Sei in: Home > I consigli del nutrizionista > Cotte o crude, le verdure...

07/04/2014 00:00

 Cotte o crude, le verdure non possono mancare sulla nostra tavola

 
​Per i pasti light l’insalata è la scelta migliore. Per chi ha problemi con l’intestino attenzione: spesso il cibo cotto lo impigrisce ancora di più

 

Lattuga, peperoni, zucchine o carote. Che siano crude o cotte la primavera stimola l’utilizzo di verdure in cucina, magari anche per un pasto light a base di insalata condita sfiziosamente anche di spicchi di arancia o mele.
Se invece che al peso l’attenzione deve essere rivolta all’intestino, allora ecco che le verdure cotte sono le prescelte: ma attenzione, spesso il cibo cotto lo impigrisce ancora di più. 
Come in ogni cosa, anche nell’alimentazione bisogna trovare il giusto equilibrio. Le verdure non fanno eccezione così sia se per molto tempo si è scelto di mangiare verdure cotte oppure, peggio, si è deciso di non mangiarle per niente, è bene ribaltare in fretta questa tendenza cominciando  gradualmente a mangiare verdure crude a piccole quantità, via via poi con i pasti aumentare la dose delle verdure crude. Quest’ultime, per facilitarne la loro digestione, vanni sminuzzate con cura, in particolare per verdure a foglia. 
Quando c’è poco potere digestivo e una flora batterica intestinale fortemente alterata, la cellulosa e le altre fibre alimentari contenute negli ortaggi possono creare condizioni di irritazione nel tubo intestinale (colite, meteorismo, eccetera). In questi casi è consigliato bere un bicchiere di frullato di carote, a piccole dosi ed è  indispensabile consumare il maggior quantitativo di alimenti crudi per avere un intestino efficiente riducendo gli alimenti cotti o la loro esposizione al calore. Un suggerimento: poichè alcuni alimenti vanno mangiati cotti, è necessario adottare la cottura più favorevole al mantenimento di tutti i principi nutritivi in essi contenuti. Già molti sono poveri di minerali e vitamine per il modo con cui vengono prodotti, se poi la cottura è fatta senza criterio, il potere nutritivo del cibo cala fortemente. 
La cottura migliore delle verdure è al vapore: esporre a lungo al calore le verdure e mangiarle sempre troppo cotte diventa una scelta non salutare. Importante controllare quanti alimenti crudi si mangiano. La loro esclusione o riduzione è un danno per l’intestino e per la salute dell’intero organismo.

 intestino; cottura; verdura; vitamine; alimentazione; minerali; insalata