Sei in: Home > Cibi e ricette > Radicchio, un rubino nel ...

02/10/2014 00:00

 Radicchio, un rubino nel piatto

 
Questa particolare varietà di cicoria ha una consistenza croccante e un gusto amarognolo che rende le pietanze dei veri e proprio trionfi di sapore

 

Di color rosso intenso e dalla forma allungata, il radicchio è uno dei prodotti ortofrutticoli autunnali per eccellenza. Questa particolare varietà di cicoria ha una consistenza croccante e un gusto amarognolo che rende i piatti dei veri e proprio trionfi di sapore.
In natura ne esistono numerose varietà, sia selvatiche che coltivate. Grazie alla tutela europea delle Denominazioni di origine,  le più conosciute sono: Radicchio rosso di Treviso Igp, Radicchio di Verona Igp, Radicchio di Chioggia Igp,  Radicchio Variegato di Castelfranco Igp.
Le foglie presentano nervature bianche, al tatto sono consistenti e, se aggiunte alla normale insalata, la arricchiscono di un gusto intenso.
Tutta la verdura fa bene all’organismo, ma il radicchio è particolarmente ricco di proprietà benefiche. Innanzitutto contiene molta acqua e già per questo motivo, come tutti i prodotti ortofrutticoli presenti in natura, ha proprietà drenanti e depurative. Contiene pure un’alta percentuale di potassio, ma anche ferro, zinco, calcio  e vitamine C ed E. Aiuta a prevenire i disturbi legati alla digestione e, grazie al suo basso contenuto di zuccheri, è consigliato a tutti coloro che seguono un regime dietetico ipocalorico.
Essendo rosso, come tutti i prodotti che presentano questa colorazione anche il radicchio è un antiossidante. Il suo impiego in cucina è molto versatile: oltre ad essere utilizzato per la composizione di coloratissime insalate, il radicchio rosso è l’ingrediente principale di delizie da chef.
Il suo gusto amarognolo si sposa benissimo con la dolcezza e delicatezza della besciamella: le crespelle, ad esempio, con ripieno di provola, radicchio e besciamella sono un primo piatto invitante e gustoso.  E' ottimo come ingrediente per condire piatti di pasta corta oppure per realizzare il famoso risotto radicchio e  pancetta. Nonostante il suo sapore forte, molti lo cucinano alla piastra o grigliato, con la sola aggiunta di sale e olio extravergine di oliva  a crudo, magari accompagnato da qualche fetta di buon pane bruscato.

 radicchio; verona; treviso; castelfranco; igp; chioggia