Sei in: Home > Cibi e ricette > ​Lattuga: gusto e benesse...

23/11/2016 00:00

 ​Lattuga: gusto e benessere “green”

 
Rinfrescante e depurativa, piace per il suo sapore delicato che si abbina facilmente a secondi piatti e non solo

 

              
È la regina dei contorni e grazie alla sua versatilità è uno degli ingredienti più comuni e utilizzati in cucina. Dal sapore delicato e leggero, la lattuga presenta un aspetto diverso a seconda della varietà ma  incontra comunque i gusti di molti. Tra le più diffuse in Italia ci sono la lattuga romana, dalla forma allungata e dalla consistenza croccante, la lattuga gentile o canasta, con foglie ondulate tendenti al rossiccio e la lattuga Iceberg, di forma rotonda e dalle foglie larghe, apprezzatissima per la sua croccantezza.
          
Proprietà e benefici
Composta per il 90% da acqua, la lattuga ha proprietà rinfrescanti e depurative. Tra i suoi componenti ci sono alcune sostanze ad azione sedativa, che rendono questo ortaggio particolarmente indicato in caso di nervosismo, ansia, o iperattività. Consumata prima dei pasti, stimola le ghiandole digestive, agendo come eupeptico. La presenza di vitamine A, B, C, D ed E, insieme a quella concomitante di minerali come ferro, calcio, fosforo, zinco e potassio conferisce alla lattuga proprietà rimineralizzanti, mentre le fibre sono responsabili dell’effetto lassativo. Per la sua azione carminativa, è utile contro la tosse.  Ma le sue virtù non finiscono qui: dotata di proprietà analgesiche, è in grado di calmare i dolori muscolari; combatte l’invecchiamento cellulare grazie al contenuto di antiossidanti; aiuta ad abbassare i livelli di zucchero nel sangue e per questo il suo consumo è adatto anche ai diabetici.
  
In cucina
Per le sue numerose proprietà terapeutiche, la lattuga andrebbe consumata in abbondanza. Non lasciatevi ingannare dai luoghi comuni che la vedono protagonista solo di noiose e insipide insalatine: questo vegetale si presta a moltissime e squisite preparazioni.
Utilizzatelo per realizzare dei golosi involtini con carpaccio di manzo: stendetene alcune fette sulle foglie private della costa centrale, condite con sale, pepe, scorza di limone e senape; arrotolate le foglie farcite e fermatele con degli stuzzicadenti.
Per un secondo insolito, provate invece le polpette di lattuga al pecorino: per prepararle mescolate le foglie – preventivamente sbollentate in acqua salata e tagliate finemente – con due uova sbattute, sale, pepe, una manciata di pecorino grattugiato e una di pan grattato. Passate le polpette ottenute con questo composto nell’uovo e poi nel pangrattato. Infornatele a 180 gradi per 20 minuti dopo averle irrorate con poco olio.
Se siete fan delle insalate, provate a crearne una insolita e saporita aggiungendo alla lattuga castagne lesse e frutta secca. Condite con olio evo, sale, pepe e una spruzzata di glassa di aceto balsamico.
 
Usi alternativi
La lattuga trova largo impiego per uso topico: il decotto è utile contro l’acne, mentre cataplasmi a base di foglie e olio d’oliva sono utili in caso di foruncoli, ascessi e scottature.
Con le foglie fresche frullate si può ottenere una maschera vitaminizzante e decongestionante per viso e collo.
L’estratto o il decotto sono inoltre utilizzati per via orale contro l’insonnia.
      
Curiosità
Il principio attivo contenuto nel liquido lattiginoso che la lattuga contiene è simile a quello dell'oppio: per questo motivo, in antichità, dal fusto della pianta veniva ricavato un sostitutivo di questa droga, con effetti sedativi.

 stagionalità; lattuga; verdure; green; alimentazione; salute