Sei in: Home > I percorsi del gusto > Sicilia, scrigno di mille...

27/06/2014 00:00

 Sicilia, scrigno di mille sapori

 
​Tra i tanti percorsi possibili, vi proponiamo un viaggio del gusto tra Agrigento, Taormina, Cefalù, Enna e Messina alla scoperta dei prodotti Dop e Igp

 

Benvenuti in Sicilia, terra ricca, ricchissima di profumi, sapori inconfondibili che si nascono da una terra assolata, circondata dal mare che è stata teatro di storie antiche. Una terra che oggi ci regala una grande quantità di prodotti di altissima qualità, tra monumenti, rovine e bellezze architettoniche tutte da visitare. Tra i tanti possibili, ecco un itinerario che vi consigliamo. Agrigento, Taormina, Cefalù, Enna e Messina: ognuna di loro vive di tradizioni e di bellezze dal valore inestimabile.  
Agrigento, per esempio, è nota ai più come la Città dei Templi e dal 1997 è entrata a far parte dei patrimoni dell’Unesco
Taormina,  è tra le città maggiormente visitate dai turisti stranieri che arrivano da tutto il mondo per vedere il Teatro Antico, Le Naumachie e il Castello di Monte Tauro: si trova su una collina a 200 metri circa sopra il livello del mare ed offre uno spettacolo unico a livello paesaggistico. 
Tra antichi borghi e monumenti come la Cattedrale di Cefalù,  il Castello di Lombardia a Enna,  e la Fontana di Orione a Messina, visitare la Sicilia diventa un viaggio indietro nel tempo che tutti, prima o poi, dovrebbero poter fare. 
Tra queste meraviglie architettoniche e naturali, la terra è complice della produzione di prodotti buonissimi.  Nell’affascinante provincia di Agrigento,  si trovano, ad esempio, due prodotti Dop: l’Arancia di Ribera, ricchissima di vitamine e il Pecorino Siciliano.
Anche in provincia di Catania,  è possibile gustare arance squisite. Qui la più famosa è l’Arancia Rossa di Sicilia Igp, ma sono da provare anche la Ciliegia dell’Etna Dop,  e l’uva da tavola di Mazzarone Igp.  
Negli antichi borghi è facile trovare le tipiche botteghe che cucinano i fritti classici  del luogo come il Panu ca meusa, i cazzilli e, ovviamente, le melanzane fritte
La cucina siciliana, ricca di spezie, si alterna con la leggerezza di prodotti come gli oli extravergine d’oliva,  oppure i profumi inconfondibili dei limoni: rinomatissimi sono il limone Interdonato Igp  (ibrido tra cedro e limone) e il limone di Siracusa Dop. Nel comune di Pachino,  si trovano i gustosi pomodorini Igp e il melone Igp, dalla polpa croccante e zuccherina. Se si passa per Trapani,  bisogna assolutamente assaggiare i Capperi di Pantelleria Igp,  dall’aroma intenso e dal colore verde scuro, quasi smeraldo.

 pachino; sicilia; dop; itinerario; igp