Sei in: Home > Le ultime notizie > L’educazione su cibo e te...

18/04/2017 00:00

 L’educazione su cibo e territorio inizia sui banchi di scuola

 
Per i più giovani ci sono 120 milioni di euro da investire in programmi formativi.  INIPA – insieme a Coldiretti, Campagna Amica, Giovani Impresa e Donne Impresa – può aiutarti ad avviare i tuoi progetti​​

 

INIPA, l’ente di formazione di Coldiretti assieme a Campagna Amica, mette al servizio delle scuole e dei docenti la propria rete di strutture territoriali e i propri esperti nella realizzazione di iniziative di educazione e di formazione professionale sul settore agroalimentare, attraverso lo sviluppo di partenariati con gli Istituti Scolastici.
Il M.I.U.R ha infatti stanziato, con l’avviso pubblico dello scorso 23 marzo, un budget di 120 milioni di euro in favore delle scuole del I e del II ciclo (inclusi gli istituti omnicomprensivi) per la realizzazione di progetti di potenziamento delle “competenze di cittadinanza globale”. “Formare cittadini consapevoli e responsabili in una società moderna, connessa e interdipendente” attraverso il consolidamento e l’approfondimento di competenze trasversali, sociali e civiche rappresenta una delle azioni previste dal PON (Piano Operativo Nazionale) che si inserisce in un disegno più ampio di riduzione e prevenzione del fenomeno dell’abbandono scolastico. 
Le scuole possono quindi presentare percorsi formativi, educativi ed esperienziali, in riferimento a 5 aree tematiche tra cui “Educazione alimentare, cibo e territorio” ovvero la trattazione dell’alimentazione in termini di sostenibilità economica, ecologica e sociale e il rapporto tra cibo e territorio, attraverso i seguenti filoni di approfondimento: 
- il ciclo del cibo, la lotta agli sprechi, il recupero del cibo, la riduzione del packaging e le food policy;
- il territorio e il consumo sostenibile in termini di stagionalità, tracciabilità, “agricoltura a km 0”, “pesca a 0 miglia” e conoscenza e valorizzazione dei prodotti del territorio; 
- il contrasto alle agromafie e alla sofisticazione alimentare;
- il rapporto tra cibo e salute. 
I percorsi potranno prevedere la realizzazione di diverse azioni (minimo 15 studenti ciascuna): creazione di orti scolastici o urbani, progettazione di nuovi processi di approvvigionamento e gestione del cibo, proposte per la riduzione degli sprechi alimentari, percorsi di conoscenza della natura, del mondo dell’agricoltura e della filiera alimentare locale.
La durata del progetto potrà essere biennale, inclusi i periodi estivi, e concludersi entro la fine dell’anno scolastico 2018-2019.
Ogni percorso avrà a disposizione un budget non superiore a 30 mila euro. 
La richiesta di finanziamento da parte degli istituti scolastici scadrà il 22 maggio 2017 e dovrà essere inoltrata telematicamente nell’area riservata sul sito del PON. 
Per trovare idee progettuali da proporre alla tua classe o promuovere un partenariato con la tua scuola mettiti in contatto con la sede Coldiretti​ più vicina a te o manda una mail a inipa@coldiretti.it.
A cura di INIPA (Coldiretti Education)

 educazione; scuola; progetto; alimentazione; formazione