Sei in: Home > I percorsi del gusto > Venezia, la città senza t...

28/02/2014 00:00

 Venezia, la città senza tempo regina del Carnevale

 
Questa piccola perla sorta sull’acqua si rivela in un vero e proprio trionfo di storia e cultura

 

Antica Repubblica marinara, città d’arte e porta verso l’Oriente, Venezia è una delle città più romantiche e affascinanti d’Italia. Meta turistica molto apprezzata in ogni parte del mondo, questa piccola perla sorta sull’acqua si rivela un vero e proprio trionfo di storia e cultura, le cui tracce sono evidenti nella spettacolare architettura e nella stessa struttura urbanistica della città.
Avvolta in un’atmosfera da sogno, Venezia appare elegante e preziosa, ricca di quelle forme e quei colori che, nel periodo del celebre Carnevale, si fanno ancor più accesi e vivaci. Insomma una meta decisamente invitante per chi abbia voglia di trascorrere un weekend davvero unico e indimenticabile.

Prodotti tipici e Campagna Amica
Le innumerevoli bellezze di questa città possono essere apprezzate a partire dalla gastronomia locale, una cucina lagunare, che trova proprio nel pesce, nei molluschi, nelle verdure e nella cacciagione della laguna i propri punti di forza.
Fra i piatti tipici veneziani si annoverano infatti il pesce in saòr, macerato in aceto con cipolle, o ancora il baccalà mantecato, bollito e sbattuto fino a trasformalo in una specie di crema, e le moleche, ovvero piccoli granchi senza carapace passati in pastella e padella.
Seguono il risi e bisi, un piatto a metà fra il risotto e la minestra, a base di riso e piselli, e il fegato alla veneziana, fra le ricette più apprezzate. Fra i dolci tipici veneziani troviamo invece gli zaleti, biscotti a losanga appuntita a base di farina gialla con uva passa e pinoli. Per esplorare questa ricca e gustosa gastronomia è possibile cominciare dai mercati, come il rinomato mercato di Rialto, per proseguire verso la rete del circuito di Campagna Amica, acquistando prodotti a km 0. Da non perdere anche le osterie, i locali e i caffè storici della città: dal Florian, al Lavena, al Quadri. I più curiosi potranno anche scegliere di addentrarsi nella campagna veneta, alla scoperta delle fattorie e degli agriturismi di Campagna Amica.
          
Da Piazza San Marco al Ponte dei Sospiri
Per cominciare la visita di Venezia non si può non partire dal cuore della città: Piazza San Marco. Qui si staglia in tutto il suo splendore l’omonima Basilica, maestoso edificio in cui oriente e occidente si fondono per dare vita a un vero e proprio capolavoro dell’architettura. Al suo interno la Basilica custodisce i preziosi mosaici che narrano la vita del Santo, insieme ad alcuni episodi del vecchio e del Nuovo Testamento, oltre che una serie di mosaici bizantini. Fra questi si segnalano in particolare la Pala d’altare (nota anche come Pala d’Oro), la collezione del saccheggio di Costantinopoli e l’Icona della Madonna di Nicopeia. Nella Basilica sono presenti, inoltre, ben tre musei, fra cui spicca quello di San Marco. L’esplorazione si chiude, infine, con una visita al Campanile, da cui è possibile godere di uno splendida vista su tutta la città.
Ma Piazza San Marco, è anche la piazza del Palazzo dei Dogi, o Palazzo Ducale, il più bel palazzo di Venezia. Fra gli esempi più raffinati di architettura civile, l’edificio ospita al suo interno il Museo Civico ed è collegato al Palazzo delle Prigioni dal famoso Ponte dei Sospiri. Quest’ultimo, costruito in pietra d’Istria in stile barocco, rappresenta una delle principali attrazioni della città. Il nome apparentemente romantico, risalirebbe in realtà ai sospiri dei condannati, in procinto di essere rinchiusi nelle prigioni.
Dal Canal Grande a Burano
Dopo aver esplorato la piazza e i suoi palazzi, si potrà procedere verso il Canal Grande, il più famoso degli innumerevoli canali che attraversano la città. Per godere dei panorami e degli affascinanti palazzi che affacciano sul canale è consigliabile percorrerlo effettuando un tour in vaporetto.
Attraversando Canal Grande ci si imbatterà nel ponte più famoso di Venezia, Ponte di Rialto, realizzato da Antonio da Ponte e completato nel 1591. A questo punto ci si potrà perdere un po’ nella città, immergendosi in quelle imperfette calli e nei campi (piazze) che custodiscono il vero spirito veneziano.
Come città d’arte, inoltre, Venezia offre ai suoi visitatori numerosi musei da visitare, fra cui il Museo d’Arte Moderna e il Museo d’Arte Orientale, entrambi situati nel palazzo Ca’ Pesaro, o ancora il Peggy Guggenheim Museum. Quest’ultimo, situato nel sestiere di Dorsoduro, custodisce una delle collezioni d’arte moderna più rinomate al mondo.
Infine, per chi volesse spingersi un po’ oltre il centro città, è consigliabile una visita alle isole di Murano e Burano. Nella prima si potrà far visita ad una delle tante botteghe specializzate e rinomate per la caratteristica lavorazione del vetro. Nell’isola di Burano, invece, ci si potrà perdere ammirando le splendide casette colorate e l’altrettanto celebre produzione artigianale di merletti.

 veneto; itinerari; weekend; carnevale; venezia