Sei in: Home > Cibi e ricette > Farina “Timilius” e tre f...

24/03/2017 00:00

 Farina “Timilius” e tre formaggi tipici veneti per una pizza fuori dal comune

 
Presentato a Padova un impasto fatto con il grano antico coltivato dal giovane agricoltore Alberto Zambon

 

​Debutta a Padova la pizza con farina “Timilius” del giovane agricoltore padovano Alberto Zambon. Sua l’idea di riportare in auge, con la sua coltivazione a “km 0”, l’antico e prezioso grano chiamato “Timilia” da cui ha ricavato una farina macinata a pietra e ricca di proteine, vitamine, fibre e con pochissimo glutine. “Le 48 ore di maturazione naturale con la sola pasta madre – spiega il giovane imprenditore – esaltano al palato un sapore di grano puro e introvabile, ideale per preparazione di numerosi prodotti panificati, compresa la pizza”. Contribuisce alla composizione dell’impasto un altro ingrediente del territorio, la Farina 2 Passi del Consorzio Agrario del Nordest, un prodotto che nasce grazie al lavoro di migliaia di coltivatori veneti.
L’impasto della pizza è stato arricchito da altri prodotti agricoli locali, a partire dalla Casatella Trevigiana (formaggio tipico della tradizione veneta dal sapore fresco, delicato e cremoso), il Montasio Dop (dal profumo lievemente erbaceo e dal gusto variabile che va dal dolce al piccante a seconda della stagionatura) e la Mozzarella Stg, che emana fragranza e delicatezza. Accompagnamento ideale, la birra “La Veneta a km 0” del Birrificio Antoniano ottenuta sempre con i prodotti dell’agricoltura locale.
Questa proposta gastronomica vuole arricchire e qualificare l’offerta di cibi di qualità con un piatto fuori dal comune, lontana dai gusti sempre uguali e indistinti e dal ricorso a materie prime anonime. Il consumatore infatti è sempre più attento alla preparazione della pizza, dalla scelta alla composizione dell’impasto fino alla selezione dei diversi ingredienti, alla loro origine e alle loro caratteristiche.

 qualità; pizza; ingredienti; farina; birra