Sei in: Home > Eventi > Per sentieri e remiganti

28/10/2014 00:00

 Per sentieri e remiganti

 
In occasione dell'ottava edizione del Festival dei viaggiatori extra-ordinari a Torino 25 riproduzioni delle fotografie di Mario De Biasi saranno esposte nei mercati di Campagna Amica

 

IL TEMA 2014: ITALIANI PAZZI
Il Festival Per sentieri e remiganti è sempre più extra-ordinario e per la sua VIII edizione continua rinnovando l’appuntamento con incontri e fotografia, sceglie come tema gli italiani pazzi, perché pazzi probabilmente noi italiani dobbiamo esserlo per forza per resistere, per cambiare, per essere ciò che siamo e che, nonostante tutto, ci distingue nel mondo.
Così, con un filo di pazzia, grazie alla più che mai fertile collaborazione fra Coldiretti Torino e il Gruppo del Cerchio, venticinque riproduzioni delle fotografie di Mario De Biasi saranno esposte nei mercati di Campagna Amica.
Si parte dai giorni del Salone del Gusto off, presso cascina Quadrilatero. Un grande flashmob per mettere in piazza un’idea coraggiosa: dove si nutre il corpo, si può nutrire anche l’anima. Contemporaneamente altre immagini sono esposte nel locale torinese di M** BUN di Via Rattazzi 4.
Per ammirare invece trenta scatti originali di Mario De Biasi, ci si sposta a Fossano (Cn) dove, grazie alla collaborazione con il Cine-teatro I Portici, è allestito un percorso dal mood tutto cinematografico, in perfetta sintonia con la grande attenzione che De Biasi ha sempre dato al cinema e ai suoi protagonisti. Tutto questo è reso possibile dalla partnership che da tre anni lega il Festival alla Fiaf (Federazione italiana associazioni fotografiche) e che ha portato a Torino nomi come Robert Doisneau, Gianni Berengo Gardin e Francesco Zizola. 
   
FRA COLTURA E CULTURA
L’idea di esporre un grande fotografo come De Biasi in strada rientra nel processo di trasformazione che ha visto Coldiretti Torino impegnata a ripensare i mercati di Campagna Amica come luoghi di relazione fra città e campagna, fra coltura e cultura. Il vantaggio è duplice: da una parte i produttori che vivono spesso in zone rurali fruiranno naturalmente degli scatti del fotoreporter, dall’altra l’arte che solitamente si chiude nei musei scenderà fra la gente, nei luoghi di incontro per eccellenza, la piazza e il mercato.
Periodo di esposizione della retrospettiva di Mario De Biasi
- dal 23 ottobre 2014 al 22 febbraio 2015 presso Cascina Quadrilatero (23/27 ottobre) e M**BUN, e a seguire nei mercati torinesi di Campagna Amica (calendario completo su www.persentierieremiganti.it);
- dal 30 ottobre 2014 al 22 febbraio 2015 presso Cine-teatro I Portici di Fossano (Cn).
I primi italiani pazzi dell’edizione 2014, protagonisti di un viaggio extra-ordinario, siamo stati proprio noi del Gruppo del Cerchio: il Festival è iniziato infatti quest’estate quando abbiamo portato il Canto della terra fino al Fringe Festival di Edimburgo, dicendo a tutto il mondo “siate ribelli, fare giardini!”. Adesso finalmente lo spettacolo arriva anche a Torino e inaugura il Festival in Italia. Fortemente voluto da Coldiretti Torino, il Canto della terra va in scena in uno di quegli spazi che più perfetti non si può: l’orto urbano Cascina Quadrilatero, un esempio magnifico di ribellione green nel cuore di una metropoli. 
   
LE CHIACCHIERE CON GLI ITALIANI PAZZI
Innovatori, coraggiosi, fuori dagli schemi sono gli italiani pazzi protagonisti delle chiacchierate che avranno luogo nei mercati di Campagna Amica. Giovani e torinesi si racconteranno, suoneranno e ci faranno perfino ballare fra le bancarelle. Quando? Visto il carattere di sana eccentricità dei soggetti e di chi li ha invitati, l’ospite di ogni chiacchierata sarà comunicato solo pochi giorni prima sul sito del festival, via facebook e via twitter.

 fotografia; piemonte; torino; mostra; mercato