Sei in: Home > I consigli del nutrizionista > Metti nel piatto i cibi a...

02/12/2013 00:00

 Metti nel piatto i cibi antirughe

 
​Per prevenire l’invecchiamento della pelle, bisogna seguire un’alimentazione bilanciata, ricca di frutta fresca e secca. Ma anche di verdura, pesce, brodi e bolliti

 

Le rughe insorgono sulla pelle quando questa inizia ad invecchiare. Sono piccoli solchi, più o meno profondi, poco elastici di donne ed uomini non più giovanissimi. Sono inestetismi della pelle la cui origine è legata a fattori genetici e comportamentali, tra cui il fumo, lo stress, esposizione frequente a raggi Uva e l’alimentazione squilibrata. Perché si formano le rughe e la pelle diventa poco elastica? Perché si riduce la quantità di collagene ed elastina, si riduce la sintesi di acido ialuronico ed altri glucosamminoglicani. Si riduce anche la sintesi del grasso sottocutaneo e del sebo.
 
Cosa mangiare per preservare la pelle?
Bisogna seguire una dieta regolare, sana, bilanciata e priva di eccessi; è un rimedio alimentare importantissimo per rallentare, quanto possibile, il processo d'invecchiamento cutaneo.
Assumere tanta frutta e verdura, in quanto ricche di antiossidanti. Sembra che le vitamine A, C ed E possano in qualche modo interferire con la formazione delle rughe sulla cute. La pelle di chi mangia ogni giorno 5 porzioni di frutta e verdura  risulta visibilmente più elastica e giovane rispetto a chi non lo fa.
Preferire alimenti ricchi di omega-3 e 6, come pesce, nocciole e frutta secca, succo di mirtillo. Ma anche brodi e bolliti: i tessuti ricchi di connettivo sono un'ottima fonte di collagene seppure talvolta possono risultare indigesti.

 pesce; verdura; frutta; alimentazione; rughe; pelle