Sei in: Home > Cibi e ricette > Spesa di ottobre, un pani...

07/10/2015 00:00

 Spesa di ottobre, un paniere pieno di bontà

 
Arrivano in tavola i colori e i ricchi profumi dell’autunno. Protagonisti le zucche, le castagne e i cachi

 

A ottobre arrivano in tavola i colori e i ricchi profumi dell’autunno. Tra la frutta e la verdura che questo mese ci offre e che potete trovare nei mercati di Campagna Amica, ci sono tanti prodotti con cui preparare piatti gustosi, utili sia per riscaldarci nelle giornate più fredde che per combattere i primi malanni stagionali.
Oltre a radicchio, melanzane, spinaci, fagiolini e zucchine, nel carrello della spesa di ottobre non possono mancare funghi e tartufi. I funghi, ricchi di proteine, vitamine e minerali, come il selenio e il rame, sono i protagonisti di numerosi primi piatti, come ad esempio la polenta con i funghi, una ricetta tipica del Nord Italia.
Ottobre ci regala anche la zucca, regina indiscussa della notte di Halloween, ma anche l’ingrediente principale di molte ricette della tradizione italiana. La zucca è un ortaggio di cui non si butta via niente, a partire dai semi che si possono essiccare e tostare, per poi essere consumati come snack oppure da aggiungere a insalate o nell’impasto del pane fatto in casa. Oltre a essere squisiti, sono ricchi di acidi grassi essenziali, in particolare di omega-3, che è un ottimo alleato del buon umore.
La frutta di questo mese si tinge dei colori caldi e intensi, come quelli dell’uva, delle castagne e dei cachi.
Le castagne, il frutto ideale per una carica di energia, sono molto caloriche e hanno un alto contenuto di sali minerali, in particolare fosforo, che le rende un alimento utile per il sistema nervoso. Sono pure versatili nel loro utilizzo in cucina, a partire dalla farina da cui si può ottenere pasta e pane, ma anche dolci. Sono usate in ricette di primi e secondi piatti, in particolare zuppe e arrosti, ma tra le preparazioni più amate non possiamo non citare i marron glacé, in versione sciroppata e ricoperta da una glassa di zucchero.
Dalla polpa morbida e zuccherina, un altro frutto tipico dell’autunno sono i cachi. Ottima fonte di potassio, vitamine A e C, è sconsigliato a chi soffre di diabete proprio per il suo elevato contenuto di zuccheri, che però lo rendono un ottimo dessert. Si possono consumare freschi, mangiando la polpa con un cucchiaino, o utilizzare per realizzare confetture e dolci, come la crostata di cachi e mele, altro frutto stagionale con cui si abbina alla perfezione.

 vedura; stagionalità; spesa; frutta; ottobre