Sei in: Home > Cibi e ricette > Miele, il più dolce allea...

11/09/2017 00:00

 Miele, il più dolce alleato del sistema immunitario

 
Un alimento naturale antibatterico e antibiotico, molto usato anche nella cura della pelle​

 

         
Nei secoli passati il miele è stato considerato come un vero e proprio farmaco, da utilizzare per la prevenzione e la cura di piccoli disturbi di salute, quando ancora i medicinali a cui oggi siamo abituati non esistevano.
Il miele è una sostanza zuccherina prodotta dalle api dall’elaborazione del nettare che, insieme ad altre sostanze zuccherine, vengono succhiati dalle api operaie attraverso l’esofago fino a giungere nella borsa melaria. Qui il nettare e le altre sostanze zuccherine vengono disidratate e sottoposte all’azione di particolari enzimi. Vengono così trasformate in miele che viene rigurgitato nelle celle precedentemente preparate.
La qualità dipende esclusivamente da due fattori: dall’attività delle api per produrlo e dal procedimento dell’uomo per estrarlo e per confezionarlo.
Il miele immagazzinato dalle api nelle celle viene estratto tramite centrifugazione, quindi lasciato decantare per qualche giorno e successivamente riposto in vasetti. Questi gli unici procedimenti che permettono al miele di mantenere inalterate le sue proprietà organolettiche.
Tutti i mieli sono in origine allo stato liquido, ma con l’abbassarsi delle temperature molti di essi cristallizzano e diventano solidi. 
   
Proprietà nutrizionali e benefiche
Il miele andrebbe consumato giornalmente.  Alimento energetico composto da zuccheri semplici (fruttosio-glucosio) facilmente digeribile, contiene enzimi, vitamine, oligominerali, sostanze antibiotico-simili e sostanze che possono favorire i processi di accrescimento.
Tra le numerose caratteristiche ritenute benefiche per la salute, il miele presenta anche delle proprietà antinfiammatorie che rendono la sua applicazione adatta in caso di punture di insetti, soprattutto a quelle di zanzara. Queste proprietà permetterebbero infatti di alleviare il prurito e il rossore della nostra pelle. Molti tipi di miele contengono notevoli quantità di perossido di idrogeno, cioè di acqua ossigenata, la stessa che si usa per disinfettare le ferite.
Le alte temperature cui viene sottoposto il miele durante la pastorizzazione neutralizzano alcune sostanze benefiche: per ottenere il massimo effetto battericida, l'ideale è il miele grezzo, non trattato.  
È considerato come un alimento funzionale ricco di polifenoli, degli antiossidanti naturali che possono aiutare il nostro organismo nella prevenzione di varie malattie e nel rallentare i processi di invecchiamento che lo coinvolgono con il trascorrere del tempo. Inoltre, è in grado di proteggere l'organismo umano dall'azione svolta dai radicali liberi e di giovare alla salute del cuore.
I tipi di miele sono molti e con proprietà organolettiche diverse che variano a seconda del nettare con cui le api lo producono.
Acacia:  miele di colore chiaro, quasi trasparente e liquido. Disintossica il fegato, sfiamma la gola, leggermente lassativo.
Castagno: di colore molto scuro, ambrato liquido e trasparente. Disinfetta le vie urinarie, favorisce la circolazione, utile in caso di anemia e consigliato ai bambini e agli anziani.
Millefiori: di colore dal bianco all’ambrato, normalmente soggetto a cristallizzazione, antinfiammatorio per la gola e disintossicante per il fegato.
Tiglio: colore da ambrato chiaro ad ambrato scuro, cristallizza finemente, calmante della tosse, sedativo, lievemente diuretico.
Rododendro: miele di colore chiaro, cristallizzato, utile per curare i bronchi, ricostituente, combatte l’artrite.
Agrumi: di colore chiaro, quasi lucido, cristallizza in vari modi, sedativo e utile per l’insonnia e ricco di calcio e di vitamine.
Eucalipto: ambrato, cristallizza finemente, compatto. Calmante della tosse e del raffreddore, anti catarrale e antibiotico.
Rosmarino: miele bianco cristallizzato molto fine. Cura il fegato e la colite, utile in caso di affaticamento.
Tarassaco: giallo vivo tendente al beige, cristallizzato fine. Indicato per sportivi, depura i reni, le vie urinarie e protegge il fegato.
Girasole: di color giallo paglierino vivo, cristallizzato fine. Ricalcificante delle ossa, combatte il colesterolo.
Ginepro: apporta benefici nelle affezioni respiratorie.
Melata: miele molto scuro, quasi nero, solitamente liquido. Utile per bronchi e faringiti, antisettico delle vie respiratorie.
Lavanda: miele di colore chiaro ambrato, cristallizzato molto fine. Utile contro l’insonnia, digestivo, analgesico, calma le punture d’insetto.
Ulmo: prodotto raro e costoso prodotto in Cile e caratterizzato da forti proprietà antimicrobiche ed antibatteriche.
      
Ricetta
Per finire, ecco una ricetta semplice da gustare accanto a una buona tazza di tè: i biscotti al miele e cannella.
Ingredienti
• 100 gr di burro
• 1 bustina di lievito
• 1 cucchiaino di cannella in polvere
• 300 gr circa di farina tipo "0"
• 150 gr di zucchero grezzo di canna
• 2 uova
• 50 gr di miele.
Procedimento
Ponete in una ciotola capiente (o sopra una spianatoia) la farina a fontana, lo zucchero, il burro, il miele, le due uova e la cannella; impastate bene gli ingredienti fino a ottenere un impasto omogeneo e liscio. Avvolgete l’impasto nella pellicola trasparente e ponetelo in frigorifero per almeno un'ora.
Trascorso il tempo necessario, prendete l’impasto e stendetelo su di una spianatoia, dandogli uno spessore di circa mezzo centimetro; con stampini di varie forme, ricavate varie sagome dall’impasto, che a mano a mano adagerete su di una teglia foderata con carta forno, distanziandole di 2-3 cm una dall’altra.
Quando avrete riempito la prima teglia, infornatela a 180° per circa 15 minuti. Appena sfornati, cospargeteli di zucchero a velo. Conservare in una scatola di latta.

 dolci; cannella; bellezza; biscotti; miele