Clicca qui e scopri le nostre eccellenze
Scopri dove trovare le nostre eccellenze
Ricerca per:
Riduci
Riduci
Riduci
Notizie

Finocchio, aromatico e digestivo

12.03.14

Noto sin dall’antichità per le sue proprietà curative, è uno degli ortaggi meno calorici in assoluto

Finocchio, aromatico e digestivo

Pianta di origine mediterranea, già nota sin dall’antichità per le sue proprietà curative, il finocchio è uno degli ortaggi di stagione meno calorici in assoluto. Povero di grassi, fresco e molto aromatico, si presta agli usi più disparati anche in cucina. Il finocchio può essere infatti consumato crudo in pinzimonio, come ingrediente di gustose insalate, o cotto come contorno, ripassato in padella o gratinato al forno. Non solo, le sue proprietà terapeutiche lo rendono ingrediente ideale di tisane e infusi, adatte anche ai più piccoli. Il finocchio si rivela infatti molto utile nel favorire la digestione e contrastare il meteorismo e i processi di fermentazione nell’intestino. 
Probabilmente originario dell’Asia minore, attualmente è coltivato soprattutto nell’Europa meridionale, mentre In Italia le principali produzioni sono concentrate in Emilia Romagna, Campania, Puglia e Calabria.
Il finocchio coltivato va distinto dal finocchietto selvatico che, oltre a crescere spontaneamente, viene utilizzato principalmente per le proprietà aromatiche dei semi, utilizzate per arricchire il gusto di insaccati, pane, tisane e liquori.
Questa varietà è inoltre molto differente anche nell’aspetto, presentando fiorellini gialli e un fogliame leggero. Il finocchio coltivato si compone invece di una grossa guaina a grumolo bianco, che rappresenta la parte commestibile del prodotto, ed è classificabile in due varietà principali: il Finocchio nostrale e il Finocchio grosso d’Italia.
Il primo è diffuso nell’Italia centro-settentrionale, ed è noto con nomi vari: Dolce di Firenze, di Chioggia, di Lecce, di Bologna, Romano. Il finocchio grosso d’Italia è invece coltivato nelle regioni meridionali con le denominazioni di finocchio di Sicilia, di Palermo, di Messina, di Napoli, di Reggio Calabria.
La distinzione fra finocchio maschio e finocchio femmina appartiene invece a una classificazione non scientifica, ma tipica dei venditori, laddove il primo ha una forma più tonda, mentre il secondo si presenta più allungato.
In fase di acquisto è molto importante controllare le guaine che dovranno risultare sode, compatte e carnose, oltre a controllare il colore e l’assenza di ammaccature. Un altro indicatore di freschezza del prodotto sono le foglioline che dovranno essere di un colore verde acceso e non appassite. Per quanto attiene al finocchietto selvatico, se si acquista il prodotto fresco e non semplicemente i semi, le foglie dovranno essere di un verde vivo e brillante.

TAGS
finocchio; ortaggi; stagionalità; digestione;

Continuando con la navigazione in questo sito, accordi l'utilizzo dei nostri cookie. Approfondisci

COOKIE POLICY

I cookie sono piccoli file di testo che i siti visitati inviano al terminale dell'utente, dove vengono memorizzati, per poi essere ritrasmessi agli stessi siti alla visita successiva.
Il Sito utilizza cookie tecnici, sia propri che di terze parti. Tali cookie, essendo di natura tecnica, non richiedono il preventivo consenso dell’Utente per essere installati ed utilizzati.
Il Sito utilizza, inoltre, cookie di profilazione di terze parti. Con riguardo a tali cookie, il consenso dell’Utente si assume prestato ogniqualvolta l’utente faccia click sul tasto “Accetto”, presente all’interno del banner che appare nella homepage. L’Utente può, in ogni caso, revocare in un secondo momento il proprio consenso all’installazione di tali cookie.

In particolare, i cookie utilizzati nel Sito sono riconducibili alle seguenti sottocategorie:
- cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del Sito. Non essendo memorizzati sul computer dell’utente, svaniscono con la chiusura del browser;
- cookie analitici, con cui sono raccolte e analizzate informazioni statistiche sul numero degli utenti e sulle visite al Sito;
- social widgets e plugin: alcuni widgets e plugin messi a disposizione dai social network possono utilizzare propri cookies per facilitare l’interazione con il sito di riferimento;
- cookie di profilazione, che sono utilizzati per raccogliere informazioni sulle preferenze e abitudini espresse dall’utente durante la propria navigazione e quindi rendere le inserzioni pubblicitarie fornite dalle terze parti più coinvolgenti e mirate.

Di seguito sono elencati i cookie di terze parti installati sul Sito. Per ciascuno di essi è riportato il link alla relativa informativa sul trattamento dei dati personali effettuato e sulle modalità per l’eventuale disattivazione dei cookie utilizzati. In merito ai cookie di terze parti, il Titolare ha unicamente l'obbligo di inserire nella presente policy il link al sito della terza parte. È a carico di tale soggetto, invece, l'obbligo dell'informativa e dell'indicazione delle modalità per l'eventuale consenso e/o disattivazione dei cookie.
- Google Analytics: Informativa | Opt Out

I cookie possono essere disabilitati dall’utente modificando le impostazioni del browser sulla base delle istruzioni rese disponibili dai relativi fornitori ai link elencati di seguito.

- Internet Explorer
- Mozilla Firefox
- Google Chrome
- Apple Safari
- Opera

Chiudi