Clicca qui e scopri le nostre eccellenze
Scopri dove trovare le nostre eccellenze
Ricerca per:
Riduci
Riduci
Riduci
Il cibo giusto

Il semenzaio: come far nascere il vostro orto

02.02.17

È il momento di preparare la “culla” per le piantine che verranno. Seguite i nostri consigli per ritagliarvi il vostro angolo verde

Il semenzaio: come far nascere il vostro orto
?Ci siamo. Balcone o giardino che sia, questo è il periodo dell’anno più adatto per far crescere il vostro orto. E’ ora di decidere cosa piantare: seguite il vostro gusto, la bellezza delle piante e cominciate a immaginare il vostro spazio verde.
Una volta che avrete scelto le specie, si passa alla fase della semina e della prima crescita in semenzaio. Per chi ha poco tempo,  e soprattutto pazienza, meglio attendere qualche altra settimana che il tempo si stabilizzi, per poi procedere al trapianto delle giovani piantine acquistate direttamente al vivaio.
Per i più appassionati allestire il semenzaio rappresenta una attività stimolante, oltre che divertente. E’ il luogo fisico dove far sviluppare le piantine in un ambiente protetto e controllato. Con un pizzico di romanticismo, in questa fase, osservare le piantine germinare dal seme è come veder crescere una propria creatura, vi affezionerete.
Per prima cosa procuriamoci il materiale: una cassetta di plastica non troppo profonda e forata sul fondo; del tessuto non tessuto (tnt); terriccio, sabbia e compost; i semi. Dopodiché prepariamo il substrato riempiendo la cassetta con la miscela costituita da  1/3 di compost, 1/3 di terriccio, 1/3 di sabbia di fiume, ben mescolati. Si può utilizzare anche la torba al posto di questa miscela. La cassetta deve avere come rivestimento interno il tessuto non tessuto che serve a garantire protezione e traspirazione al nostro semenzaio. Infine possiamo piantare le nostre sementi. Se i semi sono piccoli basta spargerli il più uniformemente possibile nel semenzaio. Se i semi sono grandi (es. legumi) si possono mettere a dimora distanziandoli. Dovrete mantenere il substrato sempre umido per sostenere la germinazione.
Quando saranno comparse le prime vere foglie (non i cotiledoni che sono delle strutture simili a foglie, visibili al momento della germinazione), possiamo trapiantare in un contenitore per la crescita come piccoli vasetti o alveoli e successivamente, con il travaso, nell’orto o nei vasi all’aperto. Il processo di prelievo della piantina appena germinata e con le prime due vere foglie, dal semenzaio al contenitore di crescita, è detto picchettatura e va effettuato in modo molto delicato: si solleva il panetto di substrato contenente le radici trapiantandolo nel contenitore opportuno. Per questa operazione potrebbe essere utile servirsi delle palette di legno simili alle stecche del gelato. Attenzione a non far rompere le radici e a non separarle troppo dal panetto di terriccio.
Ma torniamo al nostro semenzaio. Va tenuto in casa lontano da fonti di calore auna temperatura che non deve mai scendere sotto i 15°c.  Così per tutto il mese di febbraio possiamo accudire pianticelle come anguria, indivia, lattuga, melanzane, pomodoro, porro, sedano, cetriolo, melone, peperone. Queste piante una volta germinate e cresciute dovranno essere trapiantate (nel mese di Marzo) in coltura protetta (serra) o se il clima lo consente (nella seconda parte del mese) in piena terra senza protezioni. 
TAGS
semenzaio; personal trainer dell'orto; piante; orto;

Continuando con la navigazione in questo sito, accordi l'utilizzo dei nostri cookie. Approfondisci

COOKIE POLICY

I cookie sono piccoli file di testo che i siti visitati inviano al terminale dell'utente, dove vengono memorizzati, per poi essere ritrasmessi agli stessi siti alla visita successiva.
Il Sito utilizza cookie tecnici, sia propri che di terze parti. Tali cookie, essendo di natura tecnica, non richiedono il preventivo consenso dell’Utente per essere installati ed utilizzati.
Il Sito utilizza, inoltre, cookie di profilazione di terze parti. Con riguardo a tali cookie, il consenso dell’Utente si assume prestato ogniqualvolta l’utente faccia click sul tasto “Accetto”, presente all’interno del banner che appare nella homepage. L’Utente può, in ogni caso, revocare in un secondo momento il proprio consenso all’installazione di tali cookie.

In particolare, i cookie utilizzati nel Sito sono riconducibili alle seguenti sottocategorie:
- cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del Sito. Non essendo memorizzati sul computer dell’utente, svaniscono con la chiusura del browser;
- cookie analitici, con cui sono raccolte e analizzate informazioni statistiche sul numero degli utenti e sulle visite al Sito;
- social widgets e plugin: alcuni widgets e plugin messi a disposizione dai social network possono utilizzare propri cookies per facilitare l’interazione con il sito di riferimento;
- cookie di profilazione, che sono utilizzati per raccogliere informazioni sulle preferenze e abitudini espresse dall’utente durante la propria navigazione e quindi rendere le inserzioni pubblicitarie fornite dalle terze parti più coinvolgenti e mirate.

Di seguito sono elencati i cookie di terze parti installati sul Sito. Per ciascuno di essi è riportato il link alla relativa informativa sul trattamento dei dati personali effettuato e sulle modalità per l’eventuale disattivazione dei cookie utilizzati. In merito ai cookie di terze parti, il Titolare ha unicamente l'obbligo di inserire nella presente policy il link al sito della terza parte. È a carico di tale soggetto, invece, l'obbligo dell'informativa e dell'indicazione delle modalità per l'eventuale consenso e/o disattivazione dei cookie.
- Google Analytics: Informativa | Opt Out

I cookie possono essere disabilitati dall’utente modificando le impostazioni del browser sulla base delle istruzioni rese disponibili dai relativi fornitori ai link elencati di seguito.

- Internet Explorer
- Mozilla Firefox
- Google Chrome
- Apple Safari
- Opera

Chiudi