Sei in: Home > Cibi e ricette > Pesca, squisita dalla tav...

29/07/2014 00:00

 Pesca, squisita dalla tavola alla dispensa

 
Succosa, polposa, golosa e soprattutto dissetante: contiene ben l’87% di acqua e acido citrico

 

Caratteristiche
Frutti gustosi tipici dell’estate, le pesche sono succose, polpose, golose e soprattutto dissetanti: contengono ben l’87% di acqua e acido citrico. Hanno origini cinesi e sono apprezzate in tutto il mondo anche per il loro profumo delicato.
Ne esistono diverse varietà: Pesca Gialla, Pesca Bianca, Pesca Nettarina o noce, Pesca Percoca, Pesca Merendella, Pesca Saturnina.
A basso contenuto di calorie (circa 28 per ogni 100gr.) la pesca è un frutto altamente salutare: rivitalizzante a livello corporeo, ha anche proprietà lassative e diuretiche e data la sua grande commestibilità è indicata nella dieta di chi soffre di disturbi allo stomaco.

Usi in cucina
La pesca è molto utilizzata in cucina, soprattutto nel periodo estivo, ma anche d’inverno si possono gustare prelibate marmellate di pesca o composte oppure le classiche pesche sciroppate. Per preparare queste ultime, non occorre essere grandi chef: basta avere 1kg di pesche (magari acquistandole nei nostri mercati) che garantiscono prodotti genuini e di qualità), 1 litro di acqua per lo sciroppo, 1 limone, 500 gr. di zucchero, barattoli di vetro con coperchio. Una volta preparate e versate nei barattoli con il loro sciroppo, possono essere riposte in dispensa e consumate a partire da 15 giorni dopo la loro preparazione.
Altra famosissima ricetta per gustare la polposità delle pesche è quella che arriva direttamente dalla Campania: ‘A Percoca ‘Ndo Vin. Tagliata a tocchetti la pesca viene messa in brocche di ceramica che poi vengono riempite di vino rosso: le pesche assorbiranno il sapore del vino, diventando ancora più golose.
Per un dessert prelibato, la cucina italiana propone le pesche ripiene preparate con uvetta, amaretti, nocciole, ricotta e una spruzzata di brandy ad esaltarne il sapore.  Una volta riempite, le pesche vanno infornate e cotte per 10 minuti ad una temperature di 220 gradi. Una volta pronte, saranno prelibate fino all’ultimo morso.

 stagionalità; ricette; cucina; frutta; pesca