativa informativa sul trattamento dei dati personali effettuato e sulle modalità per l’eventuale disattivazione dei cookie utilizzati. In merito ai cookie di terze parti, il Titolare ha unicamente l'obbligo di inserire nella presente policy il link al sito della terza parte. È a carico di tale soggetto, invece, l'obbligo dell'informativa e dell'indicazione delle modalità per l'eventuale consenso e/o disattivazione dei cookie.
- Google Analytics: Informativa | Opt Out

I cookie possono essere disabilitati dall’utente modificando le impostazioni del browser sulla base delle istruzioni rese disponibili dai relativi fornitori ai link elencati di seguito.

- Internet Explorer
- Mozilla Firefox
- Google Chrome
- Apple Safari
- Opera

Chiudi