Sei in: Home > Cibi e ricette > Pizza margherita: 125 ann...

09/06/2014 00:00

 Pizza margherita: 125 anni di passione per il made in Italy

 
Gustosa, fragrante, filante, questo piatto assolutamente completo è l’orgoglio di noi italiani. Una ricetta per farla anche a casa

 

La pizza margherita compie in questi giorni ben 125 anni: gustosa, fragrante, filante, questo piatto assolutamente completo è l’orgoglio di noi italiani che la sappiamo fare bene. Ma soprattutto è genuina perché quella fatta a regola d’arte è realizzata con prodotti rigorosamente di prima qualità provenienti dal nostro territorio. Tanti sono i modi per gustarla: c’è chi preferisce andare al ristorante e chi la compra a taglio durante una velocissima pausa pranzo; c’è chi l’acquista surgelata, e chi – di contro – attraverso una storia fatta di tradizioni che arrivano dal nostro assolato Sud, sa esattamente come farla in casa. Per un’ottima riuscita della vostra pizza, il segreto sono gli ingredienti. Ai peperoni, con i funghi, quattro stagioni, oppure capricciosa: col passare degli anni molti se ne sono aggiunti, ma il classico non passa mai di moda e quindi ecco come realizzare una gustosissima Margherita home-made.

Ingredienti (per due teglie di dimensione rettangolare)
1Kg. di farina tipo “00”
600 ml di acqua (meglio se leggermente tiepida)
2 bustine di lievito di birra in polvere
5 cucchiai di olio Evo
4 cucchiaini di zucchero
4 cucchiaini e ½ di sale

Per la farcitura
Passata di pomodoro
Mozzarella tipo fior di latte (se preferite Bufala per un gusto più ricco)
Olio Evo
Sale q.b.
Basilico
Procedimento
In una ciotola da cucina versate la farina e subito dopo il lievito secco in polvere; dopo aver mischiato bene con l’aiuto di una forchetta, aggiungete lo zucchero, il sale e poi, sempre mischiando, anche l’olio extravergine di oliva (Evo). Terminate l’impasto versando piano piano l’acqua tiepida. Impastate con le mani finché non otterrete una palla dalla consistenza liscia ed omogenea. A questo punto mettete l’impasto all’interno di una ciotola leggermente unta con dell’olio, e mettete la pasta a lievitare dentro il forno con la luce accesa.
Attendete circa un’ora e mezza, o comunque fino a quando il volume non sarà raddoppiato. A questo punto dividete a metà l’impasto e stendetelo sulle teglie senza forzature. Riponete in forno a far riposare per un’altra ora circa. Togliete le teglie dal forno e completate la stesura della pizza che, a questo punto, sarà molto più semplice. Accendete il forno a 200° circa nel frattempo passate alla farcitura: prima qualche generosa cucchiaiata di passata di pomodoro, sale quanto basta e un filo d’olio Evo. Infornate. A 5 minuti dal termine della cottura (circa un quarto d’ora in totale) terminate la farcitura con la mozzarella precedentemente tagliata a dadini e qualche foglia di basilico. Servite la vostra margherita ben calda, accompagnata, magari, da una dissetante birra gelata.
Per uno sfizioso antipasto potete usare una parte della pasta della pizza già lievitata, per realizzare le famose pizzottelle.
Ecco come procedere. Mettete a scaldare in una casseruola dell’olio di semi e, nel frattempo, dividete in piccole parti la pasta lievitata. Una volta scaldato l’olio, mettete a friggere le piccole porzioni finché non si gonfiano e diventano dorate. A questo punto togliete dal fuoco e adagiate su carta da cucina: condite con un cucchiaino di passata di pomodoro, parmigiano grattugiato e una foglia di basilico. Servite ancora calde.

 made in italy; pomodoro; ricette; pizza; napoli; mozzarella; margherita