Sei in: Home > Orti Urbani > Né aglio, né cipolla... è...

03/05/2017 00:00

 Né aglio, né cipolla... è l'erba cipollina!

 
 Una pianta tra ricette e ornamenti​, immancabile nei giardini aromatici e nei balconi delle cucine. Ecco come coltivarla​​

 

                  
​Il suo utilizzo è variegato e avviene secondo il bisogno in cucina, ma può anche essere scelta anche perché è una splendida pianta ornamentale. Parliamo di erba cipollina. Ecco alcuni segreti della sua coltivazione.
Innanzitutto ama luoghi freschi e umidi. Per questo va riparata dal clima torrido estivo e annaffiata abbondantemente durante i periodi siccitosi. Non resiste quando ha le radici troppo annacquate e per questo è necessario un buon drenaggio se viene coltivata in vaso. In caso contrario, il suo deperimento avverrà molto rapidamente. Il terreno deve essere arricchito dal compost o comunque ricco di sostanza organica. Può essere seminata direttamente o trapiantata. Nel primo caso dopo 10 settimane dalla semina (fine inverno) è solitamente pronta all’uso. Tra le pratiche di manutenzione, la previsione di un riparo per i momenti più torridi della giornata in estate, la rimozione di erbacce e, di tanto in tanto, una nuova fertilizzazione del terreno. L’erba cipollina si consocia benissimo con la fragola, nell’orto si sosterranno vicendevolmente.
Due consigli finali: se volete usufruirne per scopi alimentari, dovrete utilizzarla immediatamente dopo la recisione dei fusti perché tende a perdere velocemente le sue caratteristiche aromatiche. Considerate che fa bene a cuore e reni. Nel caso in cui vogliate portarla a fioritura, lasciate che la natura faccia il suo corso e godrete di tanti fiori azzurro violacei davvero gradevoli alla vista.

 erba cipollina; orto; proprietà; giardino; balcone