Sei in: Home > I percorsi del gusto > Bologna tra arte e tentaz...

23/01/2015 00:00

 Bologna tra arte e tentazioni gastronomiche

 
Nel weekend di Artefiera 2015, tutti gli indirizzi per gustare i veri sapori del territorio, rigorosamente a km zero

 

​Dal 23 al 26 gennaio i riflettori saranno accessi sulla 39ª edizione di ArteFiera, evento internazionale d’arte moderna e contemporanea, che ogni anno richiama a Bologna appassionati e turisti da tutto il mondo. Saranno presenti ben 1.000 artisti, a partire dai grandi maestri (tra cui Michelangelo Pistoletto, che inaugurerà la kermesse) fino alle giovani promesse. Un’atmosfera tutta speciale si respirerà anche per le strade della città, grazie al fuori salone Art City.  È quindi un’occasione straordinaria per organizzare un piacevole fine settimana nel capoluogo emiliano, un’idea di weekend da trascorrere tra cultura e buon cibo.
Bologna è infatti soprannominata non a caso "la grassa", patria della buona cucina italiana e meta culinaria rinomata. Potete perdervi tra gli stretti vicoli e i caratteristici portici del centro storico, scoprendo dietro ogni angolo negozietti originali e scorci suggestivi, come quello che si può ammirare dalla finestrella di via Piella che si affaccia sul Canale delle Moline.
Nel cuore del centro storico si trovano le famose Torri, simbolo della città. Chi avrà il coraggio di salire ben 498 gradini, potrà poi godere di un meraviglioso panorama di Bologna dall’alto della Torre degli Asinelli, che con i suoi 97,2m venta il primato di torre pendente più alta d'Italia.
Proprio vicino alle due torri si estende il food district del mercato delle erbe, che conta circa 70 botteghe, in cui è impossibile non lasciarsi trasportare dagli aromi tipici della cucina emiliana. Per chi volesse gustare piatti preparati con ingredienti a km zero, la scelta non può essere che Lab16, il nostro ristorante di Campagna Amica nel piatto.
A pochi passi dalla stazione centrale si trova un altro importante punto di riferimento enogastronomico, il Mercato della Terra. In questo mercato contadino, organizzato da Slow Food Bologna e situato nel cortile della Cineteca di Bologna, è possibile comprare prodotti stagionali e a km0 direttamente dai produttori locali, ogni sabato mattina dalle 9 alle 14 (tutto l’anno, tranne luglio e agosto) mentre per il Mercato Campagna Amica al cento per cento è in Via Colombo (centro commerciale Navile) tutti i sabato mattina.
Se invece preferite scegliere prodotti a filiera corta in un negozio vero e proprio, visitate le nostre quattro botteghe
A Bologna, è d’obbligo assaggiare il vero tortellino emiliano, con pasta rigorosamente tirata a mano e preparato in brodo. La città è ricca di molte altre prelibatezze culinarie: tra i primi piatti più amati ci sono le lasagne e la pasta con ragù bolognese, mentre i secondi tradizionali sono il bollito e la cotoletta alla bolognese(carne di vitello impanata, fritta nello strutto e messa al forno ricoperta di formaggio grattugiato). Gli insaccati tipici per il bollito sono il cotechino e lo zampone, specialità diventate onnipresenti sulle tavole di tutti gli italiani in occasione delle festività natalizie e di fine anno.
Ci si può sbizzarrire anche sui dolci: il più conosciuto è sicuramente la zuppa inglese, a base di pan di spagna inzuppato nel liquore e crema pasticcera, ma anche la ciambella, semplice o al cioccolato, e la torta di riso chiamata torta degli addobbi, perché nell’antichità veniva preparata in occasione della Festa degli Addobbi, per la ricorrenza di Santa Rita.
I vini ideali per accompagnare i ricchi piatti emiliani sono quelli dei Colli Bolognesi, dal gusto intenso e deciso, ma non è possibile alzarsi dalla tavola senza aver onorato la tradizione del digestivo a fine pasto, con i liquori più amati dai bolognesi, quali il Nocino e il Sassolino. 

 bologna; fiera; emilia romagna; itinerario; arte; mercati