Sei in: Home > Orti Urbani > ​Festa della donna: metti...

06/03/2015 00:00

 ​Festa della donna: metti una mimosa sul balcone

 
​Non solo fusti alti da giardino. Il fiore simbolo dell’8 marzo può essere coltivato anche in vaso. Ecco come fare

 

La leggenda vuole che il calore sprigionato dall’incendio di una fabbrica dove lavoravano molte donne facesse colorare di giallo un albero di mimose in pieno inverno. Da quel momento la fioritura di questa bellissima pianta ricorda la condizione della donna, ma pure che la primavera è vicina, con la sua promessa di rinascita.
Coltivare una mimosa è certamente cosa piuttosto semplice se si possiede un giardino, ma è possibile piantarne una anche in vaso, posizionandola su un balcone spazioso e con una buona esposizione. Ne esistono molte specie e varietà; le più famose sono la Acacia dealbata e la mimosa delle 4 stagioni (Mimosa retinoides). Le piante di mimosa crescono assai velocemente, fino ad un metro per anno e richiedono un'esposizione al sole diretto. Il terreno deve essere neutro per la Acacia dealbata mentre, per la mimosa delle quattro stagioni, alcalino. I fiori gialli molto profumati sbocciano entro dicembre e marzo per la prima e si ripete tutto l'anno per la mimosa delle 4 stagioni, con un periodo più denso da maggio a settembre. Per la coltivazione in vaso il trapianto deve avvenire da marzo a maggio, periodo in cui sono presenti sul mercato le piantine, utilizzando come futuro substrato (terra) una miscela composta da 1/3 di terriccio da piantagione, 1/3 di terra da giardino e 1/3 di torba più uno strato di drenaggio di un paio di cm sul fondo del vaso (con palline di argilla espansa o pozzolana). L’ideale è scegliere un contenitore alto e largo 50 cm minimo, per garantire una crescita rapida e una fioritura abbondante. Come accade per tutte le piante in vaso, è necessario che la terra non sia mai secca; quindi, soprattutto in estate, le annaffiature devono essere abbondanti e frequenti. Non si dimentichi poi di aggiungere regolarmente concime per arbusti a fiori (o concime per rose) e di prevedere anche un rinvasamento ogni due tre anni nella miscela già citata. Le mimose in vaso non sopportano il gelo, per questo se l’inverno è particolarmente rigido andrà previsto un luogo di ricovero dove la temperatura non scenda mai al di sotto dei 5 °C.
Seguendo queste semplici indicazioni potrete avere una festa della donna tutto l’anno con una bellissima pianta in terrazzo. I cui fiori, tra l’altro, sono commestibili e quindi utilizzabili come decorazione di pietanze che ben si prestano ad essere punteggiate di giallo.

 terrazzo; giardinaggio; donna; mimosa; orti; balcone