Clicca qui e scopri le nostre eccellenze
Scopri dove trovare le nostre eccellenze
Ricerca per:
Riduci
Riduci
Riduci
Notizie

Candidatura pizza Unesco verso il rush finale

20.06.17

L’obiettivo è raggiungere i 2 milioni di firme. Moncalvo: “Difendiamo un mestiere che è un valore del territorio” 

Candidatura pizza Unesco verso il rush finale
    
“Il Paese deve tirare fuori l’orgoglio di difendere un prodotto attraverso un’arte, un mestiere che non è solo artigianalità ma valore del territorio. La pizza è legame profondo con l’agricoltura, con le farine, con i pomodori e con l’olio extravergine, che quest’anno caratterizza il Pizza Village grazie ad Aprol Campania. Coldiretti è pronta a puntare ai due milioni di firme per il rush finale della candidatura Unesco”. Lo ha Roberto Moncalvo, presidente di Coldiretti, al convegno recentemente organizzato dalla fondazione UniVerde al Napoli Pizza Village. “Abbiamo sostenuto fin dall’inizio la candidatura – ha precisato Moncalvo – e continueremo a farlo con le iniziative negli eventi di Campagna Amica. Adesso occorre serrare le fila e portare questa battaglia fino in fondo, facendo giocare in squadra tutti i ministeri coinvolti: Cultura, Esteri e Agricoltura. Intorno a questo progetto siamo riusciti a mettere in piedi la più grande mobilitazione di popolo. Una sfida ormai internazionale, condivisa con Alfonso Pecoraro Scanio, che a dicembre vedremo arrivare a Seul, con l’obiettivo di poter dire che l’arte dei pizzaiuoli napoletani è patrimonio immateriale dell’Umanità”.
La passione per la pizza è diventata planetaria, con gli americani che sono i maggiori consumatori con 13 chili a testa mentre gli italiani guidano la classifica in Europa con 7,6 chili all’anno seguiti da spagnoli, francesi e tedeschi e per finire gli austriaci con un 3,3 chili annui. Ogni giorno in Italia si sfornano circa 5 milioni di pizze nelle quasi 63mila pizzerie e locali per l’asporto, taglio e trasporto a domicilio dove si lavorano, in termini di ingredienti, 200 milioni di farina, 225 milioni di chili di mozzarella, 30 milioni di chili di olio di oliva e 260 milioni di chili di salsa di pomodoro. Una tradizione, simbolo del Made in Italy, che rischia di essere stravolta dalle più bizzarre ricette che non hanno nulla a che fare con l’originale, attraverso l’uso degli ingredienti più fantasiosi e improbabili. Per sostenere la candidatura Unesco, firma qui
TAGS
unesco; made in italy; tradizione; pizza; napoli;

Continuando con la navigazione in questo sito, accordi l'utilizzo dei nostri cookie. Approfondisci

COOKIE POLICY

I cookie sono piccoli file di testo che i siti visitati inviano al terminale dell'utente, dove vengono memorizzati, per poi essere ritrasmessi agli stessi siti alla visita successiva.
Il Sito utilizza cookie tecnici, sia propri che di terze parti. Tali cookie, essendo di natura tecnica, non richiedono il preventivo consenso dell’Utente per essere installati ed utilizzati.
Il Sito utilizza, inoltre, cookie di profilazione di terze parti. Con riguardo a tali cookie, il consenso dell’Utente si assume prestato ogniqualvolta l’utente faccia click sul tasto “Accetto”, presente all’interno del banner che appare nella homepage. L’Utente può, in ogni caso, revocare in un secondo momento il proprio consenso all’installazione di tali cookie.

In particolare, i cookie utilizzati nel Sito sono riconducibili alle seguenti sottocategorie:
- cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del Sito. Non essendo memorizzati sul computer dell’utente, svaniscono con la chiusura del browser;
- cookie analitici, con cui sono raccolte e analizzate informazioni statistiche sul numero degli utenti e sulle visite al Sito;
- social widgets e plugin: alcuni widgets e plugin messi a disposizione dai social network possono utilizzare propri cookies per facilitare l’interazione con il sito di riferimento;
- cookie di profilazione, che sono utilizzati per raccogliere informazioni sulle preferenze e abitudini espresse dall’utente durante la propria navigazione e quindi rendere le inserzioni pubblicitarie fornite dalle terze parti più coinvolgenti e mirate.

Di seguito sono elencati i cookie di terze parti installati sul Sito. Per ciascuno di essi è riportato il link alla relativa informativa sul trattamento dei dati personali effettuato e sulle modalità per l’eventuale disattivazione dei cookie utilizzati. In merito ai cookie di terze parti, il Titolare ha unicamente l'obbligo di inserire nella presente policy il link al sito della terza parte. È a carico di tale soggetto, invece, l'obbligo dell'informativa e dell'indicazione delle modalità per l'eventuale consenso e/o disattivazione dei cookie.
- Google Analytics: Informativa | Opt Out

I cookie possono essere disabilitati dall’utente modificando le impostazioni del browser sulla base delle istruzioni rese disponibili dai relativi fornitori ai link elencati di seguito.

- Internet Explorer
- Mozilla Firefox
- Google Chrome
- Apple Safari
- Opera

Chiudi