Clicca qui e scopri le nostre eccellenze
Scopri dove trovare le nostre eccellenze
Ricerca per:
Riduci
Riduci
Riduci
Il cibo giusto

Acqua, tutti i segreti dell’innaffiatura

24.05.16

Gli stress idrici sono una delle principali cause di insuccesso delle coltivazioni. Ecco come fare per evitarli

Acqua, tutti i segreti dell’innaffiatura
Arriva il caldo e l’irrigazione dell’orto diviene fondamentale. Gli stress idrici, siano da carenza che da abbondanza, sono una delle cause principali di insuccesso delle coltivazioni. Diventa quindi importante regolare al meglio gli apporti di acqua in modo che, costantemente, il vostro orto riceva il giusto quantitativo d’acqua.
Si sa che è bene innaffiare nelle prime ore del giorno o alla sera e noi vi consigliamo, se possibile, di farlo al tramonto in modo che il terreno abbia l’intera notte per assorbire l’acqua e far sì che questa si diffonda capillarmente in tutto il substrato. Il metodo più corretto per innaffiare consiste nello scorrimento o infiltrazione laterale che consiste nel versare l’acqua nelle canalette, tra una fila e l’altra di ortaggi. In questo modo gradatamente arriverà alle radici e non bagnerà le foglie. Attenzione però che, nei giorni più caldi, bagnare le foglie vuol dire andare incontro alla loro bruciatura. Infatti le gocce fanno un pericoloso effetto lente, intensificando la radiazione ultravioletta dannosa per i tessuti.
Per chi volesse fondare la sua passione orticola su principi di sostenibilità può procedere alla sistemazione di tubi di plastica forata a distanze regolari e provare l’irrigazione a goccia. Questo metodo, che avrebbe dovuto essere previsto già con la piantumazione (tra febbraio e marzo), garantisce il giusto apporto di acqua, ottenendo così un terreno costantemente umido e meno soggetto a squilibri idrici.
Le piogge, in questo periodo dell’anno sotto forma di temporali, forniscono in breve tempo grandi quantitativi d’acqua. Bisognerà quindi usare la giusta attenzione, saggiando il terreno e il suo grado di umidità. Dopo un temporale generalmente la superficie del substrato tende a seccarsi e a formare una crosta. Questa andrà rimossa e sarà così possibile capire qual è il grado di umidità del terreno e procedere a innaffiatura o, al contrario, sospendere questa attività finché la terra si sia asciugata. Infatti, grandi quantità d’acqua improvvise possono causare marcescenza delle radici o sviluppo di infezioni fungine.
TAGS
sostenibilità; pioggia; irrigazione; orti;

Continuando con la navigazione in questo sito, accordi l'utilizzo dei nostri cookie. Approfondisci

COOKIE POLICY

I cookie sono piccoli file di testo che i siti visitati inviano al terminale dell'utente, dove vengono memorizzati, per poi essere ritrasmessi agli stessi siti alla visita successiva.
Il Sito utilizza cookie tecnici, sia propri che di terze parti. Tali cookie, essendo di natura tecnica, non richiedono il preventivo consenso dell’Utente per essere installati ed utilizzati.
Il Sito utilizza, inoltre, cookie di profilazione di terze parti. Con riguardo a tali cookie, il consenso dell’Utente si assume prestato ogniqualvolta l’utente faccia click sul tasto “Accetto”, presente all’interno del banner che appare nella homepage. L’Utente può, in ogni caso, revocare in un secondo momento il proprio consenso all’installazione di tali cookie.

In particolare, i cookie utilizzati nel Sito sono riconducibili alle seguenti sottocategorie:
- cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del Sito. Non essendo memorizzati sul computer dell’utente, svaniscono con la chiusura del browser;
- cookie analitici, con cui sono raccolte e analizzate informazioni statistiche sul numero degli utenti e sulle visite al Sito;
- social widgets e plugin: alcuni widgets e plugin messi a disposizione dai social network possono utilizzare propri cookies per facilitare l’interazione con il sito di riferimento;
- cookie di profilazione, che sono utilizzati per raccogliere informazioni sulle preferenze e abitudini espresse dall’utente durante la propria navigazione e quindi rendere le inserzioni pubblicitarie fornite dalle terze parti più coinvolgenti e mirate.

Di seguito sono elencati i cookie di terze parti installati sul Sito. Per ciascuno di essi è riportato il link alla relativa informativa sul trattamento dei dati personali effettuato e sulle modalità per l’eventuale disattivazione dei cookie utilizzati. In merito ai cookie di terze parti, il Titolare ha unicamente l'obbligo di inserire nella presente policy il link al sito della terza parte. È a carico di tale soggetto, invece, l'obbligo dell'informativa e dell'indicazione delle modalità per l'eventuale consenso e/o disattivazione dei cookie.
- Google Analytics: Informativa | Opt Out

I cookie possono essere disabilitati dall’utente modificando le impostazioni del browser sulla base delle istruzioni rese disponibili dai relativi fornitori ai link elencati di seguito.

- Internet Explorer
- Mozilla Firefox
- Google Chrome
- Apple Safari
- Opera

Chiudi