Sei in: Home > I percorsi del gusto > Gran Sasso, vacanze sulla...

31/01/2014 00:00

 Gran Sasso, vacanze sulla neve nel cuore dell’Appennino

 
Un paesaggio vario e complesso, dove le cime arrivano a sfiorare i tremila metri, si alternano borghi fortificati e affascinanti castelli, immense foreste e spettacolari cascate

 

Fra le province dell’Aquila e Teramo, nel cuore dell’Appennino abruzzese, si erge il Gran Sasso, una delle catene montuose e riserve naturali più grandi d’Italia. Punto di riferimento per gli appassionati di sci e sport invernali, il territorio costituisce una meta turistica molto apprezzata e gettonata anche nei mesi estivi, da escursionisti e amanti della natura.
Il Gran Sasso è infatti sede di un vasto Parco naturale, dal paesaggio vario e complesso, in cui ad alte quote, dove le cime arrivano a sfiorare i tremila metri, si alternano borghi fortificati e affascinanti castelli, immense foreste e spettacolari cascate.  
 
Prodotti tipici e Campagna Amica
In quanto terra d’Abruzzo, il Gran Sasso offre ai suoi visitatori una tradizione gastronomica che fa della ricchezza di insaccati e formaggi il proprio vanto. Si va dalla ventricina abruzzese, alle salsicce di fegato, alla mortadella e al guanciale amatriciano di Campotosto, al Caciofiore aquilano, al Pecorino di Farindola, al Canestrato di Castel del Monte.
Fra i prodotti tipici del territorio spiccano anche i legumi, lo zafferano dell’Aquila Dop, i marroni, il farro della Laga, e fra i vini, il Montepulciano “cerasuolo” Igt Alto Tirino.
Fra le specialità da portare in tavola, invece, è possibile trovare i maccheroni alla chitarra, le zuppe di cardi e gli gnocchetti di verdure.
Il circuito di Campagna Amica mette a disposizione, diverse fattorie, botteghe e una bottega italiana in cui poter assaggiare delizie e specialità tipiche. Nei mercati del circuito sarà invece possibile acquistare i prodotti a km 0. 
  
Itinerario
Nei mesi invernali il paesaggio del Gran Sasso si presta ad essere esplorato soprattutto come meta sciistica, in virtù delle numerose piste e stazioni presenti. Fra le più note, c’è quella di Campo Imperatore, la vetta più alta dell’Appennino. Questa piana offre 60 chilometri agli appassionati del fondo, tra cui la pista nel territorio di Santo Stefano di Sessanio, nei pressi del Lago Racollo, oppure le piste di Castel del Monte.  Non solo, Campo Imperatore dispone anche di uno snow park per lo snowboard, con piste half pipe e boarder cross. Più a est si colloca, invece, Castel del Monte, meta che, insieme a Santo Stefano di Sessanio, risulta molto interessante per tutti gli appassionati dello sci di fondo.
Nella provincia di Teramano si trova poi Prati di Tivo, ai piedi del versante settentrionale del Corno Piccolo, la vetta rocciosa più elegante del Gran Sasso. Questa meta offre un anello di 4 chilometri per lo sci di fondo e ben 15 chilometri di piste per lo sci da discesa, servite da 5 impianti di risalita.
Infine, sul versante settentrionale della Montagna dei Fiori, quasi a confine con le Marche, si snodano le piste del Monte Piselli. La stazione in particolare è dotata di due impianti di risalita e da diverse strutture alberghiere e turistico ricettive.

 appennino; teramo; l'aquila; abruzzo; gran sasso