Sei in: Home > Le ultime notizie > Corretti stili di vita e ...

25/04/2017 00:00

 Corretti stili di vita e alimentazione, un bando per le scuole per contrastare la dispersione scolastica

 
Coldiretti, INIPA, Campagna Amica, Giovani Impresa e Donne Impresa, mettono a disposizione degli istituti scolastici tutto il know how e l’assistenza di cui hanno bisogno per la progettazione degli interventi finanziabili dal “PON Per la Scuola”. Scopri i dettagli e come fare

 


Formare cittadini consapevoli e responsabili in una società moderna, connessa e interdipendente, rappresenta una delle finalità strategiche per contrastare la dispersione scolastica (per maggiori info, clicca qui).   
Il Programma Operativo Nazionale per la Scuola 2014-2020 ha previsto, tra le sue priorità di investimento, l’obiettivo di migliorare le competenze degli allievi tramite un approccio prevalentemente di prevenzione, rafforzando sia le competenze di base, ma soprattutto potenziando quelle trasversali che sono essenziali per lo sviluppo personale, l’inclusione sociale e l’occupazione
L’Avviso pubblico del M.I.U.R. del 23 marzo 2017 sul potenziamento delle “competenze di cittadinanza globale” finanzia tutti quei percorsi educativi scolastici indirizzati alla crescita del benessere individuale e al rafforzamento delle capacità relazionali degli studenti, anche attraverso la diffusione di corretti stili di vita e abitudini quotidiane positive nell’ambito dell’alimentazione. A tale scopo è stata prevista una specifica tematica e azione di intervento legata a “Benessere, corretti stili di vita, educazione motoria e sport”.
Tra le opportunità messe a disposizione delle scuole vi è il sostegno all’organizzazione di manifestazioni sportive, di attività ludico motorie e momenti informativi per valorizzare le diversità e il rispetto delle regole e per contrastare fenomeni discriminatori e di violenza, ma anche per la prevenzione dell’obesità e delle dipendenze. Tali attività devono inoltre favorire lo scambio interculturale, la crescita professionale, l’inclusione e la coesione sociale degli studenti.
Ciascun progetto delle scuole dovrà prevedere, pena l’inammissibilità alle opportunità di finanziamento del PON Scuola:
almeno due moduli, della durata di 30/60 ore ciascuno, sui diversi temi affrontati dall’Avviso;
- alcune figure obbligatorie: un esperto, che avrà il compito di realizzare la formazione, e un tutor d’aula, che ha il compito di seguire l’attuazione degli interventi. 
In questa ottica si inserisce anche il ruolo di Coldiretti con la possibilità per le scuole di attivare un partenariato strategico, attraverso il contributo di INIPA - l’ente di formazione di Coldiretti - della Fondazione Campagna Amica, Giovani Impresa e Donne Impresa, che mettono a disposizione degli istituti scolastici tutto il know how e l’assistenza di cui hanno bisogno per la progettazione degli interventi finanziabili dal “PON Per la Scuola”. 
Tutte le scuole primarie e secondarie interessate dovranno inviare telematicamente le richieste di finanziamento, per un importo di spesa pari a 30 mila euro, entro il 22 maggio 2017 tramite l’area riservata accessibile dal portale del PON “Per la Scuola”.

 educazione; Sport; scuola; alimentazione; formazione