Clicca qui e scopri le nostre eccellenze
Scopri dove trovare le nostre eccellenze
Ricerca per:
Riduci
Riduci
Riduci
Notizie

Radicchio, un rubino nel piatto

14.11.13

Questa particolare varietà di cicoria ha una consistenza croccante e un gusto amarognolo che rende le pietanze dei veri e proprio trionfi di sapore

Radicchio, un rubino nel piatto

?La stagione autunnale è senza dubbio fra le preferite dagli amanti degli ortaggi che, in questo periodo dell’anno, hanno la possibilità di trovare verdure di ogni genere. In particolare fra la grande varietà di prodotti presenti nei campi spicca il radicchio, protagonista di sagre ed eventi, soprattutto fra novembre e dicembre, molto presente anche in cucina e sulle tavole degli italiani. Appartenente alla famiglia delle cicorie, il radicchio è infatti un ortaggio molto versatile, utilizzato sia crudo, come ingrediente nelle insalate, che cotto in alcuni primi piatti e contorni. Definita anche “cicoria rossa”, questa verdura presenta sembianze e sapori differenti a seconda della varietà. In base al periodo di raccolta il radicchio può essere distinto in due macro-tipologie: precoci e tardive.  Le varietà precoci si raccolgono da settembre a novembre e presentano un sapore più dolce. Quelle tardive, invece, si raccolgono da dicembre sino a giugno e hanno un gusto decisamente più amaro.
Guardando, invece, alla colorazione e alla forma della foglia il radicchio può essere classificato in: rosso, variegato e bianco. Fra i radicchi bianchi troviamo il radicchio di Lusia mentre tra quelli rossi – caratterizzati da foglie di un rosso intenso con al centro una nervatura bianca ben sviluppata – e quelli variegati ci sono ben quattro tipologie la cui denominazione di origine è tutelata a livello europeo. Si tratta del Rosso di Treviso Igp, sia precoce che tardivo, del Radicchio di Verona Igp e del Radicchio di Chioggia Igp. Il primo presenta un cespo lungo e stretto, che raggiunge la lunghezza di circa 20 cm. Il radicchio Rosso di Verona, invece, è caratterizzato da foglie di forma allungata e rotondeggianti e, come il primo, può essere raccolto sia tardivo che precoce. Il radicchio Rosso di Chioggia presenta una forma sferica e può raggiungere dimensioni piuttosto notevoli. Il gruppo dei radicchi variegati, invece, è caratterizzato da foglie di colore rosso e bianco, con striature verdi e giallastre sullo sfondo, e comprende il Variegato di Castelfranco Igp e il Variegato di Chioggia. Il primo risulta essere un incrocio fra il Rosso di Treviso e l’indivia scarola. Le foglie sono bianche o color crema e presentano delle macchie di colore rosso-viola. Il variegato di Chioggia, invece, presenta foglie tonde, grandi e ondulate e ha un colore che può variare dal bianco al giallo.  

TAGS
radicchio; castelfranco; chioggia; treviso; verona; igp;

Continuando con la navigazione in questo sito, accordi l'utilizzo dei nostri cookie. Approfondisci

COOKIE POLICY

I cookie sono piccoli file di testo che i siti visitati inviano al terminale dell'utente, dove vengono memorizzati, per poi essere ritrasmessi agli stessi siti alla visita successiva.
Il Sito utilizza cookie tecnici, sia propri che di terze parti. Tali cookie, essendo di natura tecnica, non richiedono il preventivo consenso dell’Utente per essere installati ed utilizzati.
Il Sito utilizza, inoltre, cookie di profilazione di terze parti. Con riguardo a tali cookie, il consenso dell’Utente si assume prestato ogniqualvolta l’utente faccia click sul tasto “Accetto”, presente all’interno del banner che appare nella homepage. L’Utente può, in ogni caso, revocare in un secondo momento il proprio consenso all’installazione di tali cookie.

In particolare, i cookie utilizzati nel Sito sono riconducibili alle seguenti sottocategorie:
- cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del Sito. Non essendo memorizzati sul computer dell’utente, svaniscono con la chiusura del browser;
- cookie analitici, con cui sono raccolte e analizzate informazioni statistiche sul numero degli utenti e sulle visite al Sito;
- social widgets e plugin: alcuni widgets e plugin messi a disposizione dai social network possono utilizzare propri cookies per facilitare l’interazione con il sito di riferimento;
- cookie di profilazione, che sono utilizzati per raccogliere informazioni sulle preferenze e abitudini espresse dall’utente durante la propria navigazione e quindi rendere le inserzioni pubblicitarie fornite dalle terze parti più coinvolgenti e mirate.

Di seguito sono elencati i cookie di terze parti installati sul Sito. Per ciascuno di essi è riportato il link alla relativa informativa sul trattamento dei dati personali effettuato e sulle modalità per l’eventuale disattivazione dei cookie utilizzati. In merito ai cookie di terze parti, il Titolare ha unicamente l'obbligo di inserire nella presente policy il link al sito della terza parte. È a carico di tale soggetto, invece, l'obbligo dell'informativa e dell'indicazione delle modalità per l'eventuale consenso e/o disattivazione dei cookie.
- Google Analytics: Informativa | Opt Out

I cookie possono essere disabilitati dall’utente modificando le impostazioni del browser sulla base delle istruzioni rese disponibili dai relativi fornitori ai link elencati di seguito.

- Internet Explorer
- Mozilla Firefox
- Google Chrome
- Apple Safari
- Opera

Chiudi