Sei in: Home > Orti Urbani > Settembre, mese di frutti...

07/09/2016 00:00

 Settembre, mese di frutti e preparazione per l’inverno

 
Nel mese che coincide con la fine del caldo estivo, grandi raccolti con un pensiero all’orto che verrà

 

Si conclude l’estate e a settembre la terra regala tantissimi prodotti, frutto del lavoro dei mesi passati. Questo mese di passaggio, come lo è anche ottobre, procede all’insegna della raccolta degli ultimi ortaggi estivi e delle primizie autunnali. Generalmente nell’orto fai da te ci si concentra sul termine vegetativo di molte specie (come pomodori, melanzane o peperoni) ma anche sull’impostazione per il successivo periodo autunnale e invernale.
Per chi volesse un bell’orto sin da novembre, c’è da sbrigarsi: se ci si sofferma ancora sulle “gioie” estive, si rischia di non piantumare in tempo le varietà precoci della stagione fresca. Quindi, man mano che gli ortaggi terminano il ciclo vegetativo, bisogna iniziare a sgomberare il terreno dai residui di vegetazione. In attesa delle grandi e costanti piogge, è necessario vangare non prima però di aver concimato, ad esempio con il letame maturo. Una volta mescolato bene con la terra ed effettuata la vangatura, sminuzzando il più possibile il substrato, si deve procedere al rastrellamento sagomando il più possibile il terreno a schiena d’asino per evitare rischiosi ristagni d’acqua. Effettuate queste operazioni è possibile trapiantare le principali specie e varietà invernali come brassicacee (la famiglia delle verze e dei cavoli), insalate varie, cicorie, ravanelli, cipolle, finocchi.
Per chi sfrutta uno spazio “artificiale” come il terrazzo o il balcone di casa, è ora di sostituire i vasi rotti, cambiare la terra, per procedere poi alle nuove piantumazioni.
Allora, buon settembre a tutti!

 orto; settembre; trapiantare; piantumazione; concimazione