Sei in: Home > I percorsi del gusto > Catania: arte e buona tav...

10/01/2014 00:00

 Catania: arte e buona tavola ai piedi dell’Etna

 
Vero e proprio simbolo dell’arte e dell’architettura barocca in Italia, è una città dalle mille risorse incastonata tra mare e montagna

 

All’ombra del vulcano emerso più alto d’Europa, affacciata sul Mar Ionio, signorile e affascinante, sorge una città che può essere definita la capitale della Sicilia orientale. Catania, uno dei centri culturali più importanti della regione, vero e proprio simbolo dell’arte e dell’architettura barocca in Italia, è una terra dalle mille risorse. A metà strada fra Messina e Siracusa, questa città racchiude infatti una complessità e una varietà paesaggistica invidiabili, passando dal mare alla montagna nel raggio di pochi chilometri.
Un tempo fiorente polo commerciale, Catania ha inoltre alle spalle una storia millenaria, di grandi dominazioni, le cui tracce sono visibili ancora oggi nei monumenti e nei palazzi più rappresentativi della città.
Un breve weekend nel capoluogo siciliano rappresenta quindi la soluzione ideale per gli amanti dell’arte e della cultura, della natura e della buona cucina, che proprio in queste terre, trova una delle massime espressioni. 
  
Prodotti tipici e Campagna Amica
Catania è celebre per la propria produzione enogastronomica, che regala ai palati più esigenti una cucina ricca e saporita, fatta di sapori decisi e raffinati al tempo stesso. Terra di Arance rosse Igp e melanzane, la città annovera fra i propri piatti tipici la rinomata pasta alla norma (condita con melanzane fritte, salsa di pomodoro e ricotta salata), il “ripiddu nivicatu”, un risotto al nero di seppia (servito con ricotta fresca e salsa di pomodoro, alici e sarde a beccafico), la caponata e l’originale insalata di arancia.
Per assaporare la vera cucina catanese, è bene perdersi fra le stradine della città, tra il chiasso dei mercati e i bar del centro, dove è possibile gustare latte di mandorle e gustose granite. Per l’acquisto di prodotti tipici a km 0 è invece possibile raggiungere piazza Giovanni Verga, dove ha sede il mercato di Campagna Amica. Spingendosi oltre il centro della città, è invece possibile esplorare le fattorie e gli agriturismi della campagna circostante mentre se si vogliono le ricette direttamente già pronte si può andare in uno dei nostri ristoranti
  
Itinerario
Il viaggio nel cuore di Catania può cominciare da Piazza Duomo, e quindi dalla Cattedrale di Sant’Agata che, oltre ad essere dedicata alla Santa patrona della città, ne custodisce le reliquie. Al centro della piazza, è possibile ammirare la Fontana dell’Elefante, costituita da un elefante in pietra lavica di età romana, considerato vero e proprio simbolo della città. Proseguendo lungo via Etnea ci si imbatte invece nelle splendide facciate barocche dei palazzi settecenteschi, per arrivare poi a Piazza Stesicoro. Qui, accanto ai resti di quello che fu l’antico Anfiteatro romano, si erge il Monumento a Vincenzo Bellini. Sempre intitolata al compositore catanese è Villa Bellini, situata lungo via Etnea, un immenso giardino popolato da fontane, alberi secolari e statue di uomini illustri della città.
Da visitare è anche il Castello Ursino, eretto da Federico II intorno al 1200 e restaurato in seguito all’eruzione del 1669. Attualmente il Castello è sede del Museo civico, che custodisce un’ampia collezione di sculture dell’epoca greca e romana, sarcofagi, mosaici, armi del sedicesimo secolo e acquerelli settecenteschi.
Infine, gli amanti dell’arte dovranno fare un salto in via dei Crociferi, lungo la quale sono disseminate le chiese barocche più sontuose della città. Non solo, anche Palazzo Biscari si pone come una delle meraviglie del barocco catanese, oltre ad essere uno degli edifici più significativi della città.

 itinerario; prodotti tipici; arte; catania; gusto