Sei in: Home > Cibi e ricette > Il biodiverso: il cavolo ...

09/12/2014 00:00

 Il biodiverso: il cavolo nero e la zuppa per combattere il freddo

 
Ricchissimo di sostanze antiossidanti, è utile per combattere le infiammazioni, oltre a favorire la digestione e avere importanti proprietà di prevenzione antitumorale

 

Colore verde scuro, foglie sode, increspate e allungate, un sapore unico e tante proprietà nutrizionali. Benvenuti da messer Cavolo Nero, che a dicembre arriva sulle nostre tavole per restarci almeno fino a marzo.  Ricco di sali minerali come calcio, ferro e potassio, nel cavolo nero c’è anche una buona concentrazione di vitamina A, C ed E oltre all’acido folico. È ricchissimo di sostanze antiossidanti, utili per combattere le infiammazioni (alcuni rimedi naturali vogliono le foglie di cavolo fissate con un bendaggio sulle parti dolenti), oltre a favorire la digestione e ad avere anche mostrato di possedere importanti proprietà di prevenzione antitumorale.
In cucina le foglie private dello stelo sono ottime per il  minestrone, particolarmente gustose e croccanti. Famosa la Ribollita, soprattutto nella cucina toscana ma amata in tutta Italia, o la zuppa da magiare calda per sconfiggere il freddo.
Cucinatela voi con la ricetta di Barbara Stocchi dell'Azienda Agricola Domenico Stocchi.

Zuppa di Cavolo Nero per 4 persone
Prendete un mazzetto di Cavolo Nero (circa mezzo kg), 3 patate di media grandezza, sedano, cipolla e carote che dovete tagliare finissime prima di farle soffriggere con una fettina di pancetta. Quando il soffritto è pronto, aggiungete patate e cavolo (le patate tagliatele a cubetti piccoli mentre il cavolo a striscioline) e acqua nella pentola e fate bollire lentamente per circa 1 ora facendola addensare un po’. Dopo prendete del pane raffermo tagliato a cubetti e versateci sopra la zuppa con un giro di olio extra vergine a crudo. Infine, a vostro piacere, una grattata di pecorino o parmigiano.

 stagionalità; verdure; cavolo; ricette